Musica a ROMAEUROPA: dal 26 al 28 novembre “Acustica” di Kagel, Epica Etica Etnica Pathos dei CCCP e Quiet Ensemble


ROCK E SPERIMENTAZIONE a ROMAEUROPA
da giovedì 26 a sabato 28 novembre tra MACRO e
Auditorium Parco della Musica

giovedì 26 novembre Tempo reale | Mauricio Kagel Acustica

venerdì 27 novembre Epica Etica Etnica Pathos. 25 anni
sabato 28 novembre Quiet Ensemble The Enlightenment

Da giovedì 26 novembre a sabato 28 novembre Romaeuropa festival si muoverà tra le sperimentazioni musicali degli anni ‘70 – è il caso di Acustica di Mauricio Kagel – e quelle contemporanee del collettivo Quiet Ensemble con il loro concerto-performance per luce sinfonica, The Enlightenment, fino a compiere un salto nel punk rock degli anni ’90 con Epica Etica Etnica Pathos, ultimo, fondamentale disco degli allora CCCP – Fedeli alla linea, pronti a diventare CSI. Un album suonato dal vivo per la prima volta dopo 25 anni lo scorso maggio alla Leopolda di Firenze, che tornerà a rivivere per l’occasione il 27 novembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in un concerto unico e irrepetibile in cui si riuniscono alcuni componenti della storica formazione insieme ad alcuni tra i più importanti esponenti dell’indie italiano.

Giovedì 26 novembre l’ensemble Tempo Reale, il centro di ricerca musicale fondato da Luciano Berio, propone alla Pelanda un nuovo allestimento di Acustica, il manifesto musicale del compositore argentino Mauricio Kagel, maestro delle avanguardie musicali del secondo Novecento, che si divertiva a esplorare e creare mondi sonori del tutto nuovi. Con Acustica, brano composto tra il 1968 e il 1970, dà inizio a un nuovo genere, il teatro strumentale in cui gesto, movimento, suono, creazione e interpretazione formavano un nuovo modo di intendere la musica, liberato da accademismi e austerità: .l’intero pezzo è basato su un nastro preregistrato e una serie di strumenti acustici, per lo più non tradizionali, come strumenti folklorici o antichi, oppure macchine da suono inventate. Agli esecutori, che possono andare da 2 a 5, è richiesto di suonare questi strumenti in maniera libera, creativa ed eterodossa, compiendo però una serie di movimenti precisi e talvolta buffi, ai limiti del cabarettismo.




Venerdì 27 novembre saranno celebrati i 25 anni di Epica Etica Etnica Pathos, ultimo lavoro dei CCCP prima dello scioglimento definitivo, un disco che ha segnato più generazioni e che è ancora fotografia di una nazione intera.
Dopo aver inglobato nella formazione un Gianni Maroccolo in fuga dai Liftiba, insieme a Francesco Magnelli, Ringo De Palma e un giovanissimo Giorgio Canali, i CCCP si chiudono nella settecentesca Villa Pirondini, nella campagna reggiana. Qui registrano, in presa diretta, l’album che li avrebbe traghettati negli anni Novanta: “Epica Etica Etnica Pathos”, una nuova invettiva politica, ma con la desolante e romantica morbidezza di un pathos consumato nel recupero di sonorità e valori popolari, nel solco di un passato sempre circondato da un alone di nostalgico mistero o di epos. Questo album torna a rivivere in un concerto speciale che vedrà insieme sul palco dell’Auditorium parco della Musica Gianni Maroccolo, Massimo Zamboni, Francesco Magnelli, Giorgio Canali, insieme alle voci di Ginevra Di Marco e Angela Baraldi. Insieme a loro, Le Luci della Centrale Elettrica, Lo Stato Sociale, Brunori Sas, Appino, Max Collini (Offlaga Disco Pax) e Francesco Di Bella reinterpretano brani manifesto come Aghia Sophia, Maciste contro Tutti, Depressione caspica, Annarella.

Infine sabato 28 novembre sul palco de La Pelanda i Quiet Ensemble presentano The Enlightenment (l’illuminazione), primo concerto per luce sinfonica. Una particolarissima performance in cui ogni strumento diventa un lampada: gli archi saranno dei tubi al neon, i fiati dei faretti, le percussioni delle luci strobo. Attraverso un circuito elettronico sensibile al flusso della corrente elettrica, ognuna delle luci produrrà anche un suono, che verrà amplificato e trattato in tempo reale dal duo composto da Fabio Di Salvo e Bernardo Vercelli, che diventerà così direttore di quest’orchestra. Non nuovi a esperimenti di questo genere i Quiet Enesemble hanno creato in passato un’orchestra da camera di topi, un musical per lumache e fatto cantare banane e altra frutta da tavola. Con la sinfonia luminosa “The Enlightenment ”teatralizzano il sottile e indissolubile legame che unisce la luce al suono.

Info
26 novembre 2015 ACUSTICA h 21.00 Biglietti da € 13 a € 15 acquistabili al link http://romaeuropa.net/festival-2015/acustica/ o la sera del concerto.
Dove: MACRO Testaccio – La Pelanda. Piazza O Giustiniani, n 4.

27 novembre 2015 EPICA ETICA ETNICA PATHOS 25 ANNI h 21.00 Biglietti da € 16 a € 27 Acquistabili al link http://romaeuropa.net/festival-2015/eeep/ o la sera del concerto
Dove: Auditorium Parco della Musica – Sala Sinopoli – Via Pietro De Coubertin, 30

28 novembre 2015 THE ENLIGHTENMENT h 18.00 – h 20.00 – h 22 Biglietti da € 13 a € 15 acquistabili al link http://romaeuropa.net/festival-2015/the-enlightenment/ o la sera della performance MACRO Testaccio – La Pelanda. Piazza O Giustiniani n 4

www.romaeuropa.net – tel 0645553050