‘Na Cosetta: il programma dei concerti della settimana


‘NA COSETTA LIVE
Concerti 30 novembre – 6 dicembre
Via Ettore Giovenale, 54
Roma – Pigneto
Inizio concerti ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta
– INGRESSO GRATUITO –

Lunedì 30 novembre
OPEN SWING LAB

Martedì 1 dicembre
DALLA GERMANIA: ANTUN OPIC

Mercoledì 2 dicembre
‘NA COSETTA JAZZ
Special Guest: Manlio Maresca e Riccardo Gola

Giovedì 3 dicembre
PIGNALOSA: S.P.T.R. (Storie di un Polemico, Tradizionale Romantico)

Venerdì 4 dicembre
Dalla Francia: THE BUNS

Sabato 5 dicembre
NICO

Domenica 6 dicembre
BRÖNSØN

Lunedì 30 novembre
OPEN SWING LAB

‘Na cosetta tutti i lunedì sera diventa OPEN SWING LAB, l’unico originale “gruppo di studio” degli stili del jazz classico e dello swing.
Un appuntamento fisso dedicato ai musicisti di qualsiasi estrazione e ai ballerini di lindy hop. Il salotto del bistrot, animato da musicisti e lindy hoppers, si trasforma in un grande laboratorio dove il jazz – suonato e raccontato – riscopre una delle sue declinazionazioni più antiche: la danza. Open Swing Lab è infatti più di una jam session, si tratta di una vera e propria scuola di musica a palco aperto. Direttore dei lavori, il sassofonista Giorgio Cùscito, consacrato durante l’ultima edizione del Roma Jazz Festival “Ambasciatore dello swing a Roma”, con lui sul palco Gino Cardamone alla chitarra e Giuseppe Talone al contrabbasso. Dopo il primo set, il trio diventa open swing lab e partecipano alla musica nomi noti del panorama jazzistico e ballerini di lindy hop, pronti a cimentarsi nella scoperta di un nuovo linguaggio.

Primo set
Giorgio Cùscito – sax tenore
Gino Cardamone – chitarra
Giuseppe Talone – contrabbasso

Secondo set: OPEN SWING LAB

Lindy hop Area!

Martedì 1 dicembre
DALLA GERMANIA: ANTUN OPIC

Cantautore e compositore di stanza a Monaco di Baviera, il tedesco-croato Antun Opic calca il palco del club con la sua musica che oscilla insolitamente tra il folk, i ritmi balcanici, il blues, il klezmer e il pop. Con il collettivo di punk cabaret “Storm & Wasser” ha girato l’Europa portando in scena performance che fondono musica e teatro; dopo questa esperienza ha fondato il progetto che porta il suo nome – “Antun Opic” – con il chitarrista Tobias Kavelar e il bassista Horst Fritscher. Canta in inglese e una volta in scena veste i ruoli più differenti, da un imponente Tom Waits ad un commovente David Gray. Con la chitarra sa esprimere un virtuosismo alla Django Reinhardt o una passione alla Paco de Lucia. Artista versatile, Antun colora la sua musica con sonorità differenti dallo stile gypsy, al flamenco fuocoso fino a ricordare gli adattamenti africani di Paul Simon. Nel 2013 il suo album d’esordio “No Offense” ha entusiasmato pubblico e critica, incuriosendo soprattutto la stampa in Inghilterra e in Italia. Ospite dalla BBC di Leeds (Regno Unito), ha poi suonato a Londra in uno Showcase per soli invitati. In occasione della nomina di “Artist of month” da parte della FolkRadioUK, è uscita in esclusiva una Live-Session. Soltanto nel 2014 si è esibito in 60 concerti tra Italia, Germania, Svizzera e Inghilterra – da solo oppure, in costellazioni differenti, assieme ad altri musicisti eccellenti di una schiera in rapida crescita.

Antun Opic, voce e chitarra

WEB http://www.antunopic.com/
OFFICIAL VIDEO “Hospital”: https://youtu.be/HxnENoPhIHU

Mercoledì 2 dicembre
‘NA COSETTA JAZZ

Il bistrot del Pigneto diventa, come ogni mercoledì sera, un vero e proprio jazz club con luci soffuse e cocktail ispirati alle atmosfere newyorchesi della “cinquantaduesima strada”. Alessandro D’Anna alla batteria e Leonardo De Rose al contrabbasso sono i padroni di casa e, sulle note degli standard della storia del jazz, coinvolgono numerosi musicisti della capitale e non solo in una jam session. Ogni appuntamento ha uno o più ospiti speciali con cui D’Anna e De Rose, durante il primo set, suonano repertori sempre diversi ispirati alle epoche e ai protagonisti della grande musica americana del XX secolo. Nel secondo set si apre la jam e inizia il momento dedicato all’incontro, alle aperture, alle sperimentazioni e alle contaminazioni. Special Guest: Manlio Maresca alla chitarra, e il Riccardo Gola al contrabbasso.

Alessandro D’Anna, batteria
Manlio Maresca, chitarra
Riccardo Gola, contrabbasso

Giovedì 3 dicembre
PIGNALOSA: S.P.T.R. (Storie di un Polemico, Tradizionale Romantico)

Pignalosa è Francesco Pignalosa, cantautore della provincia di Taranto, classe 1982. Con la sua musica di matrice folk-popolare sta girando l’Italia da oltre un anno grazie a “Una Pigna in tour”, in cui promuove il disco “Scusate il Ritardo”. Sul palco di ‘na cosetta porterà in scena il suo spettacolo – da cui sono tratti i brani del disco – “S.P.T.R.” (Storie di un Polemico, Tradizionale Romantico), un concerto a ciclo continuo in cui tutti i brani sono collegati tra loro attraverso un’unica storia con sfaccettature ironiche, critiche e ballate d’amore. La formazione in trio è composta da Francesco Pignalosa voce, chitarra, armonica e kazoo, da Giacomo Cassano al basso e contrabbasso e da Gianpaolo Cassano a batteria, percussioni e effettistica. Da settembre 2014 Pignalosa collabora con l’Etichetta Discografica Indipendente “LA FABBRICA” di Bologna. In contemporanea all’attività live, sta lavorando al suo prossimo disco, uscita prevista nel 2016.

Francesco Pignalosa, voce, chitarra, armonica e kazoo
Giacomo Cassano, basso e contrabbasso
Gianpaolo Cassano, batteria, percussioni e effettistica.

FB: https://www.facebook.com/FrancescoPignalosaCantautore/
WEB: www.la-fabbrica.org




Venerdì 4 dicembre
Dalla Francia: THE BUNS

Il duo femminile, The Buns, arriva in Italia dalla Francia. Molly Jin e June Cooper, rispettivamente voce e chitarra e voce e batteria, sono due segretarie per la stessa compagnia con il rock nelle vene. The Buns non sono ragazze, sono donne. Non fanno musica, fanno rock’n’roll. Un certo “garage” rock, lontano dall’essere vintage, come si può sentire nel loro ultimo EP “I Want/Thrill Me Up” (2014). Il videoclip della versione acustica di “Fais-moi Mal Johnny” per il format Le Bruit Des Graviers ha superato le 100.000 visualizzazioni. Qualche forcina sul comodino, un rossetto aperto, mozziconi di sigarette, due paia di scarpe coi tacchi alti sul pavimento. Questo duo sa di profumo e nicotina, finta innocenza e dissolutezza. Non importa che il mascara scorra fino ai collant, loro hanno aggiunto un’energia sfrenata alla loro esacerbata femminilità e preferiscono il ruvido rock alle dolci confidenze. Dopo varie esibizioni in Francia e Uk, e dopo aver suonato di supporto nei tour di grandi artisti francesi e internazionali (Indochine, The Animals, The Wampas, Hollysiz) registrano il loro primo disco la scorsa estate, a Londra. Uscita prevista nel 2016 con tanto di tour.

Molly Jin, voce e chitarra
June Cooper, voce e batteria

FB: https://www.facebook.com/thebunsofficial/

Sabato 5 dicembre
NICO

Nicola Faimali, in arte NICO, non è solo il bassista della band che accompagna da diversi anni Dente, ma un raffinato musicista che si cimenta oggi con il suo debutto solista come cantautore. Nico arriva a Roma per presentare nel salotto di ‘na cosetta: “Ciao ciao bell’amore mio” il suo disco di canzoni d’amore, uscito lo scorso 24 marzo per la label Picicca Dischi. I suoi brani sono come quelli che si facevano una volta, nel solco della tradizione della musica italiana senza tempo, ne capovolge però il punto di vista e quello che si racconta non è l’eternità ma l’assoluta fragilità delle relazioni. Al centro della musica non c’è l’amore eterno ma quello precario, che non fa sconti, che a volte preferisce gli addii, perché a pronunciarli si fa meno fatica del provare a stare insieme. Fare e disfare: l’entusiasmo per l’inizio di una convivenza in cui tutto è possibile e il disastro annunciato della fine, malintesi e vuoti sentimentali. La velata tristezza di Tenco e l’intenzione musicale di Fred Bongusto che prolungava l’estate di almeno un paio di mesi, la leggerezza dei Beach Boys ​di Pet Sound e Wild Honey ma anche Dalla​, Venditti e Dorelli nell’età dell’oro: ovvero i decenni ‘70 e ‘80.
Faimali arrangia e suona tutti gli strumenti a disposizione: pianoforte, batteria, chitarre, ukulele e percussioni, misurando tutto il suo potenziale artistico e dando vita a un disco confidenziale moderno.
Autobiografico, malinconico, autentico.

Domenica 6 dicembre
BRÖNSØN

A novembre 2013, dal desiderio comune di quattro artisti ognuno con il proprio background, di comporre di getto e d‘impulso note, liriche e arrangiamenti, nascono i BRÖNSØN. La band calca il palco di ‘na cosetta con il disco d’esordio: “Qui nel baratro tutto bene” (RBL Music Italia – maggio 2015) finanziato attraverso MusicRaiser. La voce della formazione capitolina è quella di Lara Martelli, cantante italo-finlandese  già conosciuta per gli album “Cerridwen”, “Lara I” ed “Orchidea Porpora,” che dopo anni torna sulle scene con Pierfrancesco Aliotta e Vieri Baiocchi, (già musicisti di “Orchidea Porpora”) e con Giorgio Maria Condemi (Spiritual Front e Operaja Criminale).
Dopo appena 20 ore dalla prima session in sala prove, sono pronti i primi 8 brani del disco. Si tratta di un album onesto, adulto, frutto di un gioco chiamato “improvvisazione senza obiettivi”. Il sound che ne deriva è la somma delle diverse esperienze e gusti musicali dei singoli componenti, scevro dell’uso di strumenti digitali e caro alla formula irruente del power-trio, un mix di 70′s e incursioni soniche, legate assieme dalla splendida e graffiante voce di Lara, che con le sue melodie gli dona un velo di pop. La band, in set acustico, presenta al club il nuovo singolo: “Contare”.

Lara Martelli, voce
Giorgio Maria Condemi, chitarra elettrica
Pierfrancesco Aliotta, basso
Vieri Baiocchi, batteria

Pagina Facebook Ufficiale: https://www.facebook.com/bronsonmusica
Account Twitter Ufficiale: https://twitter.com/Bronsonmusica

###

‘Na cosetta è un bistrot all’italiana che sperimenta nuovi abbinamenti tra socialità, ricercatezza enogastronomica e live show ispirandosi ai club newyorchesi.
Chiara, Angelo, Luca e Stefano sono i padroni di casa: due pubblicitari, uno chef e un barman al lavoro per ricreare un’atmosfera familiare tra libri per il bookcrossing, divani accoglienti, wi-fi free per il coworking, un tavolo da ping pong per i più sportivi e un palco per ospitare musicisti nazionali e internazionali.
Il locale, aperto a dicembre 2014, si trova a Roma est, nel cuore del Pigneto off, quartiere popolare della capitale raccontato da Pasolini e oggi conosciuto e frequentato per le opere a cielo aperto di street art, i vintage shop, le piccole librerie e i numerosi club che animano la vita notturna.
‘Na cosetta è aperto sette giorni su sette, dalla mattina fino a tarda notte.
Tutte le sere, i piatti sono serviti con musica live. La programmazione è particolarmente orientata verso proposte legate a etichette indipendenti, i generi spaziano dal cantautorato al rock, dall’elettronica al jazz fino ad arrivare al manouche e a rassegne dedicate a racconti inediti di volti noti del panorama musicale.

‘Na Cosetta
Via Ettore Giovenale, 54 Roma (Pigneto)
Ingresso gratuito
Aperti tutti i giorni dalle 10:00 fino a tarda notte
Colazione, co-working, pranzo, cena
Inizio concerti dalle ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta