Emmet Ray Manouche Orkestra @ Vinile (Mercoledì 27 Aprile)


La Emmet Ray Manouche Orkestra torna in concerto nella Capitale

Mercoledì 27 aprile al Vinile di Roma tornano in concerto gli otto grandi musicisti riuniti nella nuova orchestra jazz-manouche, nata dalla comune passione per la musica di Django Reinhardt ed Emmet Ray, personaggio “inventato” da Woody Allen per il suo storico film “Accordi e Disaccordi”, ispirato proprio alla vita e al leggendario talento di Django.

Mercoledì 27 aprile torna in concerto a Roma la Emmet Ray Manouche Orkestra: nuovissima orchestra nata da un’idea del cantautore electro-swing Piji e dall’incontro di alcuni tra i principali esponenti italiani del jazz-manouche. Otto grandi musicisti uniti dalla passione per la musica del leggendario chitarrista Django Reinhardt e per Emmet Ray, personaggio immaginario interpretato da Sean Penn nel celebre film di Woody Allen “Sweet and Lowdown” (“Accordi e Disaccordi”), ispirato proprio alla vita e alla musica di Django.
Già protagonista di un grande concerto al Festival del Jazz Tradizionale di Lanciano e ospite dell’Edicola Fiore di Fiorello, alle ore 21.30 l’orchestra salirà sul palco del bellissimo club Vinile per un elettrizzante evento a ingresso gratuito.
‘orchestra spazia dai tradizionali standard del genere fino alla musica italiana più attuale. Ben cinque chitarre, due contrabbassi, un clarinetto e una voce che regalano un entusiasmo davvero contagioso: il risultato è un ricco e virtuoso cocktail di colori e repertori diversi affrontati con raffinatezza e passione, da ascoltare con attenzione o da ballare sfrenatamente con swing.
Nella formazione: Piji alla voce e alla chitarra ritmica, il clarinettista Gian Piero Lo Piccolo, le chitarre soliste di Moreno Viglione, Augusto Creni e Gabriele Giovannini, Gianfranco Malorgio alla chitarra ritmica, il due contrabbassisti Renato Gattone e Giuseppe Civiletti.




“Perché Emmet Ray? Perché è molto interessante. Per me Emmet Ray è un personaggio affascinante. Ero un suo grande fan quando ero più giovane, lo trovavo assolutamente eccezionale come chitarrista. Ed era buffo, cioè, ecco non so, forse buffo è sbagliato, diciamo che era patetico, era iperbolico, era, non so, era volgare, molto sgradevole”.
Woody Allen

LINK
Mercoledì 27 aprile ore 21.30
Vinile, via Libetta 19 – Roma
Ingresso gratuito – Prenotazioni: tel. 392.9812611 – 06.57288666
Website Vinile http://www.vinileroma.it/
Evento FB: https://www.facebook.com/events/219079795130429/