Alberto Fortis in concerto all’Auditorium Parco della Musica (Martedì 3 Maggio)


Auditorium Parco della Musica Roma
Martedi 3 maggio ore 21,00

ALBERTO FORTIS
IL NUOVO EP DAL TITOLO “CON TE”

Alberto Fortis, martedi 3 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma.Un vero e proprio ponte artistico verso il futuro, il nuovo EP di ALBERTO FORTIS “Con Te” (Formica/Sony Music Entertainment Italy) uscito in tutti i negozi e digital store da venerdì 8 aprile.

Registrato al TMB Factory Studio di New York, “Con Te” inaugura una nuova stagione musicale della sua carriera. Cinque le canzoni contenute in questo nuovo lavoro discografico: il brano inedito “Con Te”, una versione inedita del testo di “Aldilà (a Francesco)” dedicata a Papa Francesco e tre canzoni completamente rielaborate, con un suono attuale e viscerale che evidenzia la nuova direzione artistica dell’autore “Tu Lo Sai”, “Infinità Infinita”, “Do L’Anima”.

“L’EP trainato dal singolo promozionale Con Te – afferma FORTIS – è una mia volontà di determinare una ripartenza anche stilistica nei suoni e nella produzione delle songs con il punto di forza dei testi di queste cinque canzoni pregni di una forza e di un’immediatezza che mi riavvicina come personale sentire all’intensità dei miei primi lavori di inizio carriera”.

L’EP “Con Te” è prodotto da Alberto Fortis per Formica Music, la produzione artistica e gli arrangiamenti sono di Roberto Baldi e Zenîma. La produzione esecutiva è affidata a Marco Zischka.

Alberto Fortis, ha suonato Pianoforte e Armonica, al basso Ektor Jakobsson, batteria e percussioni Ronan Kling, chitarre Marco Guarnerio, tastiere e synths Roberto Baldi, minimoog, mellotron, vocoder e additional vocals Zenîma, fiati e archi The Windmill Ensemble di Boston, cori Sandy Chambers e Luca Jurman.

Dal 26 aprile Fortis sarà protagonista del “Con Te in Tour”, organizzato da International Music and Arts (infoline: www.internationalmusic.it tel. 059 644688), che debutterà dal Teatro Novelli di Rimini. L’artista proporrà al pubblico, nella formula pianoforte e voce, le nuove canzoni dell’EP “Con Te” e tutti i successi del suo grande repertorio.

Alberto Fortis, classe 1955, da bambino gioca con la musica. A tredici anni è batterista di una band, a sedici appare per la prima volta in TV.Proprio la musica ascoltata, suonata e composta, sarà il sottofondo della maturità classica, degli studi di medicina e della sua vita.Il debutto discografico è nel ’79 con l’album “Alberto Fortis” dove viene accompagnato dalla Premiata Forneria Marconi e con il quale ottiene subito un grande successo. Alberto conquista rapidamente l’affetto del pubblico con canzoni come “La sedia di lillà”, “Il Duomo di notte”, “Milano e Vincenzo”, “Settembre” e “La neña del Salvador” che lo consacrano tra i grandi protagonisti della musica italiana.Sedici album realizzati tra Italia, Stati Uniti e Inghilterra, un disco di platino, due d’oro e oltre un milione e mezzo di dischi venduti.Ha collaborato con artisti illustri come George Martin (produttore dei Beatles), la London Philarmonic Orchestra, PFM (Premiata Forneria Marconi), Claudio Fabi, Lucio Fabbri, Gerry Beckley (degli America), Carlos Alomar (produttore di David Bowie), Bill Conti, Guido Elmi e l’Orchestra Sinfonica Arturo Toscanini.I concerti e il contatto diretto con il pubblico sono punti di forza della sua carriera, tanto nelle esibizioni per pianoforte e voce, quanto nei concerti con formazioni musicali complete; Alberto suscita entusiasmo e partecipazione nel pubblico più eterogeneo.Anche gli incontri con Paul McCartney, Yoko Ono e con il regista Wim Wenders, hanno contribuito a sdoganare la sua musica live oltreoceano, facendolo esibire in concerto a Los Angeles e New York.Sensibile ai temi sociali e umanitari, Alberto è ambasciatore UNICEF a tutela dei bambini della popolazione nativo-americana Navajo, testimonial di A.I.S.M. (Associazione Italiana contro la Sclerosi Multipla) e di City Angels (Associazione umanitaria di volontariato sociale).Nel settembre 2014 è uscito Do L’Anima, il suo ultimo album di inediti, a distanza di otto anni dal precedente progetto discografico. Do L’Anima è stato co-prodotto insieme a Lucio Fabbri e vede tra gli altri la partecipazione di Biagio Antonacci, Roberto Vecchioni e Carlos Alomar. Venerdì 8 aprile uscirà in tutti i negozi e digital store il nuovo EP “Con Te” (Formica/Sony Music Entertainment Italy), registrato al TMB Factory Studio di New York, inaugura una nuova stagione musicale della sua carriera.Il 26 aprile Fortis sarà protagonista del “Con Te in Tour”, organizzato da International Music and Arts (infoline: www.internationalmusic.it tel. 059 644688).




www.albertofortis.it

Facebook https://www.facebook.com/fortisalberto
Twitter https://twitter.com/albertofortis
Istagram https://www.instagram.com/albertofortis/

#CONTE #CONTEINTOUR

“Con Te” è contraddistinta da un linguaggio immediato sia per quanto concerne i testi che per gli arrangiamenti, caratterizzati da sonorità Soul-Gospel contemporanee, da un’intensità e una semplicità inedite. In questo nuovo brano il cantautore esprime con grande emozione, il desiderio naturale e destinico di poter condividere la vita, insieme alla moglie ed al figlio, che non ha mai avuto, un vero e proprio inno all’Amore.
Il Videoclip di “Con Te”, è stato girato presso il Collegio Rosmini di Domodossola, dove Alberto ha studiato da ragazzo, con la sceneggiatura dello stesso Fortis e la regia e le coreografie di Max Volpini.

“Tu Lo Sai” ha come elemento portante, un’anima ritmica e percussiva primordiale, profonda, universale. Che spinge al movimento. è pregna di un testo Alchemico & Poetico, dedicato alle Forze della Natura, alla Strada tracciata della Percezi1One, alla Forza dello Spirito e della Lotta, alla vergogna sbagliata di urlare il proprio Nome al servizio della Società: dedicata a Gesù, Gandhi, Martin Luther KING Jr, ai fratelli Kennedy, Itzak Rabin, Pier Paolo Pasolini, John Lennon : Esistenze eccellenti ,che condividono lo stesso Destino, nel Nome della Libera Dignità.

“Infinità Infinita” atmosfere Spanish Bronx con un incalzante Latin Beat. Il testo è arricchito di un recitato dell’Artista, da lui definito “raPoetry”. Un Giorno l’Infinito ti incontrerà per Strada e Ti parlerà. Avrà sembianze umane: è normale, l’Infinito è umano. Ti farà capire che essere un Pagliaccio è meraviglioso e che riuscire a stare soli è la conquista più importante che possa esistere: perché hai sconfitto ciò che più fa paura. Asciugare lacrime o sciogliere neve all’inferno, sono azioni contrarie, figlie di una stessa Madre: l’Acqua. La Vita è un susseguirsi di opposti, che esistono proprio in quanto tali. E se le lacrime sono acqua e l’acqua è neve, allora l’Inferno si spegnerà di lacrime. Così l’Infinito, per strada, ti dirà: “Perché affannarsi tanto, se tanto già si sa, che tutto è già deciso, anche l’Eternità”.

“Do L’Anima” una travolgente sonorità Post-Rock, di respiro Internazionale. quanto ci impiegheremo a comprendere che i Nostri 21 grammi sono qui, in questo Pianeta, per gioire e godere del fatto che siamo nati, dato che è questo che ha deciso l’Attimo in cui siamo nati? Si può anche immaginare di volare e abbracciare il Cielo e certo è più che sublime: ma quanto desideriamo è tornare, per abbracciare qualcuno e sentirci carnalmente attaccati e uniti a una verità con cui condividerci: è questo il vero Senso. Sperando che un Giorno, un fulmine liquido e caldo, distrugga il buio che comanda l’Arte Musica. L’Anima è bianca e il bianco è l’invincibile Sorgente di ogni colore.

“Aldilà (a Francesco)” in cui le liriche sono state scritte insieme a don Gabriele Corini, stimato Teologo e autore di libri. È un’accorata celebrazione e dedica a Papa Bergoglio, che tanto sta facendo per promuovere i valori spirituali e sociali. Quale vero Dio ti domanda che Dio vorrai? Un vero Dio è felice solo per il fatto che tu creda. La Religione è la Madre di tutte le guerre e qualsiasi Dio potrebbe inorridire a questo pensiero, ma quando finisce l’inganno del potere, comincia la bellezza della Parola: Papa Francesco ben sa che Francesco d’Assisi era la iuta contro l’oro zecchino, era L’Aldilà visibile quotidianamente, era la periferia senza la quale non esiste un centro: L’Aldilà siamo Noi, sono i suoni che emettiamo, il colore che rappresentiamo, la Proiezione del Nostro Desiderio, che anche se pensa continuamente e distrattamente a un Domani, muore in realtà dalla voglia di vivere oggi.

IN VENDITA SU TICKETONE.IT

www.ventidieci.it