‘Na Cosetta: i concerti dal 13 al 18 giugno


‘NA COSETTA LIVE
Concerti 13 – 18 giugno
Via Ettore Giovenale, 54
Roma – Pigneto
Inizio concerti ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta
– INGRESSO GRATUITO –

Lunedì 13 giugno
OPEN SWING LAB
L’appuntamento settimanale con il laboratorio sperimentale di swing tra jam session e lindy hop a cura di Giorgio Cùscito

Martedì 14 giugno
JARRED, THE CAVEMAN

Mercoledì 15 giugno
ZELO IN CONDOTTA

Giovedì 16 giugno
DANIELA DI RENZO

Venerdì 17 giugno
FRANCESCA LAGO

Sabato 18 giugno
DEBORA PETRINA

Lunedì 13 giugno
OPEN SWING LAB
L’appuntamento settimanale con il laboratorio sperimentale di swing tra jam session e lindy hop a cura di Giorgio Cùscito

Grande festa per l’ultimo appuntamento del lunedì con l’OPEN SWING LAB, l’unico originale “gruppo di studio” degli stili del jazz classico e dello swing.
Un appuntamento fisso dedicato ai musicisti di qualsiasi estrazione e ai ballerini di lindy hop. Il salotto del bistrot, animato da musicisti e lindy hoppers, si trasforma in un grande laboratorio dove il jazz – suonato e raccontato – riscopre una delle sue declinazioni più antiche: la danza. Open Swing Lab è infatti più di una jam session, si tratta di una vera e propria scuola di musica a palco aperto. Direttore dei lavori, il sassofonista Giorgio Cùscito, consacrato durante il Roma Jazz Festival 2014 “Ambasciatore dello swing a Roma”, con lui sul palco Gino Cardamone alla chitarra e Giuseppe Talone al contrabbasso. Dopo il primo set, il trio diventa open swing lab e partecipano alla musica nomi noti del panorama jazzistico e ballerini di lindy hop, pronti a cimentarsi nella scoperta di un nuovo linguaggio.

Primo set
Giorgio Cùscito – sax tenore
Gino Cardamone – chitarra
Giuseppe Talone – contrabbasso

Secondo set: OPEN SWING LAB

Martedì 14 giugno
JARRED, THE CAVEMAN

Un trio che lega fra loro l’Argentina, l’Italia e l’America del folk, i “Jarred, the Caveman” sono Alejandro Baigorri (chitarra e voce), Matteo Garattoni (contrabbasso) e Luca Guidi (batteria), insieme fondono le sonorità del folk americano alle suggestioni della scena indie europea e in particolare britannica. Dopo un primo EP – Back Into the Sinkin’ Ship – del 2013, a ottobre 2015 la band pubblica “I’m Good If Yer Good” (Post-prodotto da Antonio Gramentieri), il primo CD completo e con il quale continua a muoversi nella direzione di un sound sempre più personale e rifinito. Il disco, poetico e irriverente, conserva sonorità che affondano le proprie radici nel folk americano ma sfociano in atmosfere tipiche dell’ambiente indie contemporaneo: a scenari cupi e quasi claustrofobici si alternano spazi aperti e nitidi, momenti di spensieratezza sono contrastati da ritmi incalzanti e coinvolgenti.

http://www.jarredthecaveman.com

Mercoledì 15 giugno
Francesco Forni e Luca Carocci in ZELO IN CONDOTTA
special guest Filippo Gatti

Prove aperte sul palco di ‘na cosetta per un nuovo progetto ideato da Francesco Forni con Luca Carocci. Un giradischi, una tavola imbandita, qualche chitarra, dei vinili e molte cose da raccontare. Questi i presupposti della serata ZELO IN CONDOTTA dove il palco del club diventa il tavolo degli sposi, il lancio dei brindisi, le note cantate per innamoramento alla notte in compagnia. Tra musica, poesia e racconti, i due artisti si aprono al pubblico coinvolgendo Filippo Gatti, special guest della serata e musicista/produttore con cui nel tempo hanno condiviso un lungo percorso.

BIO FRANCESCO FORNI

Francesco Forni ha alle spalle una carriera longeva e ricca di produzioni che spaziano dalla composizione di colonne sonore per teatro, per cinema ad una copiosa discografia in cui figura in diversi ruoli: chitarrista, compositore, produttore, cantautore. Artista originale e caparbio nella ricerca delle sonorità che meglio lo rappresentano, Forni è sempre aperto ad innesti e contaminazioni di altri generi, estroso nella scrittura dei testi, abilissimo nel creare ambienti suggestivi, psichedelici, passionali e visionari, generoso nel concedersi in intense esibizioni d’indubbia destrezza vocale e strumentale dal vivo. Dal 2012 è legato artisticamente ad Ilaria Graziano in un progetto amatissimo da pubblica e critica. Fra i suoi ultimi lavori le colonne sonore di “Educazione Siberiana” di N.Lilin regia di G. Miale Di Mauro, “Erodiade” di P. Sepe con Maria Paiato, “Santos” di R. Saviano/M. Gelardi, la collaborazione con l’Angelo Mai per le produzioni Blumotion e l’ideazione e produzione con Armando Pirozzi del Caracallas Total Show (ad oggi 15 spettacoli diversi), con Niccolò Fabi per il concerto video live di “Ecco”, con i Calibro 35. Nelle passate collaborazioni anche partecipazioni a colonne sonore come “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino, “Volevo solo dormirle addosso” di Eugenio Cappuccio, tour con James Senese e Napoli Centrale, Marina Rei, Capone.

BIO LUCA CAROCCI

Neo vincitore del Premio del Pubblico e del Premio della Critica (ex equo con Mimosa Campironi) delle “Audizione live” di Musicultura 2016, Luca Carocci è al lavoro per l’atteso nuovo disco in uscita quest’anno con la produzione artistica di Filippo Gatti e la produzione esecutiva di Pietro Sermonti.
La sua storia musicale nasce nel 1996 quando parte per un viaggio in Sri Lanka e decide di mischiarsi con altri musicisti, in un modo diverso e più intimo. Il suo viaggio è continuato: Zanzibar, Maldive, Brasile, Miami, Repubblica Dominicana, Grecia, Barcellona ed infine Messico. Da qui, il ritorno in Italia e la necessità di fermarsi e sistemare tutte le storie vissute in quegli anni di lunghi viaggi. Circa 15 anni dopo, Luca entra a far parte della “Fiorirari” ed esce nel 2014 il suo progetto musicale “GIOVANI EROI”, album realizzato con la produzione artistica di Luca e Claudio Domestico (Gnut) e la collaborazione di Angelini/Rossi. Oggi coinvolge per le registrazioni del suo nuovo lavoro artisti come Margherita Vicario, Francesco Forni, Roberto Angelini, Alberto Bianco e due musicisti di eccezione: Fabio Marchiori (Bobo Rondelli, Linton Kwesi Johnson) e Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours).

Giovedì 16 giugno
DANIELA DI RENZO




Cantautrice e psicoterapeuta, da sempre legata alla tradizione cantautorale e popolare italiana, oltre che al folk angloamericano, Daniela Di Renzo presenta sul palco di ‘na cosetta il suo disco d’esordio “Non esco mai senza il mio cuore addosso”. L’album è un lavoro dove il cuore, appunto, è cucito su ogni pagina scritta e in ogni nota suonata. Il progetto nasce dall’esigenza di Daniela di Renzo, autrice dei testi e della musica, di raccogliere e cucire in un’unica trama le idee sparse, gli spunti e gli appunti del suo lavoro da psicoterapeuta, con gli accordi dell’amato pianoforte. Mentre il suono morbido del pianoforte si mescola alle atmosfere più nordiche e jazzate (con echi alla musica popolare e al Folk & Blues americano), i testi attingono a piene mani dall’universo delle relazioni: i legami, i sentimenti, che grazie alla musica riescono a restituire con lievità anche le contraddizioni, gli eterni conflitti, le separazioni, le resistenze nell’incontro con l’altro.

Venerdì 17 giugno
FRANCESCA LAGO

Francesca Lago calca il palco di ‘na cosetta con il suo nuovo album – “Mirrors Against the Sun” Urtovox (I), T3 Records Berlin (D) – uscito il 15 gennaio 2016. Un lavoro visionario, anticonformista e indipendente, dalle atmosfere oniriche di indubbia raffinatezza. Gli elementi chiave per avvicinarsi al mood dell’album sono la cura maniacale per i suoni, la definizione di eleganti ed essenziali arrangiamenti, i testi con richiami esistenzialisti ed investigativi. Coadiuvata dal violoncello di Zeno Gabaglio e dal polistrumentista Leziero Rescigno (La Crus, Amor Fou) che cura la produzione artistica di questo nuovo capitolo della sua carriera, Francesca Lago approfondisce con attenzione meticolosa un suo universo sonoro in cui trovano spazio echi di una tarda wave anni ‘80, ma anche richiami alle ragnatele sonore degli Stereolab, dei Van Pelt e dei Sea and Cake.

Biografia
Francesca è nata a Milano, ha iniziato a suonare il pianoforte da bambina e la chitarra a 14 anni. La sua prima esibizione dal vivo è arrivata
poco dopo. Pubblica il primo disco con la band garage-punk The Wrongside (1995) seguito due anni dopo da ‘Mosca Bianca’, primo album solista pubblicato da Edel nel 1997. Il disco fu prodotto da Morgan, Roberto Vernetti e Casino Royale e vide la partecipazione del leggendario Marc Ribot alla chitarra. Dopo la tournée di presentazione di Mosca Bianca (30 concerti in Italia) Francesca si ritira per qualche anno
e ritorna nel 2009 pubblicando The Unicorn (On the Camper Records). E’ del 2011 Siberian Dream Map, un disco che l’ha portata ad esibirsi oltre che in Svizzera, in Francia, Italia e Germania. L’album è stato ri-pubblicato nel 2013 dall’etichetta T3 Records in Germania. Due volte semi-finalista al prestigioso concorso inglese UK Songwriting Contest (2009 e 2011), Francesca è co-autrice ed interprete della canzone ‘I do believe you’ per la campagna televisiva di Save the Children. La sua canzone Black Thoughts #2 è parte della Colonna Sonora del film ‘Tutti Giù’ (Imago Film, 2012) mentre ‘Bad Dream’ è parte della colonna sonora di ‘Fuori Mira’ (Ventura Film, 2014).

francescalago.com
facebook.com/francesca.lago

Sabato 18 giugno
DEBORA PETRINA

Cantante, pianista, compositrice e danzatrice/performer, Petrina costituisce un unicum nel panorama italiano, sintetizzando con classe visionaria un obliquo e sensuale cantautorato con le sperimentazioni del pop‐rock, con l’elettronica, con la musica d’avanguardia e con il jazz. Stimata da David Byrne, che ha spesso pubblicato i suoi brani nelle sue radio playlist di preferiti, har egistrato ora il suo quarto album come cantautrice: ”Be Blind”‐ (AlaBianca/Warner). Nel disco Petrina mette a fuoco il suo percorso di autrice e compositrice orchestrando un’opera compatta e coesa in cui il genere pop‐rock viene declinato in chiave del tutto personale, assemblando dentro di sé suggestioni della psichedelia, del funky, del prog, dell’elettronica, della musica classica e corale; un’opera intensa e inquieta, spesso dalle tinte scure, la cui forza espressiva sta nella fusione di ricerca e immediatezza, densità e semplicità.

Biografia
Cantante, pianista, compositrice e danzatrice/performer, Petrina costituisce un unicum nel panorama italiano, sintetizzando con classe visionaria un obliquo e sensuale cantautorato con le sperimentazioni del pop‐rock, con l’elettronica, con la musica d’avanguardia e con il jazz. Stimata da David Byrne, che ha spesso pubblicato i suoi brani nelle sue radio playlist di preferiti, ha registrato ora il suo quarto album come cantautrice (”Be Blind”‐ AlaBianca/Warner). Ha ricomposto un brano di John Cage la cui partitura è pubblicata worldwide a nome Cage‐Petrina col titolo ”Roses of the Day” da Editions Peters (NY), l’editore ufficiale di tutte le opere del celebre compositore americano scomparso nel 1992. Ha registrato un album con Paolo Fresu e alcuni dei più noti jazzisti italiani per l’Espresso/LaRepubblica e ha recentemente cantato come protagonista a fianco di Nicholas Isherwood in un’opera contemporanea “Il ritorno dei Chironomidi”prodotta dal Teatro La Fenice di Venezia. Ha registrato in Europa e negli Stati Uniti album di inediti pianistici di Morton Feldman (OgreOgress) e di Sylvano Bussotti (Stradivarius). Ha suonato con John Parish, Elliott Sharp, Jherek Bischoff, Mike Sarin, Nicholas Isherwood, Paolo Fresu, Mario Brunello, Sylvano Bussotti, esibendosi a New York, San Francisco, Los Angeles, Seattle, Londra, Berlino, Colonia, Madrid, Strasburgo, Tokio e Osaka.

“Supercharged Machine”
https://www.youtube.com/watch?v=XQuN65fBbws

http://www.deborapetrina.com/
http://petrina.bandcamp.com/
http://www.facebook.com/deborapetrina

###

‘Na cosetta è un bistrot all’italiana che sperimenta nuovi abbinamenti tra socialità, ricercatezza enogastronomica e live show ispirandosi ai club newyorchesi.
Chiara, Angelo, Luca e Stefano sono i padroni di casa: due pubblicitari, uno chef e un barman al lavoro per ricreare un’atmosfera familiare tra libri per il bookcrossing, divani accoglienti, wi-fi free per il coworking, un tavolo da ping pong per i più sportivi e un palco per ospitare musicisti nazionali e internazionali.
Il locale, aperto a dicembre 2014, si trova a Roma est, nel cuore del Pigneto off, quartiere popolare della capitale raccontato da Pasolini e oggi conosciuto e frequentato per le opere a cielo aperto di street art, i vintage shop, le piccole librerie e i numerosi club che animano la vita notturna.
‘Na cosetta è aperto sette giorni su sette, dalla mattina fino a tarda notte.
Tutte le sere, i piatti sono serviti con musica live. La programmazione è particolarmente orientata verso proposte legate a etichette indipendenti, i generi spaziano dal cantautorato al rock, dall’elettronica al jazz fino ad arrivare al manouche e a rassegne dedicate a racconti inediti di volti noti del panorama musicale.

‘Na Cosetta
Via Ettore Giovenale, 54 Roma (Pigneto)
Ingresso gratuito
Aperti tutti i giorni dalle 10:00 fino a tarda notte
Colazione, co-working, pranzo, cena
Inizio concerti dalle ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta