FREEDOM AIN’T FREE – Tribute to Black Freedom Struggle @ Forte Prenestino (Mercoledì 8 Aprile)


FORTE PRENESTINO

presenta

M1 (Dead Prez) & BONNOT
in concerto
a seguire dj set di ICE ONE

FREEDOM AIN’T FREE
TRIBUTE TO BLACK FREEDOM STRUGGLE
& BLACK/NEW AFRIKAN PP/POWs
INCONTRO/DIBATTITO
dalle 21:00

FORTE PRENESTINO
ROMA, MERCOLEDI’ 8 APRILE 2015

A coloro la cui umanità è troppo preziosa per essere distrutta da muri, sbarre e case della morte.
E soprattutto: a coloro che continueranno a lottare,
finché il razzismo e l’ingiustizia di classe non saranno banditi per sempre dalla nostra storia.
Angela Davis

8 aprile 2015: l’hip hop militante è di nuovo protagonista al c.s.o.a. Forte Prenestino.
Sono di scena le sonorità dell’orobico Bonnot (compositore e dj di Assalti Frontali) fuse alla voce dell’americano M1 (fondatore dei Dead Prez). Due attivisti, due artisti, un comune progetto di cultura rivoluzionaria (AP2P – All the Power To the People). Un’arte che è espressione diretta della tradizione culturale, delle comunità, dei movimenti antagonisti a cui appartengono.
A seguire dj-set di Ice One

La giornata sarà arricchita dall’incontro/dibattito sulla lotta per i diritti umani e politici delle comunità afroamericane, dei detenuti politici e della più generale lotta di resistenza al potere delle istituzioni. Si ricercherà e ricalcherà quel fil rouge che lega i movimenti black degli USA anni ’60, passando attraverso la cultura di strada degli albori dell’hip hop e la lotta armata degli anni 70/80, fino ai giorni nostri.

Con la presenza di coloro che hanno vissuto quegli anni e la seguente dura repressione sulla propria pelle, pagando, col carcere e non solo, la propria appartenenza politica e la coerenza delle proprie idee. Due attiviste del Sekou Odinga Defense Committee, come Dequi Odinga, insegnante e moglie di Sekou Odinga (fondatore dei Black Panthers del Bronx di NY e in prigione dal 1981 al 2014) e Yaa Asantewaa Nzingha, artista, educatrice, ci parleranno della loro esperienza pluridecennale. Insieme a loro George Sen One Morillo, attivista, fuorilegge dei primi anni ’80, ricercato per i suoi graffiti dalla polizia di Nyc: uno dei primi writers al mondo, e naturalmente, M1 (ossia Mutulu Olugbala aka M1 from Dead Prez), leggenda dell’hip hop militante mondiale. Sarà della serata anche Gerardina Colotti, oggi redattrice de il Manifesto, ma per ventisette anni in carcere per la sua militanza nelle Brigate Rosse.

Fin dal primo pomeriggio sarà possibile confrontarsi con la black music e la cultura di strada, attraverso l’incontro con le quattro discipline (Djing, Mcing, Writing, Breaking). Open mic, con ai controlli 187 klan versus Più Rivolta., writing con Bol 23, Solo, Napal, Fab137, collettivo Dans la rue e le possibili sortite di Sen One., il tutto in uno spazio aperto alle esibizioni di breakdance e condito da quelle del gruppo Parkour della Pallestra, la Palestra Popolare del Forte Prenestino.

Per coloro i quali ancora oggi ingiustizia e razzismo rappresentano dei veri ostacoli alla reale convivenza civile la presenza è d’obbligo.
Freedom ain’t free – Tribute to Black Freedom Struggle & Black/New African PP/PoWs,
8 aprile 2015, c.s.o.a. Forte Prenestino, Centocelle Roma.

BIOGRAFIE

Mutulu Olugbala aka M1 e Bonnot

M1 è uno dei protagonisti della scena radicale dell’Hip Hop di New York, fondatore dei Dead Prez , portavoce dei movimenti di liberazione afroamericani. Ha lavorato con tutti i più importanti nomi della Black Music, da Erykah Badu a Jay-Z, da Talib Kweli a Kanye West.

Bonnot dal 2005 è il
 produttore della storica band romana Assalti Frontali. 
In ambito internazionale lavora continuativamente dal 2011 con 
il leggendario rapper M1 del duo newyorkese Dead Prez (1 full album + 3 tour Europei e Statunitensi). Il 14 Novembre 2013 l’artista 4 volte vincitore di Grammy “Macklemore” li invita ad esibirsi nel proprio show al Madison Square Garden di New York – sold out – davanti a 20.000 persone. Nel 2014 gli viene commissionato il remix ufficiale di Time Travel dei Dead Prez feat. Busta Rhymes, Black Thought (the Roots), Bun B, uscito in anteprima esclusiva sulla rivista DJ MAG UK.
Più di mille i concerti all’attivo, suonando in tutta Europa, Stati Uniti, Emirati Arabi e Sud Africa.




Il 4 Giugno 2014 F. Sotti lo invita sul palco del prestigioso Blue Note Jazz Festival a New York, dove Bonnot ha suonato assieme ai migliori jazzisti della scena mondiale tra cui Sotti (Miles Davis, Cassandra Wilson), Mino Cinelu (Weather Report, Miles Davis), Francisco Mela (J. Scofield), Tony Grey (Herbie Hancock), Ray Angry (The Roots). Tra produzioni e collaborazioni live possiamo citare: Dead Prez, Paolo Fresu, General Levy, Asian Dub Foundation, Dj Gruff, Colle der Fomento, Inoki Ness, Shadia Mansour e 99 Posse.

Dalle strade di New York a quelle della Florida, dalle strade di Roma a quelle di Bergamo, dal movimento di Liberazione Nero a quello Antagonista italiano, dai Dead Prez agli Assalti Frontali, per annunciare la collaborazione tra M1 e Bonnot, che ha trovato anche un proprio progetto nell’acronimo AP2P- All Power To the People.

IceOne

IceOne nasce a Torino nel 1966 e inizia la sua attività di DJ nell’ 82 a soli quindici anni. Già nell’ 83 comincia a far risuonare il suo nome in tutta Italia, come pioniere di serate solo hip hop o electrofunk. Cresciuto a Roma, vede nascere le prime aggregazioni di appassionati del genere agli inizi degli anni ‘80 e diventa protagonista della scena italiana. Nei primi anni ‘90 forma il gruppo dei Power Mc’s assieme a Duke Montana e Julie P, primo progetto rap in lingua inglese che pubblica diversi brani e che produce anche altri artisti, come i South Force, Charlie Jay e DJ Style.

Molteplici le sue collaborazioni e produzioni all’interno del mondo della musica italiana tout court, dalle nascita di gruppi come Colle der fomento , tra i precursori del rap italiano, a quelle con Frankie Hi Nrg, Francesco Zampaglione dei Tiromancino, Riccardo Senigallia.

Non risulta facile descrivere un personaggio così poliedrico, nella sua pluridecennale carriera, se non segnalando alcune delle sue opere. L’album “B-Boy Maniaco”, primo ed unico disco a nome Ice One, esce la prima volta nel 1995, in tiratura limitata in Cd, Vinile e Cassette per la Mandibola Records / IRMA records. Nel 1996, sempre con IRMA records, esce il primo album del Colle Der Fomento dal titolo Odio Pieno. In entrambi i lavori partecipa anche Er Piotta. Lo stesso anno esce anche il suo primo album come DJ Sensei dal titolo “Crescendo: The Dark Side of Funk”, progetto che fonde trip hop, elettronica con il suo amore per le colonne sonore dei film Horror. L’amore per il cinema e la musica che lo accompagna, fanno si che molti brani di Ice One siano spesso stati scelti per essere inseriti in varie colonne sonore.

Ha collaborato poi, in diverse forme (remix, produzioni, coproduzioni e concerti etc.), anche con: Almamegretta, Otto Ohm, Niccolò Fabi, Tiromancino, Afrika Bambaataa, Public Enemy, 99Posse, Assalti Frontali, La Pina, Flaminio Maphia, Esa, Ustmamò, Elisa, Franco Califano, Tying Tiffany.

Le sue produzioni e le sue selezioni musicali spaziano dall’hip hop classico a quello sperimentale, e passano dalla dubstep all’ electro, dal break beat al tech-rock, dal funk al rare groove in un trip di sonorità sempre evocative tendenti al dark e all’oscurità. Il suo nome risuona oltre i confini nazionali. Afrika Bambaataa, in un’intervista, dice di lui “IceOne non ha seguito l’onda della nascita dell’ hip hop ma ha contribuito a formarla, per cui non posso che considerarlo uno dei padri di questa cultura. Lui c’era dai primi giorni”.

FREEDOM AIN’T FREE
TRIBUTE TO BLACK FREEDOM STRUGGLE
& BLACK/NEW AFRIKAN PP/POWs
MERCOLEDI’ 8 APRILE 2015
FORTE PRENESTINO, CENTOCELLE, ROMA
dalle 14:00
Musica e Cultura di Strada:
Writing, Mcing, Dijng, Breakdancing (+Parkour)
dalle 21:00
Incontro/dibattito con
Dequi Odinga, George Sen One Morillo,
Mutulu Olugbala aka M1 from Dead Prez,
Yaa Asantewaa Nzingha, Gerardina Colotti
dalle 23:00
M1 (Dead Prez) & BONNOT in concerto

Inizio concerto ore 23.00
Sottoscrizione 5 euro
c.s.o.a. Forte Prenestino
Via Federico Delpino – Roma tel. 06 21807855
In funzione: Taverna, Infoshop, Pub, Enoteca, Sala da The.

C.S.O.A. Forte Prenestino
via Federico Delpino – Centocelle – Roma
Segreteria tel 06.21807855
dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15.00 alle 20.00
Web: www.forteprenestino.net
Mail: segreteria@forteprenestino.net
tram 5-19-14
bus 542-544