Monterocktondo XIV Edizione: il 29 ottobre Epo e Gnut in concerto


COOPERATIVA SOCIALE FOLIAS
presenta

MONTEROCKTONDO
XIV EDIZIONE

@ Centro di Aggregazione Giovanile IL CANTIERE
Monterotondo Scalo (Roma)

MONTEROCKTONDO XIV EDIZIONE

La Cooperativa Sociale Folias è orgogliosa di organizzare e promuovere la quattordicesima edizione del Monterocktondo, il più longevo e resistente festival rock per band emergenti della provincia romana e di tutto il Lazio.

SABATO 29 OTTOBRE 2016

21.00 –> SELEZIONI LIVE: Pocaroba e The rave ;

22.00 –> GNUT e EPO in concerto

@ Centro di Aggregazione Giovanile IL CANTIERE
Via Aldo Moro, snc – Monterotondo Scalo (Roma)

INGRESSO A SOTTOSCRIZIONE LIBERA

 

MONTEROCKTONDO 2016
[Ottobre – Dicembre 2016]

La Cooperativa Sociale FOLIAS, attraverso la storica iniziativa del MONTEROCKTONDO, sempre più a corto di finanziamenti pubblici, vuole continuare a investire sulla necessità di creare relazioni sociali ed occasioni di espressione artistica per i giovani.
L’edizione 2016 rientra nelle iniziative denominate “20 Esercizi di bellezza per i nostri 20 anni” e promosse da Folias per i suoi 20 anni, per rimettere al centro l’energia positiva e la bellezza attraverso atti concreti di abbellimento delle città. L’intento è quello di contrastare le logiche istituzionali, politiche e di mercato che vorrebbero schiacciare cooperative come la nostra ad essere imprese precarie, tristi ed inquadrate solo nell’angolo della mera gestione di soldi pubblici.
Monterocktondo e Il Cantiere sono la prova vivente che un altra visione del mondo è possibile. A prova di questo, una volta concluso il festival, si darà anche vita ad una campagna di raccolta fondi insieme ai cittadini per abbellire e ristrutturare i locali del Centro di Aggregazione Giovanile Il Cantiere, per ribadire che gli spazi sociali, dove oltre la musica si realizzano importanti servizi sociali ed educativi, non possono e non devono essere cancellati o ridotti per mancanza di fondi pubblici, ma sono un patrimonio fondamentale della comunità.
MONTEROCKTONDO, che per la sua quattordicesima edizione gode di un piccolo ma importante contributo del Comune di Monterotondo (Assessorati Cultura e Politiche giovanili), propone i live delle 6 band emergenti che hanno passato le selezioni demo del concorso, in tre serate di musica dal vivo di alto livello ed una finale che si annuncia incendiaria.

La location è sempre il CANTIERE Centro di aggregazione giovanile di Monterotondo Scalo. Un piccolo gioiello in mezzo alle case popolari di Via Aldo Moro ed autentico e magico salotto della musica, dove da oltre 20 anni si è esibito il meglio della scena rock italiana.

IL PROGRAMMA

La prime due band Blowers on Fire e The Desperates si sono esibite, lo scorso 9 Ottobre, nell’ambito dell’iniziativa Ciao Tromh 2016, la storica iniziativa si organizza ogni anno a Monterotondo per ricordare Maurizio, per tutti Tromh, writer ed amico scomparso nell’agosto del 2011.
Le altre 4 band si esibiranno in altre due serate il 29 ottobre ed il 26 novembre al Cantiere di Monterotondo Scalo. Ogni sera, quindi, ci saranno due band in concorso ad esibirsi prima di gruppi ben noti nel panorama della musica alternativa italiana.
A dicembre poi sarà la volta della finale, con l’esibizione delle due band vincitrici e una band di grande rilievo di cui ancora non sveliamo il nome, ma che sarà una grande sorpresa.
Come da 14 anni a questa parte anche quest’anno le proposte musicali che abbiamo deciso di offrire rappresentano alcune tra le realtà di maggiore spessore nel panorama musicale italiano per sapere coniugare un alto livello qualitativo con una forte volontà di mantenere intatta la propria indipendenza e onestà artistica.

Sabato 29 Ottobre sul palco, insieme per una serata incredibilmente speciale, gli EPO e GNUT, entrambi di origine partenopea (aprono le due band finaliste Pocaroba e The Rave).




EPO
La band nasce nel 2000 dall’incontro tra la sensibilità artistica del chitarrista e autore Ciro Tuzzi e le idee del produttore e tastierista Mario Conte (Meg, Colapesce). L’intenzione è quella di fornire una chiave di lettura nuova ed attuale a canzoni ispirate e mai banali, nel solco della tradizione del miglior songwriting italiano, e non solo. Con all’attivo tre album, un EP uscito pochi mesi e con un disco completamente in lingua napoletana attualmente in lavorazione, rappresentano una delle band più interessanti nel panorama alternativo italiano con una capacità del tutto originale, soprattutto dal vivo in formazione a 4 come sarà al Cantiere, di far incontrare una poetica delicata, a tratti sussurrata, con suoni elettrici, sporchi e potenti e con un approccio alla musica molto sanguigno.

Formazione:
Ciro Tuzzi: voce e chitarra
Michele De Finis: voce e chitarra
Basso: Gabriele Lazzarotti
Batteria: Jonathan Maurano

GNUT
Claudio Domestico, in arte GNUT, è considerato una delle migliori realtà cantautoriali della sua generazione, per la sua arte fatta di testi leggeri ma di spessore e melodie sospese tra pop e folk, che si condensa in un universo fatto di immagini e visioni che raccontano una quotidianità semplice ma molto profonda. Sul palco, voce e chitarra, presenterà anche alcuni brani dal suo recente EP “Domestico”, pubblicato grazie a una fortunata campagna di crowdfunding realizzata con Musicraiser, e il cui titolo ha un doppio significato: il cognome dell’artista (Claudio Domestico appunto) e il richiamo a una registrazione casalinga e intima.

Sabato 26 Novembre sul palco EMANUELE COLANDREA (aprono le due band finaliste The Enemy Within e Questione di Prospettiva)

EMANUELE COLANDREA
Cantautore della provincia di Latina ed ex membro e cantante degli Eva Mon Amour (nota band con all’attivo tre splendidi album tra il 2009 e il 2012) e del Cappello a Cilindro, dal 2015 è attivo con il suo progetto solista. Cantautore senza fronzoli, schietto e diretto, la sua voce e la sua chitarra sono pura poesia. Un artista, un uomo di strada, che ha percorso chilometri e chilometri con le sue band e in solitaria. Accompagnato da due musicisti e una voce narrante, al Cantiere, oltre ai brani di tutta la carriera di Emanuele, presenterà il suo ultimo disco/racconto “Un giorno di vento”: è una storia, un breve racconto che mette insieme le vicissitudini di alcuni personaggi ritratti nelle canzoni e il live avrà quindi la forma di un intenso concerto/spettacolo.

PROGRAMMA MONTEROCKTONDO 2016

DOMENICA 9 OTTOBRE 2016
SELEZIONI LIVE: Blowers on Fire e The Desperates;

SABATO 29 OTTOBRE 2016
21.00 SELEZIONI LIVE: Pocaroba e The Rave;
22.00 GNUT e EPO in concerto

SABATO 26 NOVEMBRE 2016
21.00 SELEZIONI LIVE: The Enemy Within e Questione di Prospettiva
22.00 EMANUELE COLANDREA in concerto

INGRESSO A SOTTOSCRIZIONE LIBERA

INFO:
www.folias.it
mail: info@folias.it
tel: 0690085620 fax: 0990085619

BREVE BIOGRAFIA DELLA COOPERATIVA SOCIALE FOLIAS

La Cooperativa Sociale Folias nasce nel 1996 a Monterotondo dall’incontro di un gruppo di giovani operatori ed operatrici sociali. La prima idea fu quella di ristrutturare, insieme ai cittadini del quartiere e ad un gruppo di giovani volontari, dei locali all’interno di un quartiere popolare che divennero nel tempo luogo di aggregazione sociale, ma anche di produzione culturale e di pensiero.
Nel nostro manifesto costitutivo ci proponevamo di utilizzare l’arte in ogni sua forma per consentire la creazione di relazioni tra la gente e facilitare l’espressione più autentica di progetti di vita e di desideri e sogni personali.
Nel tempo la compagine sociale è cresciuta, ha maturato molteplici esperienze, ed oggi Folias è un’impresa sociale che offre lavoro stabile e continuativo a 35 operatori su diversi territori della Regione Lazio, collaborando stabilmente con diverse Amministrazioni Comunali.
L’intervento sociale della Cooperativa è finalizzato alla promozione di opportunità di formazione, lavoro, cultura e integrazione, in particolare per chi vive condizioni di svantaggio socio-economico.