‘Na Cosetta Live: i concerti della settimana


‘NA COSETTA LIVE
Concerti dal 13 al 19 FEBBRAIO
Via Ettore Giovenale, 54
Roma – Pigneto
Inizio concerti ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta
– INGRESSO GRATUITO –

Lunedì 13 febbraio
OPEN SWING LAB
Appuntamento con il laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

Martedì 14 febbraio
Dal Belgio: NICOLAS MICHAUX
À la vie, à la mort
Il suo album d’esordio è una collezione di canzoni pop multilingua dalle melodie intriganti e dagli arrangiamenti delicati

Mercoledì 15 febbraio
‘NA COSETTA JAZZ
CARUCCI meets LUCREZIO DE SETA
Una serata dedicata a Bill Evans con due dei più interessanti protagonisti della scena jazz italiana

Giovedì 16 febbraio
ZELO IN CONDOTTA
FRANCESCO FORNI & LUCA CAROCCI con CLAUDIO MORICI
Il format originale di Francesco Forni e Luca Carocci ospita tra vinili e racconti lo scrittore Claudio Morici, grande narratore che in questi anni ha messo in scena reading diventati veri e propri cult

Venerdì 17 febbraio
ILARIA PASTORE
Musica d’autrice, più che d’autore. “Il faro la tempesta la quiete” è il suo nuovo disco in cui esprime l’emozione del cambiamento nella vita da ragazza a donna

Sabato 18 febbraio
DIECICENTO35
Un concentrato di pop rock fresco che aspira a diventare di serie A. Opera prima per questo gruppo di Torino che ha nella musica il proprio piano di vita

Domenica 19 febbraio
DANIELE CELONA
In duo con Marco Di Brino, Celona torna a suonare il piano in una dimensione più intima, per proporre alcuni brani del suo prossimo album
Riapre la cucina di ‘na cosetta e con lei anche la nuova stagione musicale del bistrot del Pigneto, che continua a sperimentare con sapore newyorkese nuovi abbinamenti tra socialità, ricercatezza enogastronomica e live show. “Pensala Speziata” è la direttiva di ‘na cosetta sia per le novità nel menù gourmet che per le proposte inserite nella programmazione musicale. Tutto segue un pensiero speziato alla ricerca della vivacità, delle collaborazioni e delle sfumature che si creano combinando sapori e sonorità che arrivano anche da lontano.

*** *** *** *** ***

Lunedì 13 febbraio
OPEN SWING LAB
Appuntamento con il laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

‘Na cosetta tutti i lunedì sera diventa OPEN SWING LAB, l’unico originale “gruppo di studio” degli stili del jazz classico e dello swing.
Un appuntamento fisso dedicato ai musicisti di qualsiasi estrazione e ai ballerini di lindy hop. Il salotto del bistrot, animato da musicisti e lindy hoppers, si trasforma in un grande laboratorio dove il jazz – suonato e raccontato – riscopre una delle sue declinazioni più antiche: la danza. Open Swing Lab è infatti più di una jam session, si tratta di una vera e propria scuola di musica a palco aperto. Direttore dei lavori, il sassofonista Giorgio Cùscito, consacrato durante il Roma Jazz Festival 2014 “Ambasciatore dello swing a Roma”, con lui sul palco Gino Cardamone alla chitarra e Giuseppe Talone al contrabbasso. Dopo il primo set, il trio diventa open swing lab e partecipano alla musica nomi noti del panorama jazzistico e ballerini di lindy hop, pronti a cimentarsi nella scoperta di un nuovo linguaggio.

Primo set
Giorgio Cùscito – sax tenore
Gino Cardamone – chitarra
Giuseppe Talone – contrabbasso

Secondo set: OPEN SWING LAB

Martedì 14 febbraio
Dal Belgio: NICOLAS MICHAUX
À la vie, à la mort
Il suo album d’esordio è una collezione di canzoni pop multilingua dalle melodie intriganti e dagli arrangiamenti delicati

Nicola Michaux presenta in tour il suo nuovo disco “À la vie, à la mort”, il suo album di debutto è una collezione di canzoni pop dalle molodie intriganti e dagli arrangiamenti delicati. Nato nel ’84 a Liegi (Belgio), passa con una disinvoltura pazzesca dal francese all’inglese seducento e sorprendendo anche l’orecchio più attento.

Nicolas Michaux – “A la vie, à la mort”: https://youtu.be/gJeOjCC7C7I
FB: https://www.facebook.com/capitanemichaux
WEB: http://nicolasmichaux.net

Mercoledì 15 febbraio
‘NA COSETTA JAZZ
CARUCCI meets LUCREZIO DE SETA
Una serata dedicata a Bill Evans con due dei più interessanti protagonisti della scena jazz italiana

Per ‘na cosetta jazz calcano il palco del club il pianista Ettore Carucci e il batterista Lucrezio De Seta. I due ospiti faranno un tributo a Bill Evans, grande jazzista che ha lasciato il segno nella storia della musica del secondo dopoguerra.
I due saranno accompagnati alla ritmica da Leonardo De Rose al contrabbasso.
Due mercoledì al mese il bistrot del Pigneto diventa un vero e proprio jazz club con luci soffuse e cocktail ispirati alle atmosfere newyorchesi della “cinquantaduesima strada”. Gli appuntamenti coordinati da Alessandro D’Anna alla batteria e Leonardo De Rose al contrabbasso propongono progetti inediti nel primo set per poi passare alle note degli standard jazz con la jam session del secondo set che vede coinvolti numerosi musicisti della capitale.

1 SET
Ettore Carucci, piano
Leonardo De Rose, contrabbasso
Lucrezio De Seta, batteria

2 SET
Jam Session con i jazzisti della capitale e non solo

Ettore Carucci ha registrato 8 dischi come band leader e oltre 50 come sideman per grandissimi artisti nazionali e internazionali (Fabrizio Bosso, Tullio De Piscopo, Sonny Fortune, etc.), Lucrezio De Seta invece è batterista, compositore e produttore, nella sua lunga carriera ha collaborato in studio e anche sui grandi palchi con tanti artisti italiani (Britti, Mannoia, PFM, Stefano Di Battista, Fabrizio Bosso, etc). Nel 2014 pubblica il suo terzo album di composizioni jazz intitolato Movin’On.

Giovedì 16 febbraio
ZELO IN CONDOTTA
FRANCESCO FORNI & LUCA CAROCCI con CLAUDIO MORICI
Il format originale di Francesco Forni e Luca Carocci ospita tra vinili e racconti lo scrittore Claudio Morici, grande narratore che in questi anni ha messo in scena reading diventati veri e propri cult

Torna sul palco di ‘na cosetta il sesto appuntamento con il format ZELO IN CONDOTTA ideato da Francesco Forni con Luca Carocci. Un giradischi, una tavola imbandita, qualche chitarra, dei vinili e molte cose da raccontare. Questi i presupposti della serata ZELO IN CONDOTTA dove il palco del club diventa il tavolo degli sposi, il lancio dei brindisi, le note cantate per innamoramento alla notte in compagnia. Tra musica, poesia e racconti, i due artisti si aprono al pubblico coinvolgendo per questo appuntamento Claudio Morici, grande narratore che in questi anni ha messo in scena reading diventati veri e propri cult. Sono già stati ospiti della serata GNUT, al secolo Claudio Domestico, ERICA MOU, Roberto Angelini, Davide Combusti in arte The Niro e Dario Sansone, voce e chitarra dei Foja.

BIO FRANCESCO FORNI
Francesco Forni ha alle spalle una carriera longeva e ricca di produzioni che spaziano dalla composizione di colonne sonore per teatro, per cinema ad una copiosa discografia in cui figura in diversi ruoli: chitarrista, compositore, produttore, cantautore. Artista originale e caparbio nella ricerca delle sonorità che meglio lo rappresentano, Forni è sempre aperto ad innesti e contaminazioni di altri generi, estroso nella scrittura dei testi, abilissimo nel creare ambienti suggestivi, psichedelici, passionali e visionari, generoso nel concedersi in intense esibizioni d’indubbia destrezza vocale e strumentale dal vivo. Dal 2012 è legato artisticamente ad Ilaria Graziano in un progetto amatissimo da pubblica e critica. Fra i suoi ultimi lavori le colonne sonore di “Educazione Siberiana” di N.Lilin regia di G. Miale Di Mauro, “Erodiade” di P. Sepe con Maria Paiato, “Santos” di R. Saviano/M. Gelardi, la collaborazione con l’Angelo Mai per le produzioni Blumotion e l’ideazione e produzione con Armando Pirozzi del Caracallas Total Show (ad oggi 15 spettacoli diversi), con Niccolò Fabi per il concerto video live di “Ecco”, con i Calibro 35. Nelle passate collaborazioni anche partecipazioni a colonne sonore come “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino, “Volevo solo dormirle addosso” di Eugenio Cappuccio, tour con James Senese e Napoli Centrale, Marina Rei, Capone.




BIO LUCA CAROCCI
Neo vincitore del Premio del Pubblico e del Premio della Critica (ex equo con Mimosa Campironi) delle “Audizione live” di Musicultura 2016, Luca Carocci è al lavoro per l’atteso nuovo disco in uscita quest’anno con la produzione artistica di Filippo Gatti e la produzione esecutiva di Pietro Sermonti.
La sua storia musicale nasce nel 1996 quando parte per un viaggio in Sri Lanka e decide di mischiarsi con altri musicisti, in un modo diverso e più intimo. Il suo viaggio è continuato: Zanzibar, Maldive, Brasile, Miami, Repubblica Dominicana, Grecia, Barcellona ed infine Messico. Da qui, il ritorno in Italia e la necessità di fermarsi e sistemare tutte le storie vissute in quegli anni di lunghi viaggi. Circa 15 anni dopo, Luca entra a far parte della “Fiorirari” ed esce nel 2014 il suo progetto musicale “GIOVANI EROI”, album realizzato con la produzione artistica di Luca e Claudio Domestico (Gnut) e la collaborazione di Angelini/Rossi. Oggi coinvolge per le registrazioni del suo nuovo lavoro artisti come Margherita Vicario, Francesco Forni, Roberto Angelini, Alberto Bianco e due musicisti di eccezione: Fabio Marchiori (Bobo Rondelli, Linton Kwesi Johnson) e Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours).

BIO CLAUDIO MORICI
Claudio Morici, scrittore, ha pubblicato 5 romanzi tra cui “La terra vista dalla Luna” (Bompiani, 2009), “L’uomo d’argento” (E/O, 2012) e “Confessioni di uno spammer” (E/O, 2015). Da tre anni scrive e mette in scena spettacoli di reading che riempiono teatri, locali e centri sociali della capitale. Come “La prima volta che non ti ho amato”, “L’ultima volta che mi sono suicidato” e il recente “Lui e Leila”. I suoi racconti sono usciti su Il Manifesto, Nuovi Argomenti, Internazionale, MinimaetMoralia.

“Francesca Sana Subito”(Rai5 2015) https://youtube.com/watch?v=4eamRWAxsIM

FB Morici Performance & Reading srl: https://www.facebook.com/claudio.morici/

Venerdì 17 febbraio
ILARIA PASTORE
Musica d’autrice, più che d’autore. “Il faro la tempesta la quiete” è il suo nuovo disco in cui esprime l’emozione del cambiamento nella vita da ragazza a donna

Dopo l’album d’esordio “Nel mio disordine”, la cantautrice milanese Ilaria Pastore torna sulle scene musicali con “Il Faro la Tempesta la Quiete”, il nuovo disco nato in punta di chitarra per poi incontrare pianoforte, archi, batteria, fiati e cori.
Musica d’Autrice, più che d’autore. In tutto e per tutto è il disco di una donna capace di esprimere a tutti con grande intensità il momento in cui, nella vita di una ragazza, cambia qualcosa dentro e diventi donna. Pensieri che sul serio hanno attraversato la sua testa e la sua anima, portandola a cercare un faro, fra la tempesta e la quiete. Il nuovo lavoro, prodotto da lei stessa con la collaborazione di Gipo Gurrado agli arrangiamenti, presenta un’autrice decisamente in crescita, che è tornata a incidere sulla spinta di un’esigenza molto forte e nel solco di un’evoluzione che, rispetto all’opera precedente (ben accolta dalla critica e premiata anche a Musicultura), è evidente e feconda.
Il songwriting di Ilaria Pastore è facilmente riconoscibile fin dalle prime battute, ma lungo la tracklist viene declinato in molteplici forme e atmosfere differenti, accomunate da una voce che fa rilucere le parole e da arrangiamenti per lo più acustici.

Polaroid – https://www.youtube.com/watch?v=HmjgG-FSQgk

Per approfondimenti sulla Biografia: http://ilariapastore.it/our-team/

Sabato 18 febbraio
DIECICENTO35
Un concentrato di pop rock fresco che aspira a diventare di serie A. Opera prima per questo gruppo di Torino che ha nella musica il proprio piano di vita

Nati e cresciuti in un quartiere della periferia torinese “Mirafiori Sud” dal quale prendono lo spunto per il nome del progetto, i Diecicento35 pubblicano a giugno Il Piano B, un’autoproduzione che esce a quattro anni di distanza dal primo Ep Alba, grazie al quale, nel 2012, si esibiscono nell’ambito di Emersione Festival di spalla ai Tre Allegri Ragazzi Morti (Premio Pagella Non Solo Rock), al Mei di Faenza e sul palco di resetfestival ottenendo un ottimo riscontro di pubblico e critica. Il Piano B è per i Diecicento35 un viaggio alternativo; un albero di emozioni verso una scelta presa di petto; un grido di speranza nel momento in cui la prima scelta si rivela un fallimento; una presa di coscienza alla quale, prima o dopo, tutti sono tenuti a rispondere e a verificarne il cambiamento; ma soprattutto è la risposta di sei giovani musicisti che hanno fatto della musica il proprio “Piano” di vita. Il disco si compone di undici tracce inedite nelle quali convivono anime diverse: dal rock diretto ed energico, che trova la sua massima espressione nelle chitarre graffianti e nell’incisiva sezione ritmica, ad una componente più marcatamente pop cantautorale che nella voce della cantante e nelle seducenti linee di violino elettrico scopre delle degne alleate.
Un concentrato di pop rock godibilissimo, attuale e fresco.

La Primaveravolta – https://www.youtube.com/watch?v=TO7kjsk0rZI

Carola Rovito, voce
Lorenzo Bulgarini, chitarra
Marco Bressello, chitarra
Gabriele Bianchini, basso
Jacopo Angeleri, batteria
Angeliki Vafidis, violino

DIECICENTO35 – BIO
Diecicento35 è un progetto che nasce nel 2009 e prende il nome dal codice di avviamento postale di Mirafiori Sud, luogo in cui la band nasce e cresce anche artisticamente. Nel 2012 pubblicano l’Ep Alba grazie al quale si esibiscono nell’ambito di Emersione Festival di spalla ai Tre Allegri Ragazzi Morti (Premio Pagella Non Solo Rock), al Mei di Faenza e sul palco di _resetfestival ottenendo degli ottimi riscontri in termini di critica e pubblico.
Nel 2013 la band ha le carte in regola per affrontare palchi ancora più difficili ed è cosi che viene inserita nel calendario di Hiroshima Mon Amor, il palco torinese per eccellenza, dove dimostra di essere all’altezza della situazione e di avere un seguito non indifferente. La band infatti si esibisce di fronte ad una platea affollatissima e adorante.
Tra il 2014 e il 2015 i Diceicento35 calcano i palchi di prestigiosi festival come il raduno ARCI nazionale “W il Live” (in apertura di Vasco Brondi e Massimo Zamboni), Miscela Rock Festival, Collisioni, Aria di Friuli dove si trovano a condividere il palco con artisti del calibro di Caparezza e Bob Dylan.
Spinti da nuovi ascolti e dalla consapevolezza di avere molto da dare al pubblico, nel 2015 entrano in studio per registrare il loro primo album ufficiale Il Piano B uscito a giugno 2016.

FB: www.facebook.com/diecicento35

Domenica 19 febbraio
DANIELE CELONA
In duo con Marco Di Brino, Celona torna a suonare il piano in una dimensione più intima, per proporre alcuni brani del suo prossimo album

Daniele Celona torna dal vivo in duo per un numero ristretto di date.
Una scusa, a detta del cantautore, per suonare nuovamente il pianoforte, ritrovare una dimensione intima rispetto all’elettrico full band e iniziare a proporre alcuni dei brani che andranno a comporre il nuovo lavoro. Oltre al pianoforte, altro elemento inedito di questo set sarà l’innesto del sax, suonato dal suo bassista Marco Di Brino, spalla destra a cui Celona ha dato per l’occasione il ruolo del jolly polistrumentista.
“C’è un terzo disco da finire, il fiato da tirare. Ma non riesco a star fermo.
Ho fatto qualche mese da turnista con gli amici Nadàr solo. Che sia giusto o no, mi andava di rimettermi ancora in viaggio, e dar vita a un set nuovo, iniziare a testare le nuove canzoni e utilizzare anche delle armi quasi mai sfoderate per i miei brani: il suono del pianoforte e quel sax che ho visto maltrattare da Di Brino in varie occasioni torinesi e che avevo desiderio di utlizzare anche io che l’ho in band come bassista da più di due anni. Parte di questo desiderio è anche colpa vostra, delle vostre trasferte folli, dell’affetto, delle parole sottopalco, della fame che sempre dimostrate verso nuove cose, come se fosse normale non fermarsi mai appunto. Normale non è, ma ce ne freghiamo bellamente, diceva quel misconosciuto cantautore”

La Colpa – https://www.youtube.com/watch?v=1Z2FhJY0Yas

Per approfondimenti sulla Biografia: http://www.danielecelona.it/bio/