‘Na Cosetta Live: i concerti della settimana


‘NA COSETTA
Concerti dal 27 MARZO al 2 APRILE
Via Ettore Giovenale, 54
Roma – Pigneto
Inizio concerti ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta
– INGRESSO GRATUITO –

Lunedì 27 marzo
OPEN SWING LAB
Appuntamento con il laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

Martedì 28 marzo
Da Grecia e Australia: THE ZAP SHOW
Nati tra le strade del parco giochi artistico di Berlino aggiungono swing, percussioni, tip tap e teatralità in uno show carico di sorprese, fascino e creatività

Mercoledì 29 marzo
ROCK TARGATO ITALIA
(Selezioni per il Centro Sud)
PEQUOD, THE SMOKE MIRRORS, ISOLATI FENOMENI
Serata conclusiva de le selezioni finali della ventinovesima edizione della manifestazione Rock Targato Italia

Giovedì 30 marzo
CONCERTO/SPETTACOLO
Alessandro Pieravanti (IL MURO DEL CANTO)
500 e altre storie nel concerto/spettacolo tratto dal libro edito da Goodfellas e scritto dal batterista, percussionista e voce narrante de Il Muro del Canto

Venerdì 31 marzo
HOW BEATS WHY
Secondo album per gruppo indie romano che fonde punk, new wave, psichedelia e genialità zappiana senza dimenticare incursioni funk, dance e alt-rock

Sabato 1 aprile
Dalle 10:00 alle 18:00
IMPARA A NUOTARE – LABORATORIO DIDATTICO PER MUSICISTI (fino al 6 maggio)
Un corso organizzato in collaborazione Tutto Lascia Traccia con docenti d’eccezione come Francesco Bianconi, Riccardo Sinigallia, Francesco Di Bella, Giorgio Canali, Motta e altri

Sabato 1 aprile
Ore 22:00
VERA DI LECCE
Open Act: Giulio Ronzoni
L’ex cantante dei Nidi D’Arac calca il palco del club in versione one girl band tra loop di voci e chitarre

Domenica 2 aprile
UNA POLTRONA PER QUATTRO con con IVAN TALARICO, SIMONE NEBBIA, SIMONE AVINCOLA e JACOPO RATINI
Un format inedito, pensato e ideato dalla direzione artistica di ‘na cosetta, in cui i quattro artisti si alternano e si combinano nel salotto del club in un gioco continuo di session acustiche

Riapre la cucina di ‘na cosetta e con lei anche la nuova stagione musicale del bistrot del Pigneto, che continua a sperimentare con sapore newyorkese nuovi abbinamenti tra socialità, ricercatezza enogastronomica e live show. “Pensala Speziata” è la direttiva di ‘na cosetta sia per le novità nel menù gourmet che per le proposte inserite nella programmazione musicale. Tutto segue un pensiero speziato alla ricerca della vivacità, delle collaborazioni e delle sfumature che si creano combinando sapori e sonorità che arrivano anche da lontano.

Lunedì 27 marzo
OPEN SWING LAB
Appuntamento con il laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

‘Na cosetta tutti i lunedì sera diventa OPEN SWING LAB, l’unico originale “gruppo di studio” degli stili del jazz classico e dello swing.
Un appuntamento fisso dedicato ai musicisti di qualsiasi estrazione e ai ballerini di lindy hop. Il salotto del bistrot, animato da musicisti e lindy hoppers, si trasforma in un grande laboratorio dove il jazz – suonato e raccontato – riscopre una delle sue declinazioni più antiche: la danza. Open Swing Lab è infatti più di una jam session, si tratta di una vera e propria scuola di musica a palco aperto. Direttore dei lavori, il sassofonista Giorgio Cùscito, consacrato durante il Roma Jazz Festival 2014 “Ambasciatore dello swing a Roma”, con lui sul palco Gino Cardamone alla chitarra e Giuseppe Talone al contrabbasso. Dopo il primo set, il trio diventa open swing lab e partecipano alla musica nomi noti del panorama jazzistico e ballerini di lindy hop, pronti a cimentarsi nella scoperta di un nuovo linguaggio.

Primo set
Giorgio Cùscito – sax tenore
Gino Cardamone – chitarra
Giuseppe Talone – contrabbasso

Secondo set: OPEN SWING LAB

Martedì 28 marzo
Da Grecia e Australia: THE ZAP SHOW
Nati tra le strade del parco giochi artistico di Berlino aggiungono swing, percussioni, tip tap e teatralità in uno show carico di sorprese, fascino e creatività

Nati tra le strade del parco giochi artistico di Berlino, gli ZAP sono due australiani e un guru greco che uniscono musica, teatro fisico e precise percussioni. In questo tour si aggiunge a loro anche la violinista Youka per meglio combinare vintage swing e jazz con una moltitudine di sorprese cariche di fascino e comicità.

Il loro concerto arriva nel salotto di ‘na cosetta come un fulmine di piacevole caos che miscela in modo non convenzionale “Swing, Tap and Honk”. Costantemente in giro per il mondo, con il loro vario ed esilarante groviglio di suoni, sono destinati a tenerci in punta di piedi come una ballerina sospesa in alto su una fune.

The Zap Show – https://www.youtube.com/watch?v=oVWDUHgdA3k

Gabrielle – ukulele, pupazzi e tap
Will – tromba, chitarre, loops
Petros – percussioni e cajon
Youka – voce e violino

FB: https://www.facebook.com/thezapshow/
WEB: http://www.thezapshow.com

Mercoledì 29 marzo
ROCK TARGATO ITALIA
(Selezioni per il Centro Sud)
PEQUOD, THE SMOKE MIRRORS, ISOLATI FENOMENI
Serata conclusiva de le selezioni finali della ventinovesima edizione della manifestazione Rock Targato Italia

‘Na cosetta ospita le selezioni finali della Ventinovesima edizione della manifestazione Rock Targato Italia. Il contest, ideato da Francesco Caprini e Franco Sainini, responsabili dell’ufficio stampa Divinazione Milano e dell’etichetta Terzo Millennio, si fonda sulla forte convinzione che la scena italiana sia piena di talenti, che meritano di essere promossi professionalmente. I musicisti si esibiscono e si confrontano attraverso una serie di eventi live organizzati nelle più importanti città italiane ed ogni performance viene valutata da una giuria tecnica composta da professionisti del settore. Il club ospiterà cinque serate dedicate alla ricerca di nuovi talenti della scena musicale italiana, giudicate da addetti del settore. Tra i vincitori storici di Rock Targato Italia ricordiamo, nell’ormai lontano 1987, i Timoria di un giovanissimo Francesco Renga con il brano Alcatraz. In questa prima serata gli ospiti pronti a sfidarsi sono: i PEQUOD, THE SMOKE MIRRORS e ISOLATI FENOMENI

FB PEQUOD – https://www.facebook.com/pequodinstrumentalprogressiveband/
FB ISOLATI FENOMENI – https://www.facebook.com/isolatifenomeni/

http://www.rocktargatoitalia.eu/

Giovedì 30 marzo
CONCERTO/SPETTACOLO
Alessandro Pieravanti (IL MURO DEL CANTO)
500 e altre storie nel concerto/spettacolo tratto dal libro edito da Goodfellas e scritto dal batterista, percussionista e voce narrante de Il Muro del Canto

Dopo tre ristampe distribuite tra concerti e librerie di quartiere, Alessandro Pieravanti, voce narrante e percussionista de Il Muro del Canto, porta nuovamente in scena il concerto spettacolo “500 e altre storie” tratto dal suo libro edito per Goodfellas. Ad accompagnarlo un grande polistrumentista, nonché suo fratello, Matteo Pieravanti.

Una nuova edizione aggiornata che contiene gli ultimi monologhi scritti come “Domenica a pranzo da tu’ madre” e i testi scritti per amici musicisti: Piotta per “7 vizi Capitale”, Adriano Bono per “Via Sannio” e Giancane per “Fai schifo”. Nove nuovi testi che si aggiungono ai classici della prima edizione e alle bellissime illustrazioni fatte da Dodo (Domenico Migliaccio).

Con questo libro di Alessandro Pieravanti la casa editrice Goodfellas inaugura una collana dedicata a musicisti italiani. Sarà possibile acquistare il libro durante la serata.

————
Domenica a pranzo da tu’ Madre: https://www.youtube.com/watch?v=YLac6Guf4es

7 Vizi Capitale: https://www.youtube.com/watch?v=NKHYXng1KqA

Via Sannio: https://www.youtube.com/watch?v=EY5SerOlti0

Fai Schifo: https://www.youtube.com/watch?v=rzn463qKHkk

FB: https://www.facebook.com/alessandro.pieravanti
FB: https://www.facebook.com/ilmurodelcanto/
550 e altre storie GOODFELLAS: http://libri.goodfellas.it/500-e-altre-storie.html
BIO MURO DEL CANTO: http://www.ilmurodelcanto.com/bio

Venerdì 31 marzo
HOW BEATS WHY – BLUNK –
Secondo album per gruppo indie romano che fonde punk, new wave, psichedelia e genialità zappiana senza dimenticare incursioni funk, dance e alt-rock




Secondo album intitolato BLUNK per gli How Beats Why, gruppo indie della capitale che fonde punk, new wave, psichedelia e genialità Zappiana senza dimenticare incursioni funk, dance e alt-rock.

Il progetto, nato dalla penna e dalla chitarra di Posho, è arricchito dalla creatività e dagli arrangiamenti di Nicoletta Nardi, Sabrina Coda e Pit, elementi di questo originale quartetto che condensa in dieci tracce cantate in inglese ritmi e influenze diverse. Sul palco di ‘na cosetta il quartetto suona Blunk, un disco in cui la lista di contaminazioni e suggestioni si fa sempre un po’ più lunga. I synths presenti in tutti i brani colorano la musica di atmosfere quasi oniriche, le tre voci (Posho, Nicoletta e Sabrina) cullano e scuotono con linee melodiche irresistibili che richiamano la profondità dei King Crimson e l’energia dei Beach Boys, i fiati sorprendono in maniera imprevedibile con incisi ora soffici ora più aggressivi e grazie ad un uso ben pensato degli effetti, la batteria di Pit poi scandisce il tempo con soluzioni ritmiche mai banali, regalando originalità all’andamento dei pezzi. Blunk si traduce “Sbronzo”, è dunque con cognizione di causa che i quattro musicisti mettono e tolgono, rompono e irrompono grazie anche ad effetti e distorsioni, e alla fine ci scherzino su.

How Beats Why – https://www.youtube.com/watch?v=HTRskXfEj9A

FB: https://www.facebook.com/Howbeatswhy/

Sabato 1 aprile
Dalle 10:00 alle 18:00
IMPARA A NUOTARE – LABORATORIO DIDATTICO PER MUSICISTI (fino al 6 maggio)
Un corso organizzato in collaborazione con Tutto Lascia Traccia con docenti d’eccezione come Francesco Bianconi, Riccardo Sinigallia, Francesco Di Bella, Giorgio Canali, Motta e altri

Sabato 1 aprile
Ore 22:00
VERA DI LECCE
Open Act: Giulio Ronzoni
L’ex cantante dei Nidi D’Arac calca il palco del club in versione one girl band tra loop di voci e chitarre

Calca il palco di ‘na cosetta in versione “One girl band”, voce, chitarra e loop station, Vera Di Lecce. Ex cantante dei Nidi d’Arac e performer con alle spalle importanti collaborazioni tra cui Afterhours , Kaki King, Roberto Angelini (suoi ospiti in RE-CHORDS, performances in musica), Arakne Mediterranea, Dellera, Cesare Basile, Vera pubblica nel novembre 2012 “Heavy Butterflies”, suo primo lavoro autoprodotto, contenente brani in inglese, frutto di una quotidiana ricerca e sperimentazione, delineati da sonorità che spaziano dal blues all’art-rock.
Vera nei concerti propone un “one girl band”, voce, chitarra e loop station. Tra il 2012 e il 2013 è l’opening act per Anna Calvi, Balmorhea, Lisa Germano, Kaki King e Shannon Wright. Nel gennaio del 2014 ha debuttato in Germania, al Madame Claude di Berlino, ed è proprio a Berlino che ha registrato il suo nuovo album, “29 seconds” prodotto al fianco di Martyn Heyne (Efterklang, The Group), che ha visto la luce il 21 maggio 2015, con l’etichetta romana Eclectic productions.

TIED – https://www.youtube.com/watch?v=SeRSVKpTksk

WEB: http://www.veradileccemusic.com
FB: https://www.facebook.com/veradilecce/

Open Act – Giulio Ronzoni
Inizia a suonare all’età di sette anni, crescendo con una cultura musicale classica. A sedici anni decide di abbandonare il conservatorio e si getta prima nel punk, poi nel progetto di caos-folk degli Eskimo, per giungere infine alla maturità compositiva con il suo progetto cantautorale solista. Giulio Ronzoni definisce la sua musica come la confessione di un sogno privato. Forte la sua attenzione ai testi, i suoi live sono colmi di tensione, quasi nevrotici, e, accanto agli arpeggi strappati della sua acustica e all’uso selvaggio della loop station, i sussurri lirici si accompagnano a grida soffocate in un gioco che si tiene sempre in bilico fra schiamazzo e sussurro.

Demone – https://www.youtube.com/watch?v=qNw399n4ZGE

FB: https://www.facebook.com/giulioronzonimusic/

Domenica 2 aprile
UNA POLTRONA PER QUATTRO con IVAN TALARICO, SIMONE NEBBIA, SIMONE AVINCOLA e JACOPO RATINI
Un format inedito, pensato e ideato dalla direzione artistica di ‘na cosetta, in cui i quattro artisti si alternano e si combinano nel salotto del club in un gioco continuo di session acustiche.

IVAN TALARICO, SIMONE NEBBIA, SIMONE AVINCOLA e JACOPO RATINI si alternano e si combinano nel salotto di ‘na cosetta in un gioco continuo di session acustiche. Quattro artisti, quattro chitarre ma una sola poltrona. Un carosello di musica e parole dove a turno, con una canzone a testa, si alternano le voci dei quattro menestrelli, apparentemente senza un filo logico, ognuno con le proprie parole e le proprie emozioni che inevitabilmente si intrecciano le une con le altre.
Un incontro improvvisato tra artisti molto diversi tra loro, ognuno con il proprio percorso da raccontare. Un format inedito, pensato e ideato dalla direzione artistica di ‘na cosetta, per mettere a confronto talento e sensibilità, per creare sinergia e amicizia tra i cantautori, per condividere, in una serata unica, tante storie diverse e una sola poltrona. Nelle precedenti edizioni si sono esibiti cantautori come CALCUTTA e LUCIO LEONI.

IVAN TALARICO BIO
Nato sul lago di Como nel 1981, cresciuto nella Presila catanzarese, vive a Roma, in cerca di una via di mezzo.
Nel ‘99 fonda la compagnia Doppio Senso Unico assieme a Luca Ruocco, con cui scrive e mette in scena cinque spettacoli teatrali. Capisce che è un errore impegnarsi nel teatro, ma diabolicamente persevera. I successi sono episodici ed economicamente comici.
Per sopravvivere si impegna quindi in tanti lavori diversi e quando non ci riesce muore per brevi periodi. Scrive prolissamente brevi racconti e poesie, raccolti in due libri pubblicati da Gorilla Sapiens Edizioni. Suona chitarre e pianoforte senza esserne veramente padrone, perché è convinto che sia necessario non saper suonare bene almeno due strumenti.
Scrive canzoni che non lo rendono famoso, ma gli fanno vincere il premio per il Miglior Testo a Musicultura 2015 e lo portano a suonare in giro per l’Italia.
Spinto da Claudio Morici, col quale collabora in reading e spettacoli, scrive le canzoni onomatopeiche, che lo portano ad essere popolare tra gli incompresi.
La morte apparente ne ha agevolato l’impalpabile successo.

WEB: http://www.ivaniscus.com/

SIMONE NEBBIA BIO
Simone Nebbia si sentiva solo. Nel senso proprio che si ascoltava soltanto, nessuno lo ascoltava tranne sé stesso. Per questo ha formato una band. Che porta il suo nome. Tipo modesto insomma. Però da quel momento la sua musica intrisa di tante parole ha iniziato a perderne qualcuna, i toni si sono fatti ora duri ora docili, l’ironia dissacrante e la forza sociale delle sue canzoni si sono equilibrate con note più evocative e poetiche. Giura che presto inciderà il suo primo disco. Un modo come un altro per dare la colpa a qualcuno. Giura anche che eviterà, il disco, di chiamarlo Simone Nebbia.

SIMONE AVINCOLA BIO
Simone Avincola è considerato uno dei nuovi ‘ribelli’ della canzone d’autore. Avincola, dopo il successo di “Così canterò tra vent’anni” (2014), “uno dei migliori 10 dischi dell’anno” (L’Espresso), ha pubblicato il suo nuovo disco “KM28” presentato con tutta la Band all’Auditorium Parco della Musica di Roma con un live esclusivo, ricco di energia e sorprese. Il cantautore nel salotto di ‘na cosetta suona l’ultimo album e anticipa in anteprima nuovi brani inediti.
La sua musica ha conquistato l’attenzione di artisti e addetti ai lavori, tra questi Fiorello che l’ha ospitato per un’intera stagione nella sua “Edicola Fiore” e ha prestato la sua voce in “#famoseNserfi”, brano ironico e surreale sull’omonima moda del momento; Freak Antoni ha duettato nel brano “Così canterò tra vent’anni” e recentemente Riccardo Sinigallia ha registrato insieme a Simone una versione unplugged dell’inedita “Io Mi Fermo Qua”.

JACOPO RATINI BIO
Classe 1982, il romano Jacopo Ratini comincia l’attività di cantautore nel 2007, dopo essersi laureato in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni. Vincitore di numerosi festival tra cui Musicultura, il Premio Lunezia, il Tour Music Fest, il Roma Music Festival, Musica Controcorrente, il Premio Note Verdi, il Premio Franco Califano, il Premio Roma Videoclip e Sanremo Lab, Jacopo Ratini ha pubblicato due dischi, Ho fatto i soldi facili (Universal 2010) e Disturbi di Personalità (Atmosferica Dischi 2013), tre nuovi singoli (“Sopra un foglio di giornale”, “Il Colore delle idee” e “Parlo all’infinito”), un libro di poesie e racconti (Se rinasco voglio essere Yoko Ono – Edizioni Haiku 2012), un’audiofiaba per bambini (Il Pescatore di Sogni), innumerevoli live e collaborazioni artistiche di rilievo nazionale. Nel 2010 ha partecipato al Festival di Sanremo nella Categoria nuove proposte. Docente di Scrittura Creativa di Canzoni presso l’Accademia Spettacolo Italia, Ratini è ideatore del Salotto Bukowski, un reading-musicale tra teatro e canzone, in cui le poesie di Charles Bukowski s’incontrano a livello tematico e concettuale con i brani degli artisti che hanno reso grande la canzone d’autore italiana.

WEB: http://www.jacoporatini.it