‘Na Cosetta Live: i concerti della settimana


‘NA COSETTA
Concerti dal 3 al 9 APRILE
Via Ettore Giovenale, 54
Roma – Pigneto
Inizio concerti ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta
– INGRESSO GRATUITO –

Lunedì 3 aprile
OPEN SWING LAB
Appuntamento con il laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

Martedì 4 aprile
OFELIADORME – Secret Fires
Terzo album per il trio bolognese che si conferma una delle proposte più raffinate del panorama indipendente italiano ed europeo

Mercoledì 5 aprile
GIACOMO TONI
Un cantastorie ironico e dissacrante che arriva a Roma con le sue ballate splendide e malinconiche, ogni canzone è un tornado di riferimenti musicali disparati, dalla scuola genovese al jazz sperimentale, e allo stesso tempo un racconto o un momento lirico chiuso in sé stesso, forte e irriducibile

Giovedì 6 aprile
SEAL’D IN VAIN
Una band che mescola musica caraibica al folk e al soul americano

Venerdì 7 aprile
Dalla Germania KITTY SOLARIS – Silent Disco
Voce suadente e suoni Lo-Fi, lo stile di Kitty Solaris è quello che si respira nei club berlinesi, fatto di atmosfere pop, elettriche e talvolta intime

Sabato 8 aprile
Dalle 10:00 alle 18:00
IMPARA A NUOTARE – LABORATORIO DIDATTICO PER MUSICISTI (fino al 6 maggio)
Un corso organizzato in collaborazione Tutto Lascia Traccia con docenti d’eccezione come Francesco Bianconi, Riccardo Sinigallia, Francesco Di Bella, Giorgio Canali, Motta e altri

Sabato 8 aprile
Ore 22:00
DISCO NOIR – Aware
Arrivano da Milano e dal 2012 sono uniti dall’amore per il pop dolce-amaro. Vincitori della prima edizione del Pending Lips Festival al Carroponte di Milano

Domenica 9 aprile
SARA JANE CECCARELLI – Colors
Identità mutevole come le sue sonorità che passano dal rock all’elettronica, passando per folk e jazz riflettendo tante anime e linguaggi

Riapre la cucina di ‘na cosetta e con lei anche la nuova stagione musicale del bistrot del Pigneto, che continua a sperimentare con sapore newyorkese nuovi abbinamenti tra socialità, ricercatezza enogastronomica e live show. “Pensala Speziata” è la direttiva di ‘na cosetta sia per le novità nel menù gourmet che per le proposte inserite nella programmazione musicale. Tutto segue un pensiero speziato alla ricerca della vivacità, delle collaborazioni e delle sfumature che si creano combinando sapori e sonorità che arrivano anche da lontano.

Lunedì 3 aprile
OPEN SWING LAB
Appuntamento con il laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

‘Na cosetta tutti i lunedì sera diventa OPEN SWING LAB, l’unico originale “gruppo di studio” degli stili del jazz classico e dello swing.
Un appuntamento fisso dedicato ai musicisti di qualsiasi estrazione e ai ballerini di lindy hop. Il salotto del bistrot, animato da musicisti e lindy hoppers, si trasforma in un grande laboratorio dove il jazz – suonato e raccontato – riscopre una delle sue declinazioni più antiche: la danza. Open Swing Lab è infatti più di una jam session, si tratta di una vera e propria scuola di musica a palco aperto. Direttore dei lavori, il sassofonista Giorgio Cùscito, consacrato durante il Roma Jazz Festival 2014 “Ambasciatore dello swing a Roma”, con lui sul palco Gino Cardamone alla chitarra e Giuseppe Talone al contrabbasso. Dopo il primo set, il trio diventa open swing lab e partecipano alla musica nomi noti del panorama jazzistico e ballerini di lindy hop, pronti a cimentarsi nella scoperta di un nuovo linguaggio.

Primo set
Giorgio Cùscito – sax tenore
Gino Cardamone – chitarra
Giuseppe Talone – contrabbasso

Secondo set: OPEN SWING LAB

Martedì 4 aprile
OFELIADORME – Secret Fires
Terzo album per il trio bolognese che si conferma una delle proposte più raffinate del panorama indipendente italiano ed europeo

“Secret Fires” è il terzo album per gli Ofeliadorme (distribuzione Warner Music Italia e publishing Ala Bianca/Howard Simon Bernstein) uscito il 17 marzo 2017. Otto tracce registrate e prodotte da Howie B con il sound engineer Joe Hirst (Four Tet, Jarvis Cocker, DJ Shadow) tra la campagna del Galles e Londra nel giugno 2015. Un sound straniante e intenso a cavallo tra dream-wave, alt-rock, shoegaze ed elettronica; liriche minimali messe in risalto dalla voce sensuale e al contempo eterea di Francesca Bono.
Una produzione internazionale che conferma il trio bolognese come una delle proposte più raffinate del panorama indipendente italiano ed europeo.

Alone With The Stars – https://www.youtube.com/watch?v=WO4NUO36GBk

Michele Postpischl – batteria
Tato Izzia – synth
Francesca Bono – voce

IL DISCO
“Secret Fires” parla di evoluzione e di mutamento, ma anche di solitudine e mancanza di comunicazione. Un album dedicato a tutti quelli che ancora credono nel potere trascendente dell’immaginazione. Un album progettato per suonare come una voce che sussurra nell’orecchio dell’ascoltatore: “Tutti gridano e noi non vogliamo gridare per essere ascoltati”.

Il disco è il risultato di una ricerca artistica curata in ogni dettaglio e di scelte che non lasciano ambiguità; un contesto in cui strumenti e musicisti non si prevaricano mai a vicenda. Il tocco delicato del drumming di Michele Postpischl, le modulazioni dei synth di Tato Izzia, la vocalità di Francesca Bono: tutto il suono è in equilibrio tra profondità e leggerezza, in una dimensione liquida e senza asperità.

“Secret Fires” è la costante ricerca della magia che sprigiona da quel che sta sotto la superficie, in una sequenza di immagini e di esperienze trasfigurate. “Immaginate qualcuno che corre attraverso un campo e il suo corpo diventa sempre più grande, grandissimo” suggerisce lo stesso Howie B.

Otto tracce. Otto come il numero atomico dell’ossigeno che respiriamo e che rende possibile la vita. Il disco si ispira, infatti, alla natura fisica dell’uomo e di quel che lo circonda, alle pulsioni, al mondo del sentire, ai bisogni e ai desideri del corpo. Ma anche alla solitudine delle stelle.

BIO
I bolognesi Ofeliadorme, il cui nome prende ispirazione dalla poesia “Ophelie” di Rimbaud, pubblicano il primo EP “Sometimes It’s Better to Wait” nel 2009. Mixato e masterizzato all’Alpha Dept Studio di Bologna da Francesco Donadello (Blonde Redhead, Dustin O’Halloran, Jóhann Jóhannsson, Efterklang, Offlaga Disco Pax, Moltheni) consente alla band di iniziare una serrata attività live tra Italia e UK.

Nel 2011 esce il primo LP “All Harm Ends Here”, mixato da Francesco Donadello e recensito positivamente dalla stampa di settore italiana ed estera.

Il 22 marzo 2013 esce per The Prisoner Records/Audioglobe il secondo album “Bloodroot”, prodotto dalla band in collaborazione con Bruno Germano (Settlefish, Iosonouncane). Masterizzato da Carl Saff a Chicago il full length vede la partecipazione di Angela Baraldi e Vittoria Burattini dei Massimo Volume, Marcello Petruzzi (ex 33Ore, Blake/e/e/e e Franklin Delano) e Alberto Poloni degli OTLS.

Contemporaneamente Howie B (Bjork, Tricky, Casino Royale, U2) si offre di remixare il brano “Paranoid Park” (tratto da “All Harm Ends Here”): ha così inizio un rapporto che il produttore e musicista scozzese concretizza con la proposta di registrare, produrre e pubblicare il loro terzo disco, per la sua neonata etichetta londinese HB Recordings.
La band, nel frattempo, è impegnata nel tour in Europa, partecipa al Liverpool Sound City ed è protagonista di Metropolis, uno speciale di ARTE (la televisione culturale franco-tedesca) come rappresentante della scena musicale bolognese. Nel 2014 il sound della band è a un punto di svolta: con l’uscita del bassista Gianluca Modica la nuova formazione a tre dà alle stampe
l’EP “The Tale” per l’etichetta Locomotiv Records. Quattro brani dal sapore fortemente elettronico ispirati al mito di Amore e Psiche. È un’evoluzione sonora anticipata da “Lioness”, cover dei Songs: Ohia che gli Ofeliadorme pubblicano il 15 marzo 2013, solo un giorno prima della morte del cantante e leader della band di Indianapolis, Jason Molina. Sarà proprio il suo manager a esprimere gratitudine per la cover, nel dare la triste notizia.
Nel giugno 2015 gli Ofeliadorme registrano in Galles (UK) il loro terzo capitolo che vede dietro al mixer Howie B come produttore artistico e Joe Hirst come sound engineer. L’album viene mixato da Howie B e masterizzato da Frank Merritt. Parallelamente la band parte per un tour in Cina, il primo fuori dall’Europa dopo aver suonato nel corso degli anni in Francia, Germania, UK, Svizzera, Belgio.
Dopo il successo delle date asiatiche esce il B-side “Jupiter”. Il brano è accompagnato dal video realizzato da Carlotta Piccinini e da un EP di remix a cura di musicisti della scena italiana: Alessandro Gulino, Ezra, Paolo Iocca, Massimo Carozzi, Stromboli, White Raven e Lips Against the Glass.
Il trio è una tra le band italiane selezionate per esibirsi al SXSW ad Austin (TX) nel marzo 2017.
Il nuovo full lenght “Secret Fires” uscirà il 17 marzo 2017 per la label londinese HB Recordings/PIAS e in Italia per Al-kemi Records/Warner.

WEB: http://www.ofeliadorme.it
FB: https://www.facebook.com/ofeliadormeband/

Mercoledì 5 aprile
GIACOMO TONI
Un cantastorie ironico e dissacrante che arriva a Roma con le sue ballate splendide e malinconiche, ogni canzone è un tornado di riferimenti musicali disparati, dalla scuola genovese al jazz sperimentale, e allo stesso tempo un racconto o un momento lirico chiuso in sé stesso, forte e irriducibile




Giacomo Toni è voce, storie e mani, racconta e canta di esseri umani, di amore, morte e fatti strani, accompagnandosi con un pianoforte che accarezza e percuote le parole. Ogni suo concerto è un mondo che piano piano si crea attraverso le sue canzoni che incantano e fanno sorridere. Parole che saltano qua e là sui tasti del pianoforte e scivolano lentamente, storie nascoste dietro sigarette spente sull’asfalto alle 5 del mattino, dentro bicchieri di vino bevuti in solitudine al bancone di un bar.
I suoi concerti offrono capolavori comici, ballate splendide e malinconiche: ogni canzone è un tornado di riferimenti musicali disparati, dalla scuola genovese al jazz sperimentale, e allo stesso tempo un racconto o un momento lirico chiuso in sé stesso, forte e irriducibile.

Il bevitore longevo – https://www.youtube.com/watc?v=XczEaEPRB-8

BIO GIACOMO TONI
Giacomo Toni è il leader della ‘900 Band con Marcello Jandù Detti (trombone), Alfredo Nuti Dal Portone (chitarre), Roberto Villa (contrabbasso), Gianni Perinelli (sax) e Marco Frattini (batteria): la band, fondata nel 2005, ha all’attivo tre album tutti autoprodotti, in collaborazione con la libera associazione teatrale “Gli Incauti”.
Diversi i premi ottenuti tra cui: vincitori del Premio singoli cantautori “Nuova Musica Italiana 2007”; vincitori del “Riconoscimento al miglior testo Premio Augusto Daolio 2006”; finalisti al concorso nazionale “1° Maggio Tutto l’Anno”; finalisti al concorso “Risonanze Umplugged 2006” e ospiti a RADIO RAI 1 del programma “Demo”. Il 1° settembre 2011 ha aperto il concerto di Raphael Gualazzi official al Metarock di Pisa e il 23 ha partecipato al Supersound di Faenza.
Ad ottobre 2011 intraprende un tour tributo a Paolo Conte insieme a Lorenzo Kruger, frontman dei Noibraino con il progetto “Gli Scontati” e a giugno 2012 entra ufficialmente nell’etichetta MArteLabel. Il 2 novembre 2012 vince il Festival Mondiale della Canzone Funebre. Nella primavera del 2013 è uscito il suo nuovo disco, “Musica per autoambulanze”, pubblicato da MArteLabel.
Il disco si fa beffe della figura del cantautore solitario e lascia che la band aggredisca e stravolga l’idea dell’autore. Fatto di fiammate ironiche, ballate romantiche e sferzate di cinismo, come se fosse un elogio della contraddizione, l’ultimo lavoro in studio di Giacomo mischia le carte in tavola e alterna sonorità schizofreniche e indiscrete a momenti d’intensità delicata, in un’altalena di umori musicali che allenano l’orecchio e confondono il resto.

Ad ottobre vola negli Stati Uniti per un minitour: il 5 ottobre si è esibito all’Arts and Park Amphiteatre di Miami (Usa), dopo aver vinto l’Hit Week Music Contest 2013, le cui finali si sono tenute il 28 e 29 agosto presso il Traffic Free Festival di Torino. Il 9 ottobre è uscito il suo singolo “Come una specie di mezzo matto”.
Il 28 maggio 2014 è stato ospite della trasmissione “L’Indi(e)anata” sulla webradio di RTL, il 26 luglio è tra gli ospiti de Il Tenco Ascolta, mentre per il 2015 è prevista l’uscita del suo nuovo disco.
Ad ottobre riparte con un minitour il suo progetto de Gli Scontati; il 6 dicembre suona per “Backstage”, l’evento inaugurale del Premio Tenco 2014, mentre il 16 viene pubblicato il videoclip di “Mi ami?”, personale rivisitazione dello storico brano dei CCCP.

WEB: http://www.giacomotoni.it
FB https://www.facebook.com/giacomotoni900band/

Giovedì 6 aprile
SEAL’D IN VAIN
Una band che mescola musica caraibica al folk e al soul americano

I canoni tipici della musica caraibica, fino a quelli del folk e del soul americano, si incontrano in questo progetto chiamato “Seal’d in Vain” e nato da David “Shiny D” Assuntino e Giampietro “Jump” Pica. I pezzi originali, scritti e cantati da Jump e Shiny D, trattano soprattutto di sentimenti, come nello spirito della corrente musicale giamaicana definita lover rock, ma anche di politica e tematiche sociali. A rinforzare la sezione ritmica del progetto ci sono Pietro Sinatra e Davide Ambrogio, alla batteria e al basso, vero e proprio cuore pulsante del groove di Seal’d In Vain.

Dopo l’uscita del loro primo omonimo EP sono attualmente al lavoro sul nuovo album, registrato in gran parte a Londra presso l’Abbey Road Institute all’interno dei celebri studi di registrazione.

Too many rivers – https://www.youtube.com/watch?v=Fyv6hQ2yIgY
Passo al Passo – https://www.youtube.com/watch?v=37WcCzeC4gA

David “Shiny D” Assuntino, tastiere e voce
Giampietro “Jump” Pica, chitarra e voce
Pietro Sinatra, batteria
Davide “The Nephew” Ambrogio, basso e chitarra

Venerdì 7 aprile
Dalla Germania KITTY SOLARIS – Silent Disco
Voce suadente e suoni Lo-Fi, lo stile di Kitty Solaris è quello che si respira nei club berlinesi, fatto di atmosfere pop, elettriche e talvolta intime

Voce suadente e suoni lo-fi, lo stile di Kitty Solaris è quello che si respira nei club berlinesi, fatto di atmosfere talvolta intime, pop o elettriche. Inconfondibile è la sua spontaneità sul palco, quei modi insoliti di impugnare la chitarra e di ballare.
Nel 2007 ha pubblicato il suo primo album “Future air hostess” al quale fa seguito nel 2009 “My home is my disco”, prodotto da Gordon Raphael (The Strokes, Regina Spektor). Molto prolifica nella creazione di nuovi brani, nel 2011 ha pubblicato “Golden Future Paris” prodotto dal compositore e pianista serbo Nikola Jeremic (Sarsaparilla). Il 2013 è il turno dell’album “We Stop The Dance”, tre anni più tardi esce il suo quinto lavoro intitolato “Silent Disco”. Negli anni ha collezionato centinaia di live in tutta Europa. Attualmente sta lavorando al nuovo album intitolato “Cold City” che uscirà alla fine del 2017.

Silent Disco – https://www.youtube.com/watch?v=MmfVFubVNUY
Beggar and King – https://www.youtube.com/watch?v=eVtdFHbWpFE

SITO WEB: http://www.kitty-solaris.de/
FB: https://www.facebook.com/KittySolarisBerlin/

Sabato 8 aprile
Dalle 10:00 alle 18:00
IMPARA A NUOTARE – LABORATORIO DIDATTICO PER MUSICISTI (fino al 6 maggio)
Un corso organizzato in collaborazione con Tutto Lascia Traccia con docenti d’eccezione come Francesco Bianconi, Riccardo Sinigallia, Francesco Di Bella, Giorgio Canali, Motta e altri

Sabato 8 aprile
Ore 22:00
DISCO NOIR – Aware
Arrivano da Milano e dal 2012 sono uniti dall’amore per il pop dolce-amaro. Vincitori della prima edizione del Pending Lips Festival al Carroponte di Milano

I Disco Noir arrivano da Milano e dal 2012 sono uniti dall’amore per il pop dolce-amaro. Dopo aver suonato con alcune delle band più attive della scena indipendente, vincono la prima edizione del Pending Lips Festival al Carroponte di Milano e nel 2015 lanciano la loro opera prima “Aware”.

– Amore Démodé – https://www.youtube.com/watch?v=HaRn4skeF_w
– Lexotan: https://www.youtube.com/watch?v=-3ihqyjrcT4

Teo Agostino, voce, chitarre, synth
Alessandro Marini, basso, armonizzazione
Alessandro Giudici, pianoforte, synth, chitarre
Alessandro Ricotti, batteria

FB https://www.facebook.com/disconoirband/

Domenica 9 aprile
SARA JANE CECCARELLI – Colors
Identità mutevole come le sue sonorità che passano dal rock all’elettronica, passando per folk e jazz riflettendo tante anime e linguaggi

Dopo il Release Party ufficiale del disco “Colors” al Lanificio 159 lo scorso dicembre, l’artista italo canadese Sara Jane Ceccarelli continua le tappe del suo tour esibendosi domenica 9 aprile sul palco di ‘na cosetta. Lo spettacolo verrà introdotto dall’opening act dei FILM, trio romano post-rock strumentale. L’ingresso è gratuito.
Con Sara Jane, sul palco, i musicisti Lorenzo De Angelis (chitarra elettrica) e Armando Girolami (electronica/batteria). L’artista suonerà i brani di “Colors – Story of a girl who wanted to record an album”, disco che verrà pubblicato in autunno per iCompany. Il lavoro discografico mescola l’anima folk-pop nordamericana all’elettronica British più moderna, in una sintesi di ricerca sonora che si concretizza nella collaborazione in studio con Luigi Di Chiappari, suo braccio destro nell’intero lavoro, il fratello chitarrista e primo compagno di musica Paolo Ceccarelli, Andrea Guastadisegni, sound designer formatosi a Londra.
“Colors – Story of a girl who wanted to record an album”, che verrà pubblicato in autunno per iCompany, è un disco estremamente curato, un prodotto quasi inaspettato per il pubblico che negli anni ha seguito il percorso dell’artista italo-canadese. Dopo diversi anni in cui si è dedicata all’acustico, Sara Jane arriva con un album in cui l’anima folk-pop nordamericana si mescola all’elettronica British più moderna, in una sintesi di ricerca sonora che si concretizza nella collaborazione in studio con Luigi Di Chiappari, suo braccio destro nell’intero lavoro, il fratello chitarrista e primo compagno di musica Paolo Ceccarelli, Andrea Guastadisegni, sound designer formatosi a Londra. Alcuni dei live dell’artista sono accompagnati da Giulia Pallotta, punta di diamante tra le vj romane, per uno show anticonvenzionale che trascinerà il pubblico in mondi sonori e visivi inaspettati. Dieci tracce che garantiscono al pubblico un’esperienza sensoriale fuori dagli schemi.

FB: https://www.facebook.com/sarajanececcarelli/?fref=ts
WEB: http://www.sarajanececcarelli.com/