Al via la nuova stagione musicale de ‘Na Cosetta: il programma dei live di settembre


LA NUOVA STAGIONE SPAZIALE DEL BISTROT ‘NA COSETTA

Al via venerdì 15 settembre con I CAMILLAS la quarta stagione di musica live nel bistrot ‘na cosetta, locale aperto a dicembre 2014 nel cuore del Pigneto off, quartiere popolare della capitale raccontato da Pasolini e oggi conosciuto e frequentato per le opere a cielo aperto di street art, i vintage shop, le piccole librerie, i ristoranti e i numerosi club che animano la vita notturna.
“Solo in cucina si può esplorare ogni giorno un nuovo mondo”, così recita la prima pagina della Lista delle Vivande, citazione attribuita (ironicamente) a Neil Armstrong che autorizza il team del club a creare l’hashtag #nacosettaspaziale che accompagnerà concerti e cene durante tutto l’anno.
Dalla sua apertura ‘na cosetta ha già proposto oltre 700 concerti di artisti italiani e internazionali. Anche in questa stagione tutti i lunedì saranno targati Open Swing Lab, il laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone, due mercoledì al mese poi torna sul palco “Zelo in condotta”, l’originale appuntamento di Francesco Forni e Luca Carocci che ospita tra musica, poesia e racconti ogni volta un artista diverso, presenti tra i tanti nella precedente stagione GNUT, ERICA MOU, Roberto Angelini, Davide Combusti in arte The Niro, Dario Sansone, voce e chitarra dei Foja, lo scrittore Claudio Morici, Colandrea e Margherita Vicario.
La novità assoluta invece per gli altri due mercoledì è il radio show in diretta condotto da Alessandro Pieravanti per Radio Sonica nel salotto del club. Il format intitolato “RACCONTAMI DI TE” coinvolgerà ogni volta un co-conduttore diverso per raccontarsi in modo inedito attraverso le proprie passioni e influenze, spaziando tra musica, letteratura, cinema, viaggi e arte; primo appuntamento con GIANCANE. ‘Na cosetta si apre quest’anno anche al teatro con la stand up comedy e, come sempre, il resto della programmazione sarà particolarmente orientata verso proposte – nazionali ed internazionali – legate a etichette indipendenti e a generi diversi: dal cantautorato al rock, dall’elettronica al folk e al jazz. Artisti da tutto il mondo hanno già calcato il palco del club, sono arrivati al Pigneto musicisti dall’Australia, dagli Stati Uniti e da ogni angolo d’Europa. Da novembre a maggio il club ospiterà poi “Esperanto Fest”, la rassegna musicale ideata da Francesco Fiore della Med Free Orkestra, tantissimi gli ospiti in calendario da Erri De Luca a Valentina Correani.
Il club è aperto 7 giorni su 7 con aperitivi-degustazione (dalle 18 alle 20) e cena fino a tarda notte. Il sabato si comincia già dalle 12 con le proposte del pranzo di nonna Cosetta, per mangiare fuori come a casa tra gnocchi, polentine, cotolette e altri piatti della tradizione; la domenica invece da mezzogiorno in poi è festa con il Colanzo, la colazione-pranzo dolce e salata ormai un must per pignetini e non solo.

‘NA COSETTA LIVE
Concerti dal 15 al 30 SETTEMBRE
Via Ettore Giovenale, 54
Roma – Pigneto
Inizio concerti ore 22:00
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA AL NUMERO 06.45598326
www.nacosetta.com
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta
– INGRESSO GRATUITO –

Venerdì 15 settembre
I CAMILLAS in ‘NA COSETTA SPAZIALE
Serata inaugurale della nuova stagione di concerti a ‘na cosetta che come da tradizione dà il benvenuto a
tutti con il live onnipotente del trio di Pesaro

Sabato 16 settembre
LAMBIASE
Radical Shit! è il terzo disco del talentuoso cantautore romano

Domenica 17 settembre
PINO MARINO Autumn live trio
In attesa del nuovo album torna in trio con il suo “Concertacolo” di canzoni e altre storie

Lunedì 18 settembre
TBA

Martedì 19 settembre
Da Londra l’australiano JOEL SARAKULA
Il travolgente artista australiano torna in Italia con la sua musica in cui fonde soul, psichedelia, funk e disco anni ’60 e ‘70

Mercoledì 20 settembre
SALVARIO in “Duemilacanzonette”
“Duemilacanzonette” da ascoltare tutte d’un fiato nell’opera prima del cantautore pugliese trapiantato a Torino

Giovedì 21 settembre
GNUT
Un fuoriclasse capace di tirare fuori la poesia anche dalla quotidianità più semplice

Venerdì 22 settembre
ELISA ROSSI
Dream pop con melodie raffinate intrecciate a un canto liberatorio e d’autore

Sabato 23 settembre
TU
Stile pazzesco e arrangiamenti formidabili che giocano con ogni genere musicale

Domenica 24 settembre
FILIPPO GATTI presenta “Impara a nuotare night”
Dopo il successo del laboratorio didattico coordinato da Filippo Gatti, una lunga serata di musica con le composizioni inedite di oltre 20 artisti

Lunedì 25 settembre
OPEN SWING LAB
Inaugurazione del laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

Martedì 26 settembre
DINASTIA + EDO SPARK
Un live con la band del rapper-cantautore Maurizio Mesumeci e i brani del fenomeno Edo Sparks

Mercoledì 27 settembre
ALESSANDRO PIERAVANTI presenta “RACCONTAMI DI TE”
il programma in diretta su Radio Sonica
OSPITE: GIANCANE
Il percussionista e voce narrante de’ Il Muro del Canto conduce nel salotto di ‘na cosetta il radio show con un ospite speciale

Giovedì 28 settembre
STAND UP COMEDY con Luca Ravenna, Daniele Tinti e Stefano Rapone
Tre artisti per un comedy show tagliente e irriverente

Venerdì 29 settembre
Dalla Repubblica Ceca: THE PRIESTER SISTER
Tre sorelle musiciste con lo swing nelle vene e lo stile vocale delle Andrew Sisters

Sabato 30 settembre
PIJI
La canzone d’autore incontra gli indiavolati ritmi electro swing

*** *** *** *** ***

Venerdì 15 settembre
WELCOME TO CAMILLAS
Serata inaugurale della nuova stagione di concerti a ‘na cosetta che come da tradizione dà il benvenuto a tutti con il live onnipotente del trio di Pesaro

È ormai tradizione che agli eventi di apertura di ‘na cosetta arrivino I Camillas, l’irriverente duo che calca le scene della musica indie da ormai molto tempo che, nel 2015, ha fatto parlare di sé arrivando in finale nel talent show “Italia’s Got Talent” e che l’estate del 2016 ha dato la sigla alle dirette radio e tv de la Jalappa’s Band per i Mondiali di Calcio con “Il gioco della palla”.
A I Camillas è spettato l’importante compito di “battezzare” il locale nel 2014, per poi tornare e dare il via al primo live della seconda stagione nel 2015 e della terza nel 2016: anche quest’anno sono in missione nella capitale per dare un epico benvenuto inaugurale. Ruben e Zagor, nomi fittizi con cui i due si presentano sul palco, suonano canzoni originali e non ambiscono a confondersi nel gruppo: riescono a tenere insieme, in maniera non banale, capacità musicali e grande senso dell’umorismo. Eseguono canzoni in italiano. Dense, leggere, impreviste, monumentali. Piene di ritornelli, malinconie e balli. Nonostante il loro genere non sia catalogabile, tanti critici gli dichiarano un sostegno quasi incondizionato. Un punto fermo della musica e dei live de’ I Camillas è certamente il “gioco”, sempre e comunque si esibiscono con sfacciata ironia. Ruben suona le chitarre e lo xilofono, Zagor si dedica alle tastiere, tutti e due cantano. Nati a Pordenone, vivono ormai da molti anni a Pesaro dove sono una vera e propria istituzione. La loro attività li ha già visti pubblicare un EP, Everybody in the palco (2007) e quattro album: Le Politiche del Prato (2009), Costa Brava (2012), X-Marillas (2013) e Tennis d’amor (2016); nella loro produzione vantano anche un libro pubblicato da Il Saggiatore, “La rivolta dello zuccherificio”, romanzo sorprendente che ha avuto ottime recensioni. Non è un caso che tra i loro fans I Camillas annoverino alcuni scrittori molto noti, a partire da Aldo Nove, Giuseppina Genna e Matteo B Bianchi: con tutti e tre il duo vanta interessanti collaborazioni. Sul palco di ‘na cosetta, il duo si arricchisce del terzo elemento, il batterista Michael Cammillas, per un concerto in cui ripercorreranno successi e tormentoni di tutta la produzione e che amano definire: “sudatissimo”.

Ruben Camillas, voce, chitarre e xilofono
Zagor Camillas, voce e tastiere
Michael Camillas, batteria

WEB: http://www.icamillas.it

Sabato 16 settembre
LAMBIASE
Radical Shit! è il terzo disco del talentuoso cantautore romano
Calca il palco di ‘na cosetta Lambiase con il suo terzo disco intitolato “Radical Shit”.
Il cantautore romano incrocia nuova e vecchia scuola della canzone e del rock indipendente. Il suo ultimo lavoro è una visione ironica e critica del ruolo dell’artista nella società moderna e delle contraddizioni in cui si cade per cercare di apparire originali a tutti i costi.
Tra rock alternativo, cantautorato ed elettronica la musica di Lambiase si fonde con una profonda ed attenta ricerca nella scrittura dei testi, aggiornando la figura del cantautore alle sonorità più sperimentali e contemporanee.

A cosa stai pensando – https://www.youtube.com/watch?v=SQL27BhvUnw 

Lambiase: voce e basso, posizione centrale
Daniele De seta: chitarra elettrica,tastiera e voce
Mattia Candeloro: chitarra elettrica e sintetizzatore
Francesco Pradella: batteria

LAMBIASE BIO:
Lambiase – aka Lorenzo Lambiase – è un cantautore romano classe 1981 che da sempre si dedica allo studio di pianoforte, basso e sintetizzatori.
Dopo aver militato in alcune giovani formazioni, ha lanciato il suo progetto solista, che lo ha impegnato in un’intensa attività live condividendo il palco con Riccardo Sinigallia, Giorgio Canali, Niccolò Fabi, Eugenio Finardi, Tiromancino, Marta Sui Tubi, Perturbazione, Offlaga Disco Pax, Colapesce e Mauro Ermanno Giovanardi.
Tra rock alternativo, cantautorato ed elettronica la musica di Lambiase si fonde con una profonda ed attenta ricerca nella scrittura dei testi, aggiornando la figura del cantautore alle sonorità più sperimentali e contemporanee.
Nel Maggio 2009 è uscito l’esordio ‘La cena’ e nel 2012 per Modern Life ‘Lupi e Vergini’. Il video girato per il brano ‘Le Mani’, dal secondo album, ha visto la partecipazione di Charles McKeown, già nei Monty Python e sceneggiatore di film cult come ‘Brazil’ e ‘The Imaginarium of Doctor Parnassus’ – https://vimeo.com/41693455

Solo pochi mesi fa a sorpresa è uscito il video del nuovo brano ‘A Cosa Stai Pensando?’, parte del nuovo album ‘Radical Shit!’, uscito il 28 aprile e distribuito da Goodfellas.
Il nuovo album è stato scritto, arrangiato e prodotto da Lorenzo Lambiase tra la primavera del 2014 e l’inverno del 2016, registrato presso gli studi romani di Casetta Artiali e Playrec. Alle registrazioni di ‘Radical Shit!’ hanno partecipato Daniele De Seta (chitarra elettrica e chitarra acustica), Francesco Pradella (Batteria), Mattia Candeloro (chitarra elettrica in ‘Cercami’ e ‘Nel Buio’) e Chiara Vidonis che ha prestato la sua originalissima voce per la stupenda cover di ‘Semaforo Rosso’ (interpretata nella versione originale da Ornella Vanoni, Vinicius de Moraes e Toquinho).

‘A Cosa Stai Pensando?’ primo singolo del nuovo album di Lambiase nasce dall’esigenza di capire come funzionano i social network, in particolare Facebook. “Si tratta di un piccolo e ironico esperimento per cogliere la grande comunicazione del web, spesso piena di notizie futili e discordanti”. Il testo prende forma a partire da una serie di post divertenti scritti su Facebook da alcuni amici del cantautore, che sono stati copiati, incollati e messi in sequenza senza un ordine preciso. Ne è derivato un discorso che ha quasi un proprio senso logico.
Il video realizzato per ‘A Cosa Stai Pensando?’ è una simulazione delle azioni di un normalissimo utente facebook che posta contenuti, commenta, scrolla bacheche, apre video, salva foto e fomenta chat. Il video è stato girato, assemblato e creato da Marco Pellegrino, giovane videomaker novarese dedito all’animazione.

Domenica 17 settembre
PINO MARINO Autumn live trio

In attesa del nuovo album torna in trio con il suo “Concertacolo” di canzoni e altre storie
Torna nel salotto di ‘na cosetta uno degli artisti più preziosi della scena contemporanea italiana: Pino Marino in “Concertacolo” di canzoni e altre storie. Vincitore del Premio Ciampi a Livorno con “Dispari” – miglior disco di esordio nel 2000 – seguito da “Non Bastano i Fiori” nel 2003 e da “Acqua Luce e Gas” nel 2005 – vincitore del Premio Lunezia Elite per il valore musical letterario dell’opera nel 2006 e finalista per il Premio Tenco come miglior album, insieme a quelli di Francesco De Gregori, Samuele Bersani, Baustelle e Vinicio Capossela, Pino Marino calca il palco del club accompagnato da Pino Pecorelli (Contrabbasso) e Fabrizio Fratepietro (Batteria, Vibrafono e Voce seconda), musicisti con cui in autunno lavorerà alla prossima e attesa proposta discografica, che segue di due anni l’uscita di Capolavoro (2015). Una serata intima tra la magia della canzone, l’improvvisazione e la teatralità che da sempre contraddistingue il cantautore nei suoi “Concertacoli”.

Pino Marino è anche scrittore, autore per diversi interpreti della canzone italiana, regista di spettacoli musicali e teatrali, promotore di eventi culturali, cofondatore de L’Orchestra di Piazza Vittorio, Collettivo Angelo Mai, Collettivo Dal Pane, Brigata Preneste e altri progetti oggi in attività nazionale e internazionale.

Discografia:
Dispari (2000)
Non bastano i fiori (2003)
Acqua luce e gas (2005)
Capolavoro (2015)

Pino Marino: piano / chitarra acustica / voce / armoniche e mangianastri
Pino Pecorelli: contrabbasso
Fabrizio Fratepietro: batteria/elettronica/basso elettrico/voce

Biografia a questo link:
http://www.bigtimeweb.it/pino-marino

Lunedì 18 settembre
TBA

Martedì 19 settembre
Da Londra l’australiano JOEL SARAKULA
Il travolgente artista australiano torna in Italia con la sua musica in cui fonde soul, psichedelia, funk e disco anni ’60 e ‘70

Joel Sarakula è uno degli artisti stranieri più amati che abbia mai calcato il palco di ‘na cosetta. L’istrionico e talentuoso musicista australiano (ora di base a Londra) torna dal vivo con la sua bomba di “soulful pop”, ovvero l’originale mix tra soul, psichedelica, funky e disco, con uno sguardo agli anni ’60 e ’70. Dopo il fortunatissimo album “The Imposter” uscito nel novembre del 2015 e entrato subito nelle principali radio di Australia, Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Francia e Italia,  è quasi pronto con il suo nuovo disco “The Love Club”.

Northern Soul – https://www.youtube.com/watch?v=fPxOZpMSzPA

Joel Sarakula: tastiere e voce
Geno Carrapetta: batteria

Joel Sarakula BIO
Ispirato da Sly Stone, Todd Rundgren, Beck ed Elvis Costello, Sarakula sperimenta tutto, anche le cose più impensabili, alla continua ricerca della sua musa. Il disco The “Imposter”, uscito nel Novembre del 2015, è entrato subito nelle principali radio di Australia, Regno Unito, Germania, Paesi Bassi, Francia e Italia. Registrato tra Londra, Berlino e Sydney, l’album ha consentito all’artista di collezionare diversi tour in giro per il mondo (accompagnato da Geno Carrapetta alla batteria), grazie anche al fortunatissimo singolo “Northern Soul” e alle partecipazioni a festival come Glastonbury, Scala, Latitude, The Great Escape, V-ROX (Russia) e Reeperbahn (Germania).
Prossimamente in uscita un nuovo disco dal titolo “The Love Club”:

http://www.pledgemusic.com/projects/joel-sarakula

WEB: http://www.joelsarakula.com/

Mercoledì 20 settembre
SALVARIO in “Duemilacanzonette”

“Duemilacanzonette” da ascoltare tutte d’un fiato nell’opera prima del cantautore pugliese trapiantato a Torino
Al suo primo disco, dal titolo “Duemilacanzonette” (Beta Produzioni), è già tra i partecipanti del premio Musicultura e vincitore del contest radiofonico CapiTalent con il brano “Una parte di me” (che entra in rotazione su Radio Capital). Cantautore pugliese trapiantato a Torino, città da cui ha preso nuove ispirazioni, a cominciare proprio dal suo nome d’arte.

Canzonetta da bar – https://www.youtube.com/watch?v=sAYs4S0C2ng

Salvario, voce e chitarra

Salvario BIO
Salvario è un cantautore pugliese, nato e cresciuto musicalmente in provincia di Taranto. Nel 2013, dopo l’esperienza con i Karma in Auge, si trasferisce a Torino, nel quartiere San Salvario da cui prende il nome. Le prime canzoni nascono nel 2015 raccolte in un Ep frutto della collaborazione con i Nadàr Solo, storica band torinese, a cui affida la produzione artistica.

FB: https://www.facebook.com/salvario.musica/

Giovedì 21 settembre
GNUT

Un fuoriclasse capace di tirare fuori la poesia anche dalla quotidianità più semplice
Un cantautore di razza pura capace di tirare fuori poesia anche dalla quotidianità più semplice. Il suo caratteristico folk si fonde alla canzone napoletana passando per il blues e con il precedente album “Prenditi quello che meriti” (2013) è entrato di diritto tra i grandi del panorama italiano.
Attualmente impegnato nella realizzazione del suo quarto disco, che uscirà in Francia per l’etichetta “Beating Drum” con la produzione di Piers Faccini, torna a suonare dal vivo il suo ultimo lavoro dal titolo “Domestico”. Registrato interamente in situazioni intime e casalinghe in cui tutta la sua arte, fatta di testi leggeri ma di spessore, melodie sospese tra pop e folk, emozionano fin dal primo ascolto.

Il resto del corpo – https://www.youtube.com/watch?v=jy66aG6VTaA

Gnut, voce e chitarra
Marco Caligiuri, batteria
Valerio Mola, ukubass
Gianluca Capurro, chitarra elettrica e cori

BIOGRAFIA E APPROFONDIMENTI SUL DISCO:
http://www.bigtimeweb.it/gnut

Venerdì 22 settembre
ELISA ROSSI

Dream pop con melodie raffinate intrecciate a un canto liberatorio e d’autore
Sonorità eteree e sognanti, talvolta più cupe tra noise e ambient, con contaminazioni che spaziano dal pop, al rock-jazz. Elisa Rossi canta un dream pop fatto di raffinate melodie, ECO è il suo terzo album in studio pubblicato lo scorso novembre con l’etichetta IndieSoundsBetter. Il disco è preceduto da “Viola Selise” e “Il Dubbio” che ripropone spesso nei suoi live completamente rivestiti dalle sue nuove sonorità elettroniche.
Nel suo immediato passato è stata tra i vincitori di Musicultura e ha recitato nel musical “Hair” diretto da Giampiero Solari e Luca Tommassini.

Da qui – https://www.youtube.com/watch?v=nzHD9XhP13Q

Elisa Rossi, voce
Adam Lace, chitarra elettrica e synth

Elisa Rossi BIO
Cantautrice e interprete in continua evoluzione, Elisa Rossi è un’artista in grado di disegnare tessuti vocali intrisi di fascino e sensualità.
Nata a Rimini, nel 1998 si trasferisce a Roma dove consegue il diploma presso l’Accademia d’arte drammatica Pietro Sharoff.
Contemporaneamente studia canto e si iscrive al Saint Louis College of Music frequentando i laboratori di Murk Murphy e Maria Pia De Vito.
In questi anni costruisce un’identità artistica dinamica ed elegante, che fa della ricerca espressiva la sua cifra stilistica.
Nel 2007 è tra i vincitori di Musicultura (Premio SIAE per la Miglior musica e Premio Sisme per la Migliore interpretazione con il brano Calmapparente, scritto a quattro mani con Bungaro).
Nel 2009 entra nel cast della seconda edizione di X-Factor, scelta da Morgan. La canzone “The Power of Love” da lei interpretata insieme a Matteo Becucci è rimasta per diversi giorni al primo posto nella classifica di iTunes.
Nel 2009 entra nel cast del musical Hair, diretto da Giampiero Solari e Luca Tommassini, dove interpreta il ruolo di Crissy. Terminata la tournée teatrale, l’incontro con J.D. Foster (Capossela, Calexico) al quale affida la produzione artistica del suo primo album, Viola Selise (2010, autoprodotto). Con la voglia di sperimentare e di ampliare il proprio mondo musicale nasce nell’artista la necessità di accostare e amalgamare le proprie canzoni di gusto pop-acustico alla contaminazione elettro-pop. Su questi presupposti nasce la collaborazione con Fabio Cinti, che curerà la produzione artistica del secondo album Il Dubbio (2013, autoprodotto). Riceve il Premio Bianca d’Aponte 2014 per il brano Pensi sia possibile?, nonché la targa dell’associazione MuoviLaMusica, diretta da Alberto Salerno e Mara Maionchi. Il singolo è inoltre selezionato da Silvia Boschero per il programma King Kong.
Nel 2015 firma il brano “Vorrei che fosse notte”, per l’omonimo cortometraggio realizzato dal regista Claudio Pelizzer e riceve il premio “miglior canzone originale” al Cultural Film Festival di Napoli.
Nel 2016 apre i concerti di Paolo Benvegnù e Rachele Bastreghi. La ricerca sonora e vocale di Elisa Rossi si fa sempre più intensa. Mossa da una crescente necessità di introspezione, la cantautrice si avvicina al genere dream-pop scrivendo parole sospese che a volte si adagiano su strutture melodiche eteree, altre volte le sfiorano appena, dando vita ad atmosfere intense e rarefatte.
Il 25 Novembre 2016, anticipato dai singoli Da qui e I Giganti, esce ECO, il terzo progetto discografico pubblicato dall’etichetta IndieSoundsBetter.




WEB: http://www.elisarossiofficial.it/
FB: https://www.facebook.com/elisarossiofficial/

Sabato 23 settembre
TU

Stile pazzesco e arrangiamenti formidabili che giocano con ogni genere musicale
TU, il poliedrico duo composto da Sebastiano Forte e Federico Leo arriva sul palco di ‘na cosetta con le canzoni (e le noncanzoni) del primo album “Non avrai altro duo all’infuori di”, già in prima ristampa, e per presentare in anteprima le tracce del secondo album in uscita il prossimo autunno.

I TU si presentano al pubblico con bombette, papillon e arrangiamenti formidabili che non lasciano spazio a compromessi. Prendendosi gioco di ogni genere musicale il loro è un divertimento unico e una cura maniacale per l’esecuzione. Il duo nella scorsa stagione ha diviso il palco con Calibro 35, Punkreas, Bologna Violenta, Giancane, suonato live a Stereonotte su Radio 1 e a La Stanza della Musica su Radio3, fatto esplodere il camerino dell’Angelo Mai di Roma, fatto salire sul palco un coro di trenta elementi, girato una decina di videoclip surreali già cult, avuto sdoppiamenti di personalità, lottato con immortali duo del cinema che hanno ammazzato o da cui si sono fatti ammazzare.

Porto a spasso il cellulare – https://www.youtube.com/watch?v=hfxghvgIXME
Se c’è una cosa che mi fa impazzire – https://www.youtube.com/watch?v=1ZE0GFf1fxI

Sebastiano Forte, chitarre, voce e loop
Federico Leo, batteria, voce e pianola

SEBASTIANO FORTE
Nasce clarinettista e diventa suo malgrado chitarrista, polistrumentista eclettico e compositore. Si laurea, come predetto dall’oracolo di Delfi, in psicologia e si masterizza in musicoterapia. Ma la musica dal vivo lo richiama come un elastico ogni volta che se ne allontana. Con i Qbeta ha partecipato a importanti festival nazionali ed internazionali (Social Forum Mondiale di Porto Alegre, in Brasile, Social Forum del Mediterraneo a Barcellona, Spagna, Austin City Limits festival, in Texas, Primo Maggio a San Giovanni, Roma etc…). Con il progetto L.E.D. ha prodotto un disco (“life emission display”, funkyjuice) a distribuzione internazionale, nella versione europea e giapponese. Compone musica per il teatro e per il cinema. Sue composizioni sono state eseguite ed usate come colonne sonore in Europa, Giappone, Stati Uniti. Ha vinto diversi riconoscimenti nazionali con il duo “Forte Vs Leo”, che poi sarà TU.

FEDERICO LEO
Batterista troppo jazz per chi suona rock e troppo rock per chi suona jazz. Si è laureato in grafica per distrarre i concorrenti e poi al biennio di specializzazione Jazz al conservatorio L. Refice di Frosinone. Nel 2008 ha vinto ad Umbria Jazz una borsa di studio per frequentare un anno al Berklee Music College di Boston, cosa che non farà mai. Si è ritrovato a suonare oppure suona ancora con LEILA, Nidi d’Arac, LUZ, Gronge, Bottega Glitzer, Operaja Criminale, Franco Ferguson, Pasquale Ametrano Cinematic Orchestra, Valentina Lupi, Moheir, Stefano Scarfone, Koìko, Armaud.

WEB: http://www.nonavraialtroduoallinfuoriditu.it/
FB: https://www.facebook.com/nonavraialtroduoallinfuoriditu/

Domenica 24 settembre
FILIPPO GATTI presenta “Impara a nuotare night”
Dopo il successo del laboratorio didattico coordinato da Filippo Gatti, una lunga serata di musica con le composizioni inedite di oltre 20 artisti

Una grande serata di musica live con più di venti artisti. Una notte in cui esce allo scoperto il lavoro svolto durante il laboratorio “Impara a nuotare” organizzato nella scorsa primavera da Tutto Lascia Traccia proprio nella sala concerti di ‘na cosetta.
I cantautori si alterneranno sul palco con i loro brani, composti o riarrangiati proprio durante gli appuntamenti del laboratorio. A introdurli lo stesso Filippo Gatti che durante la serata suonerà anche alcune canzoni del suo incredibile repertorio.
Il laboratorio si è avvalso della collaborazione in veste di docenti di: Francesco Bianconi, Riccardo Senigallia, Francesco Di Bella, Giorgio Canali, Federico Guglielmi, Motta e Francesco Gatti (Sound Engineer)

Sul palco:
Filippo Gatti –  Beatrice Amodeo – Tom Armati & i Disarmati – Paolo Benvenuti – Emanuele Binelli – Adriano Brancato – Christian Dalenz Buscemi – Dominique D’Avanzo/Emanuele Sterbini -Valentina Gaia – Loparco – Maistatoagnostico – Lavinia Mancusi – Antonio Mantino – Maresca – Federico Moderno – Montone – Lorenzo Nasi – Simone Nebbia – Edy Paolini – Pierluigi Properzi – Luca Rossetti – Rosso Petrolio – Danilo Ruggero – Federica Sacco – Viviana Strambelli – Ivan Talarico – Virginia Tepatti – VonDatty

IMPARA A NUOTARE – il laboratorio
Le lezioni si sona avvalse del coordinamento didattico e artistico del cantautore e produttore Filippo Gatti e della collaborazione, in veste di docenti, di alcune delle figure di maggior rilievo del panorama della musica italiana contemporanea: Francesco Bianconi, Riccardo Sinigallia, Francesco Di Bella, Giorgio Canali, Federico Guglielmi, Francesco Gatti e Francesco Motta.

Attraverso nove intere giornate di lavoro, il coordinatore didattico Filippo Gatti, con il supporto, ogni volta, di un diverso artista in veste di docente speciale, ha accompagnato i 30 partecipanti in un percorso di approfondimento su come realizzare un brano musicale, con l’obiettivo di fornire un quadro il più completo possibile del processo di produzione artistica, dalla fase di scrittura a quella registrazione sino alla promozione.

Punto di partenza del lavoro sono stati i brani e i materiali musicali realizzati e proposti dai partecipanti stessi.
I brani sono stati quindi analizzati, con un lavoro di gruppo, dal punto di vista del testo, della musica, e dell’interpretazione, fino a essere registrati, sempre attraverso un lavoro di insieme, in due giornate di session presso l’OrtoStudio di Scansano, con la produzione artistica dello stesso Filippo Gatti e la consulenza di Francesco Gatti, che ne ha curato la registrazione e i suoni.

Lunedì 25 settembre
OPEN SWING LAB
Inaugurazione del laboratorio musicale dedicato agli stili del jazz e della cultura Swing ideato da Giorgio Cùscito con Gino Cardamone e Giuseppe Talone

Una vera jazz renaissance che va in scena tutti i lunedì sera nel salotto di ‘na cosetta. L’OPEN SWING LAB da ormai tre stagioni è l’unico originale “gruppo di studio” degli stili del jazz classico e dello swing. Un appuntamento fisso dedicato ai musicisti di qualsiasi estrazione e ai ballerini di lindy hop. Il bistrot, animato da musicisti e lindy hoppers, si trasforma in un grande laboratorio dove il jazz – suonato e raccontato – riscopre una delle sue declinazioni più antiche: la danza. Open Swing Lab è infatti più di una jam session, si tratta di una vera e propria scuola di musica a palco aperto. Direttore dei lavori, il sassofonista Giorgio Cùscito, consacrato durante il Roma Jazz Festival 2014 “Ambasciatore dello swing a Roma”, con lui sul palco Gino Cardamone alla chitarra e Giuseppe Talone al contrabbasso. Dopo il primo set, il trio diventa open swing lab e partecipano alla musica nomi noti del panorama jazzistico e ballerini di lindy hop, pronti a cimentarsi nella scoperta di un nuovo linguaggio.

Primo set
Giorgio Cùscito – sax tenore
Gino Cardamone – chitarra
Giuseppe Talone – contrabbasso

Secondo set: OPEN SWING LAB

Martedì 26 settembre
DINASTIA + EDO SPARK

Un live con la band del rapper-cantautore Maurizio Mesumeci e i brani del fenomeno Edo Sparks
Protagonisti sul palco di ‘na cosetta il gruppo del rapper/cantautore siciliano Maurizio Musumeci in arte “Dinastia” e i brani del fenomeno di youtube Edo Sparks in un doppio live tra sonorità rap e pop.

Dinastia ha recentemente aperto i concerti siciliani di J-Ax e Fedez per il Tour Comunisti col Rolex, una collaborazione nata durante la sua avventura a The Voice nel 2015. Tra i suoi successi una canzone scritta con Marco Mengoni “Parole in circolo”, le selezioni a Sanremo Giovani 2016 e un podio nel 2017 come autore del brano “Universo” di Francesco Guasti.

Claudia – https://www.youtube.com/watch?v=7yMSStC4T78

Per Edo Sparks le porte della musica si aprono invece su youtube grazie alle sue interpretazioni di grandi brani internazionali che contano oltre 4 milioni e 500 mila visualizzazioni. Un fenomeno che con la sua voce, chitarra acustica e loop station spazia dal pop al beat, dal brit al rock, dal blues al folk, dai Sixties ai Seventies. Le sue cover sono state notate e condivise da artisti come Michael Bublè, No Doubt, Tulisa, Hayley Williams, Steve Forrest, e gli hanno valso numerose menzioni, articoli e recensioni, il più prestigioso dei quali sull’edizione online della nota rivista Rolling Stone US.

Too Many Friends – https://www.youtube.com/wa tch?v=-klGm59dTXA

Mercoledì 27 settembre
ALESSANDRO PIERAVANTI presenta “RACCONTAMI DI TE” il programma in diretta su Radio Sonica
OSPITE: GIANCANE
Il percussionista e voce narrante de’ Il Muro del Canto conduce nel salotto di ‘na cosetta il radio show con un ospite speciale

In diretta dal salotto di ‘na cosetta “RACCONTAMI DI TE”, il format radiofonico condotto da Alessandro Pieravanti, voce narrante e percussionista de Il Muro del Canto. Un appuntamento fisso che andrà in scena due mercoledì al mese, un radio show trasmesso dal salotto del club sulle frequenze di Radio Sonica FM 90.7

PRIMO OSPITE: GIANCANE
http://www.radiosonica.it/player-radio-sonica.html

“RACCONTAMI DI TE” – Il programma
Ogni sera un ospite speciale affianca Alessandro Pieravanti come co-conduttore per raccontarsi in modo inedito attraverso le proprie passioni e influenze, spaziando tra musica, letteratura, cinema, viaggi e arte.
Un racconto biografico per conoscere l’artista senza passare dalla sua principale attività ma attraverso le colonne sonore, le pagine dei libri, gli estratti di film e le esperienze di viaggio che lo hanno segnato. Il tutto magistralmente diretto da uno come Alessandro Pieravanti che ha sempre più di “500 storie” pronte nelle sue tasche.

GIANCANE – BIO
Componente del celebre gruppo romano “Il Muro del Canto”, Giancane è un cantautore folk e rock’n’roll, dal grande senso dell’umorismo e dalla chiara vocazione country. A giugno è uscito “LIMONE”, il primo estratto dal prossimo disco di inediti che sarà pronto in autunno. il videoclip del nuovo lavoro di GIANCANE è prodotto da Chef Rubio, con la sua società di produzione audiovisiva indipendente TUMAGA e Image Hunters apprezzata film company romana.
Il suo primo album si chiama “Una vita al top” ed è uscito alla fine del 2015, preceduto solamente da un EP, “Carne”, venduto in comode vaschette per il manzo.
“Una vita al top” è un album “country neomelodico”, d’orientamento western, ricco di rime selvagge. Giancane, come un Cowboy metropolitano, si aggira per le vie della città: la sua chitarra è carica a pallettoni country folk e rock’n’roll, che il cantautore usa senza pudore. Cambia outfit, Giancane, ma tiene con sé la consueta museruola, tanto amata e tanto odiata.

LIMONE – http://vevo.ly/41YjF2

Giovedì 28 settembre
STAND UP COMEDY con Luca Ravenna, Daniele Tinti e Stefano Rapone
Tre artisti per un comedy show tagliente e irriverente

Il salotto del club si apre al Comedy show con i monologhi taglienti di Luca Ravenna (autore per The Pills, Quelli che il calcio), Daniele Tinti e Stefano Rapone.
Facce note sul canale Comedy Central pronte ora ad affrontare l’arena di ‘na cosetta.

BIO

LUCA RAVENNA nasce a Milano nel 1987.
È autore, sceneggiatore, regista e comedian. Ha lavorato come autore con il collettivo romano The Pills.
Nel gennaio 2016 è uscito il primo film al quale abbia lavora come sceneggiatore “The Pills: sempre meglio che lavorare”, è creatore della serie web “Non c’è problema” su Rep.it.
Ha fatto parte del cast della trasmissione Natural Born Comedians su Comedy Central nel 2015 e 2016 e nel 2017 ha partecipato alla nuova edizione di Stand Up Comedy, sempre su Comedy Central
Oggi lavora come autore di Quelli che il calcio.
Durante i suoi pezzi parla praticamente sempre di se stesso, al contrario di come chiunque gli suggerisca di fare
https://www.facebook.com/LucaFilippoRavenna/

DANIELE TINTI nasce a Roma nel 1990.
A due anni si trasferisce a l’Aquila dove rimane fino a 19 anni, quando torna nella capitale.
La laurea in Scienze Politiche gli ha fatto capire che nella vita avrebbe fatto il comico.
Nel 2015 e 2016 partecipa alle due edizioni del programma Natural Born Comedians di Comedy Central e nel 2017 alla nuova edizione di Stand Up Comedy, sempre su Comedy Central.
https://www.facebook.com/Daniele-Tinti-722513837915597/

STEFANO RAPONE per motivi commerciali, nasce a Roma la notte di Halloween del 1986, uscendo dal corpo di un altro essere umano. Partecipa alle due edizioni del programma “Natural Born Comedians” su Comedy Central, si manifesta nella trasmissione “Sorci Verdi” su Rai 2 e su “CCN – Comedy Central News”, programma vincitore del premio satira Forte dei Marmi (ma non per merito suo).
Il sito film.it lo definisce “Meno noto dei colleghi”, ma poi prosegue “si distingue per una comicità monotono, quasi depressiva, che si scontra invece con la violenza delle critiche che il comico rivolge verso se stesso e verso il mondo.”
Scrive fumetti quali “Padre Pio Vampire Hunter”, “Marco Travaglio Zombi” e “Natale a Gotham City” coi quali fa i soldi e fugge all’estero per realizzare il suo sogno di sempre: vivere come vivono i ricchi.
Muore battendo la testa in una piscina piena di monetine, senza averne mai spesa neanche una.
https://www.facebook.com/raponestefano/

Venerdì 29 settembre
Dalla Repubblica Ceca: THE PRIESTER SISTER
Tre sorelle musiciste con lo swing nelle vene e lo stile vocale delle Andrew Sisters
In arrivo dalla Repubblica Ceca tre sorelle con lo swing nelle vene e lo stile vocale delle Andrew Sisters. Musiciste fin da piccole le Priester Sisters portano il loro repertorio che spazia tra gli anni Trenta, Quaranta e Cinquanta sui palchi europei e anche in esibizioni da buskers, tra sorrisi, piccoli prodigi strumentali e perfette armonizzazioni vocali.

Don’t Sit Under The Apple Tree – https://www.youtube.com/watch?v=CKfsaDtcr4M

Lucia Priester, voce, violino
Victoria Priester, voce, fisarmonica
Barbora Priester, voce, chitarra

BIO
Obbligate sin da piccole dalla famiglia a imparare a suonare uno strumento, fu Lucia ad iniziare col violino mentre le altre due sorelle non ottennero buoni risultati con lo stesso strumento. Minacciate dai genitori di non poter uscire di casa fino a che non avessero combinato qualcosa con la musica, Victoria provò col piano e andò decisamente meglio, sostituendolo dopo con una più comoda fisarmonica). Ma per Barbora, la più pigra delle tre, le cose si stavano mettendo male fino a che non si accorse che la chitarra era più semplice del violino e del piano e vi si applicò quel tanto che le permise di migliorare piuttosto rapidamente.

web: https://priestersisters.com/

Sabato 30 settembre
PIJI
La canzone d’autore incontra gli indiavolati ritmi electro swing

Calca il palco del club il cantautore romano Piji. Una serata all’insegna di musica d’autore, teatro canzone, jazz, swing, electro swing e manouche. Il suo ultimo singolo “L’Amore ai tempi dello Swing” uscito prima dell’estate ha visto la partecipazione nel videoclip di grandi ospiti tra cui Renzo Arbore e Fiorello e ballerini di swing come Vincenzo Fesi. Il cantautore ha realizzato un divertente tutorial sull’electro swing che in poco tempo ha scalato le classifiche su iTunes. Il singolo precedente, “Cervello in fuga”, l’inno/tormentone swing dei cervelli in fuga, che racconta con una punta di amarezza il degrado culturale italiano, è stato invece presentato nella prestigiosa rassegna Roma Jazz Festival 2014. Dell’estate 2013 è il secondo singolo, “C’è chi dice no”, (Carosello records/Isola degli artisti), versione electro-swing del classico rock di Vasco, apprezzata e postata da Vasco Rossi in persona sulla propria pagina facebook, pubblicata da Repubblica.it sulla homepage (con un clamoroso numero di visualizzazioni) e consigliata da Vincenzo Mollica nella rubrica “Do Re Ciak Gulp” del Tg1. Così come il suo primo singolo ufficiale Welcome to Italy, C’è chi dice no, Cervello in fuga e le canzoni inedite del cantautore romano sono state ultimamente ospitate varie volte da Fiorello a Edicola Fiore e a Webnotte con Gino Castaldo ed Ernesto Assante.

PIJI – BIO
Piji insieme a Simona Molinari, con cui vanta importanti collaborazioni, è uno degli iniziatori del genere electroswing in Italia, solo negli ultimi anni infatti (dal 2009), il bel paese si è aperto a queste sonorità molto conosciute invece in paesi europei come Inghilterra, Francia ed in gran parte del Nord Europa. Questo genere inizialmente legato più che altro al mondo dei dj, si contamina raramente con il mondo della canzone e dei cantautori, ma è proprio questo che Piji e i suoi sodali fanno da qualche tempo: vivere nel terreno della canzone d’autore italiana, del pop/jazz, ma vestire ogni brano di elettronica e di swing, mantenendo al centro le canzoni dai testi ironici, impegnati o poetici e dalle melodie swing, con un approccio live che concede ampi spazi all’improvvisazione e alla teatralità. Nell’Electroswing Quintet di Piji, il fraseggio d’antan del bravissimo clarinettista e polistrumentista Gian Piero Lo Piccolo, si unisce all’ormai imprescindibile linguaggio “manouche” di Augusto Creni, alla sapienza ed esperienza elettronica e contemporanea del producer Ominostanco e alla solidità funambolica del bassista e contrabbassista Saverio Capo che da tempo seguono Piji in ogni suo live. Non sono esclusi ospita a sorpresa che spesso duettano sul palco con il cantautore, già si sono esibiti con Piji: Gianmaria Testa, Giorgio Tirabassi, Michele Ascolese, David Riondino, Ada Montellanico, Nando Citarella. Il terzo singolo di Piji, “Cervello in fuga”, l’’inno/tormentone swing dei cervelli in fuga, che racconta con una punta di amarezza il degrado culturale italiano, è stato presentato nella prestigiosa rassegna Roma Jazz Festival 2015. Dell’estate 2013 è invece il secondo singolo, C’è chi dice no, (Carosello records/Isola degli artisti), versione electro-swing del classico rock di Vasco, apprezzata e postata da Vasco Rossi in persona sulla propria pagina facebook, pubblicata da Repubblica.it sulla homepage (con un clamoroso numero di visualizzazioni) e consigliata da Vincenzo Mollica nella rubrica “Do Re Ciak Gulp” del Tg1. Così come il suo primo singolo ufficiale Welcome to Italy, C’è chi dice no, Cervello in fuga e le canzoni inedite del cantautore romano sono state ultimamente ospitate varie volte da Fiorello a Edicola Fiore e a Webnotte con Gino Castaldo ed Ernesto Assante. A maggio Piji ha lanciato il quarto singolo “L’amore ai tempi dello swing”, un ironico tutorial sull’electro swing che vede la partecipazione di grandi ospiti e ballerini di lindy hop, balboa, charleston e jazz.

WEB: www.piji.it