Gianluca Secco in concerto al Contestaccio


GIANLUCA SECCO
L’eclettico OneManBand torna sul palco del Contestaccio

Sabato 20 aprile 2018 – Contestaccio
Via di Monte Testaccio, 65, 00153 Roma – Ore: 20.00
Ingresso libero

Il 20 aprile sul palco del Contestaccio torna Gianluca Secco per il primo concerto del 2018 a Roma.

Lo spettacolo del poliedrico OneManBand è un coinvolgente incontro di poesia, teatro e musica. È un momento in cui il “monologo” di un artista solo sul palco diventa un magnetico ed emozionante dialogo con il pubblico grazie alla sua intensità interpretativa e scenica.

Con il supporto della LoopStation, Gianluca Secco racconta, con il suo ruggito e le sue movenze da sciamano, storie visionarie e attuali, dove la voce è suono, colore e immagine, dando vita a uno show imperdibile.

Tutto questo ha generato il consenso della critica, facendo sì che nel 2015 con il suo album di esordio “Immobile” (BetaProduzioni/MArteLabel) venisse candidato prima nella sezione “Miglior Opera Prima” al Premio Tenco 2015. E ospite nel 2016 al Premio Tenco ha ricevuto la targa Tenco-NuovoImaie per la miglior interpretazione.

LINK UTILI
Pagina ufficiale Facebook: www.facebook.com/GianlucaSeccoMusic
Canale ufficiale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCO4CuIqYqctcKxTg8o4LZMw




BIOGRAFIA
Gianluca Secco, nato in Friuli nel 1981, sin da bambino vive in diverse città d’Italia e dell’est Europa a contatto con le più svariate forme musicali che influenzano la sua attività di musicista e gli permettono un gran numero di collaborazioni con gruppi musicali delle scene underground.
Tra le più significative;
sul finire degli anni ’90 nella provincia di Verona è la voce dei Dolcenera (band di estrazione post-rock, noise) con cui pubblica “Stanze Spoglie” (2001 autoprodotto). Collabora inoltre in veste di cantante e poli-strumentista con neXus (rock) e Lavoirlinge (stoner). Nel 2005 si trasferisce a Carpineto Romano, ed è la voce di SenzaEssenzA (hard rock). Con loro pubblica “Vivo Terra e Sangue” (2008 autoprodotto) e calca importanti palchi del Lazio (Palarockness di Genzano, La Cantinaccia a Giulianello) e della Capitale (Jailbreack, Contestaccio, Alpheus). Nel 2008 finalisti per la regione Lazio al festival MarteLive.
Fin da principio è autore dei testi che canta e sempre nel 2008 pubblica “Postumi di un Passato” (edito per Aletti Editore), una raccolta di racconti visionari dal sapore surreale e ironico.
Dal 2010 al 2012 è allievo presso la Scuola Popolare di Musica di Testaccio dove con Virginia Orsini affronta lo studio del canto Jazz. Dal 2012 al 2013 segue invece l’insegnante Susanna Mastini con la quale apprende nozioni di canto Lirico, per poi spostare la sua attenzione sull’uso strumentale della voce. È in questo periodo che inizia a dedicarsi alla produzione di brani originali caratterizzati da arrangiamenti essenziali (per la maggior parte corali) in cui mescola elementi di Musica, Poesia, Teatro e Canzone.
Nel 2013 prende forma “Voce” (primo spettacolo solista) che vanta numerose date in locali, club, teatri, gallerie d’arte e festival Buskers.
Nel 2014 (con la produzione di Beta Produzioni/MarteLabel) Gianluca Secco incide alcuni dei brani che fanno parte dello spettacolo per farne il disco e il libro “Immobile”, che esce il 20 Aprile 2015 per Beta Produzioni/MarteLabel.
Con la successiva “Immobile Tournée” tutt’ora in corso, Gianluca Secco tocca diverse regioni (Lazio, Abruzzo, Marche, Campania, Molise, Puglia) e partecipa a festival di risonanza nazionale.
Tra i principali: Meeting delle Etichette Romane, Earth Day Italia, ArteLive Project, Arte in Strada Mirabello, Buskers in Town, TolfaArte, Lunarte, MEI di Faenza.
In Ottobre 2015 “Immobile” è stato nominato tra i candidati al Premio Tenco 2015, nella sezione “Miglior opera prima”.