VEEBLEFETZER: “No Magic, No Bullet” è il nuovo album


VEEBLEFETZER
“NO MAGIC, NO BULLET”
Goodfellas

Data di uscita: 08 Maggio 2015

Un’attitudine musicale globalista e fuori dagli schemi, quasi che una linea immaginaria – ma in fondo tangibile – possa unire echi di dub tra le baracche di Kingston a sprazzi di puro rock’n’roll, un funerale a New Orleans a un matrimonio gypsy nelle campagne di Sarajevo. Le chitarre pastose in bilico tra reggae e manouche si mescolano con l’energico calore dei fiati e il marchingegno ritmico fatto di tamburi e macchine da scrivere. Le basse frequenze sono tutte affidate all’andamento gradasso e rubicondo del sousafono, un basso tuba da parata. La strumentazione degna di una piccola orchestrina protopunk rende il timbro dei brani decisamente riconoscibile e originale. Il cantato è in inglese. Le liriche raccontano di viaggi, tumulti e stortezze della vita, scritte dal frontman Andrea ‘Mondo Cane’ Cota, irrefrenabile musicista nonché produttore e dj radiofonico.
Nei prossimi mesi i Veeblefetzer continueranno la loro incessante attività live che li ha già visti calcare i palchi dei principali club e festival italiani e di mezza Europa tra cui il Boomtown Fair (UK), il festival più incredibile mai visto, il Musikclub Open Air in Austria, l’Ariano Folk Festival (AV) e il Live Rock Festival (SI) condividendo il palco tra gli altri con The Bluebeaters, Raiz & Almamegretta, [dunkelbunt] & the secret swing society, Slamboree, The Electric Swing Circus, Dirty Honkers, Monaci del Surf, Fuzz Orchestra, UNA.
L’origine del nome del gruppo arriva dalla rivista di satira e fumetti ‘MAD’, nata negli anni ’50, in cui il termine Veeblefetzer veniva usato in riferimento a qualsiasi tipo di oscuro macchinario molto complicato e che non abbia uno scopo preciso.

“Molti vorrebbero trovare una soluzione magica ai propri problemi, ma si rifiutano di credere nella magia”.




Dopo l’esordio con l’EP ‘The Truth Is Overrated’, il quartetto romano è lieto di presentare il primo lavoro discografico sulla lunga distanza, un continuo dondolare tra magia e verità, a suon di fiati e ritmi ondeggianti.
‘No Magic No Bullet’ uscirà l’8 Maggio su etichetta Goodfellas. Il disco è stato registrato su nastro e missato su banco analogico. Sarà anticipato dal videoclip del singolo ‘Money Comes Money Goes’.
Registrato in analogico su nastro al Sud Est Studio [Guagnano, LE], mixato al Gas Vintage Studio [Roma] da Daniele Gennaretti (Bud Spender Blues Explosion, Vadoinmessico, Honeybird & the birdies, Luca D’Aversa) e masterizzato al Reference Studio [Roma] da Fabrizio De Carolis. La co-produzione artistica è stata affidata a Sante Rutigliano (Thee Elephant e Oh Petroleum).
Il reggae, ma anche un approccio gitano e folk, fino ai confini del punk. Ascoltandolo verrebbe da pensare a un lungo viaggio fuori dalle traiettorie della musica mainstream, approdati per scelta in un approccio goliardico e piratesco alla musica. Un arrembaggio agli stereotipi musicali per proseguire la continua ricerca verso l’isola dell’originalità.
L’approccio musicale è ruvido, impulsivo, istintivo ma allo stesso tempo tende alla ricercatezza… volendo scomodare i dei dell’Olimpo immaginate Tom Waits festeggiare tre giorni di fila in compagnia di Lee “Scratch” Perry e Joe Strummer al matrimonio di Emir Kusturica.
I Veeblefetzer sintetizzano questa fantasticheria ritagliandosi un singolare spazio nel panorama della musica indipendente.
“No Magic No Bullet” è un disco dinamico ed energetico, che stana il coinvolgimento nell’ascoltatore.
E’ un disco che ti solleva e ti mette in mezzo. La sensazione che si ha ascoltandolo è quella di stare davanti ad un amico appena tornato da un lungo viaggio e preso da mille racconti. E’ un disco fatto da mille fiati, per chi ha ancora il fiato necessario per rimettersi sulla strada. Un carnevale in cui gli ottoni la fanno da padroni, esprimendo una qualche forma di gioia manifesta e a tratti melanconica. Sbaldore e sollucchero genuino, un po’ vanesio e sicuramente tribolato!
I testi in inglese parlano di viaggi, tumulti e stortezze della vita. Gli orizzonti della memoria si fanno labili e i confini facilmente valicabili. Storie di paesaggi, di sentieri, di cambiamenti, di relazioni e di ricordi, di ambizioni e delusioni.

TRACKLIST E CREDITI

01) BOOM THE RHUMBA
02) MONKEY ON MY BACK
03) VALPARAISO
04) MONEY COMES MONEY GOES
05) MONEY DUB
06) THE GUNS OF BRIXTON
07) HOW LONG
08) STOP THAT SOUND
09) CHANGE YOUR MIND
10) THE EDGE OF A STREET
11) I’D LIKE TO BE INSPIRED
12) THE JUNGLE DOWN

VEEBLEFETZER
Andrea “Mondo Cane” Cota – Voice, strings, keys and pots
Giancarlo Romani – Trumpet, flugelhorn, cornet and firebird trumpet
Luca Corrado – Sousaphone and synthaphone sounds
Gabriele Petrella – Drums, toys, typewriter and backing vocals

Additional Musicians:
Giorgio Tebaldi – Trombone on #1, 2, 3, 6, 7, 8, 9, 11
Sandro Travarelli – Trumpet on #1
Sante Rutigliano – Guitar Effects on #8

Musics and Lyrics by Andrea “Mondo Cane” Cota except #6 by Paul Simonon
All arrangements by Veeblefetzer
Produced by Sante Rutigliano and Andrea ‘Mondo Cane’ Cota
Recorded at Sudestudio [Guagnano, Lecce, Italy] by Stefano Manca
Horns recorded at 30Formiche [Roma, Italy] by Sante Rutigliano and Andrea ‘Mondo Cane’ Cota
Mixed at Gas Vintage Studios [Roma, Italy] by Daniele Gennaretti
Mastered at Reference Studio [Roma, Italy] by Fabrizio De Carolis
Track #13 recorded in Nui Bay [Koh Lanta, Thailand]

Photo manipulations and Textures by Pogovic
Booklet front photo by Giulia Razzauti
Artwork by Andrea ‘Mondo Cane’ Cota | Loko Graphiks ®

VEEBLEFETZER
veeblefetzer.it
facebook.com/veeblefetzer
GOODFELLAS
beta.goodfellas.it