Rough Enough, “Mackie” è il nuovo singolo: guarda il video


ESCE OGGI
“MACKIE”
IL NUOVO VIDEO E SINGOLO DEI
ROUGH ENOUGH

Esce oggi, venerdì 23 novembre, “Mackie”, il nuovo video e singolo dei ROUGH ENOUGH. Il brano, disponibile su tutte le piattaforme digitali, anticipa l’uscita di “MOLTO POCO ZEN” (Overdub Recordings), il secondo disco di inediti della band, prevista per gennaio 2019.

I Rough Enough sono un duo alternative di Catania, in bilico tra rock, punk e suggestioni blues. Introspettivi e vibranti, trasudano rabbia e sincerità, tra suoni sporchi e viscerali. I loro testi parlano di una società che guarda ma non vede, di responsabilità individuali e di un mondo che può cambiare solo se si abbandonano – finalmente – tutti gli alibi.

Link al video di “MACKIE”: https://youtu.be/5Cu8WSKvu2k

Fabiano Gulisano: chitarra, voce
Raffaele Auteri: batteria, cori
Riprese video e montaggio: Mauro Sodano
Registrazione e mix: Davide Iannitti presso Sonic Fun House Studio – Catania
Mastering: Filippo Strang presso VDSS Recording Studio – Morolo




I Roungh Enough parlano del singolo:
Mackie è l’angoscia che si prova di fronte alla paura di morire. Andare avanti vuol dire perdere sempre qualcosa o qualcuno. Ci sono sensazioni spiacevoli da evitare ad ogni costo. La noia diventa una strategia per nascondersi ed accettare le sensazioni spiacevoli.

ROUGH ENOUGH | BIOGRAFIA

I Rough Enough sono un mix di distorsioni, testi introspettivi e parole di disappunto. È improvvisazione che viene strutturata, fino a diventare canzone.

Fabiano e Raffaele si incontrano quasi per caso, per amicizie comuni ed ascolti musicali comuni. Hanno dato vita al progetto Rough Enough per ascoltare, digerire e creare musica contaminata ma fresca, tra il suono disarmonico della chitarra e il drumming dall’attitudine punk. Rough Enough strizza l’occhio alla vecchia scuola alternative rock italiana, al post-core, al noise, al punk.

Nel 2016 è uscito il loro primo album “Get Old and Die”, prodotto da Daniele Grasso per The kids are alright (Dcave Records) presso il The Cave Studio di Catania.

Dopo gli opening act per One Dimensional Man e Giungla, vari festival e un tour di presentazione, il duo ha scritto le 11 tracce che andranno a comporre “Molto poco zen”, il secondo disco, registrato e mixato alla Sonic Fun House da Davide Iannitti (Loveless Whizzkid, Stash Raiders, Cambogia).