Daniele Celona in concerto al Lanificio159 per la presentazione del nuovo disco a fumetti “Abissi Tascabili”

6 DICEMBRE
DANIELE CELONA IN CONCERTO
Al Lanificio 159 la presentazione ufficiale del nuovo disco a fumetti “Abissi Tascabili” in collaborazione con ‘Na cosetta

LANIFICIO 159
Via di Pietralata 159 Roma
Apertura porte: dalle 20:30
Inizio concerto ore 22:30
PRENOTAZIONE CONSIGLIATA TAVOLI PER CENA AL NUMERO 392.9163956

INGRESSO: 8 euro in lista Lanificio – 10 euro alla porta
BIGLIETTI DISPONIBILI AL LINK: http://bit.ly/Tickets-Daniele-Celona-Roma
EVENTO FACEBOOK: https://www.facebook.com/events/304819827018678/

Per ascoltare il disco
https://luovo.lnk.to/AbissiTascabili

Un ambizioso progetto editoriale tra musica e fumetti; così il cantautore torinese Daniele Celona riesce a unire nel suo ultimo disco “Abissi Tascabili” la musica con l’illustrazione. Il risultato è un disco di dieci brani, tra cui spiccano i featuring con Pierpaolo Capovilla leader de Il Teatro degli Orrori, Paolo Benvegnù e gli oltre ottanta elementi del Sunshine Gospel Choir di Torino guidati da Alex Negro, ognuno liberamente illustrato dagli artisti del collettivo Progetto Stigma.

L’album nasce da una co-produzione altrettanto creativa tra Comicon, The Goodness Factory e dagli stessi fan di Daniele Celona “I Celofan”, per essere poi registrato al San Pedro studio da Antonio Cooper Cupertino. Il titolo, “Abissi Tascabili” ricalca la struttura di una collana letteraria, così come i testi delle canzoni si accostano facilmente alla formula del racconto breve: storie concentriche ai confini della realtà che intrecciano fantascienza, mitologia e favola. Espediente che lascia leggere tra le righe un’attenta analisi dell’uomo moderno e dei suoi mali, degli abissi che si nascondo appena sotto la superficie di una quotidianità scandita da routine e smartphone.




Parlando del suo album Daniele Celona spiega che gli Abissi Tascabili “sono storie di esseri umani sul punto di perdersi, perché questo tempo rema contro il loro (e il nostro) vero superpotere: l’immaginazione, o meglio lo blocca a un passo dagli occhi. Albert Einstein riuscì a capire parte del funzionamento dell’universo con delle semplici proiezioni mentali di esperimenti altrimenti impossibili. Tale è il potere dell’uomo. E noi? Sono le foto sui nostri smartphone, i riflessi ritoccati dei nostri specchi, le nostre esistenze virtuali a vivere mirabolanti avventure, a stupire in nostra vece. Noi rimaniamo bloccati. Noi siamo il vero ritratto di Dorian Gray. Soffriamo, sudiamo, sbagliamo mentre il nostro avatar racconta tutt’altra storia, una vita diversa. Eppure l’orizzonte è ancora là. Basta tenere lo sguardo appena più alto, oltre il bordo smussato del bicchier d’acqua in cui ci piace affogare”.

In questo disco a fumetti ricorrono artisti e registi con cui Daniele Celona collabora fin dagli esordi nel 2012, anno in cui fa il suo ingresso ufficiale nella nuova scena torinese con l’album “Fiori e Demoni”. Al tour in tutta Italia partecipano infatti come ospiti sul palco Il Teatro degli Orrori, Paolo Benvegnù e Umberto Maria Giardini. L’anno seguente è al fianco di Levante come chitarrista e pianista nel “Manuale Distruzione Tour”. Il secondo album “Amantide Atlantide” arriva nel 2015 edito da NøeveRecords e Sony Music, anticipato da “La Colpa”, primo singolo ufficiale con cui entra in rotazione su MTV New Generation grazie anche al videoclip realizzato del regista Bruno “Mezzacapa” D’Elia, e dal brano “Atlantide” con il prezioso featuring con la stessa Levante.

Un lavoro “Amantide Atlantide” che Celona porterà in giro per l’Italia in tre differenti versioni, una più rock e sperimentale, una più intimista con i violoncelli di Bea Zanin e Chiara Di Benedetto, l’ultima in duo con Marco di Brino al sax. Dopo la vittoria del Premio Anacapri Bruno Lauzi con l’inedito “La Sindrome di Lois Laine”, e la candidatura alle Targhe Tenco nella categoria Miglior Canzone con “Amantide”, nel 2016 un nuovo EP questa volta live “Dalla Guerra alla Luna” con cinque brani tratti dai suoi precedenti lavori. Nel 2018 il ritorno agli inediti con “Abissi Tascabili”, disco anticipato dal brano “Shinigami” con featuring di Pierpaolo Capovilla e cortometraggio del regista Bruno “Mezzacapa” D’Elia – che ci trasporta dritti nella guerra interiore di un giovane uomo perso in una Torino onirica e tridimensionale – e poi dal nuovissimo singolo “HD Blue” che è un vero tuffo nel cuore.

Shinigami – https://www.youtube.com/watch?v=1ghBs3abWcc
HD Blue – https://www.youtube.com/watch?v=GMJeGpPrzoc

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *