Village Celimontana al via con i concerti di Javier Girotto & Natalio Mangalavite e Artidee Big Band


VILLAGE CELIMONTANA

IL FESTIVAL JAZZ CON PIÙ AFFLUENZA D’EUROPA

L’estate romana si riempie di Musica con più di 100 concerti dal 1° giugno al 10 settembre 2019

LA PROGRAMMAZIONE DAL 1° al 2 GIUGNO 2019

Media Partner Ufficiale della Rassegna
Dimensione suono soft

Liniziativa è parte del programma dellEstate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

Villa Celimontana
Via della Navicella, 12
3490709468
www.villagecelimontana.it

Dal 1° giugno al 10 settembre
Inizio concerti ore 22:00
Ingresso free

OGNI LUNEDÌ – CELIMONTANGO

OGNI MARTEDÌ – SERATA SWING SWING SWING

Scuola di ballo con lezione gratuita ore 20:30

Concerto Live ore 22:00

TUTTI I GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO E DOMENICA DI GIUGNO E LUGLIO

DUO LIVE ore 19:00 a cura delle migliori scuole di musica di Roma

A seguire Main Concert ore 22:00

SABATO 1° GIUGNO 2019
JAVIER GIROTTO & NATALIO MANGALAVITE ESTANDARS

 JAZZ ARGENTINO

Javier Girotto (sax) e Natalio Mangalavite (piano) sono due musicisti dalla pluridecennale attività concertistica e didattica a livello internazionale. Ultimamente, dopo aver lavorato in trio con Peppe Servillo, si sono trovati di nuovo insieme per realizzare e produrre un disco in duo: Estándars (2017). La parola ‘estándar’ è l’equivalente spagnolo del termine ‘standard’, utilizzato in contesto anglofono per indicare composizioni jazz di grande successo che, interpretate ed incise innumerevoli volte, sono divenute brani di repertorio, riconosciuti come patrimonio musicale comune. In Argentina e in America Latina, parallelamente, con ‘estándar’ ci si riferisce ad un insieme di canzoni e temi tradizionali del folklore autoctono, dai generi più disparati: zamba (una danza in tre tempi, ma assai diversa dalla samba brasiliana), chacarera (un’altra danza argentina di coppia che si balla in gruppo), chamamé (un genere proprio dell’Argentina settentrionale, di lontana origine europea), milonga (tipica della regione del Rio de la Plata), tango e candombe (dalle radici africane). I due musicisti hanno dichiarato: “Siamo entrambi argentini e proveniamo dalla stessa città: Cordoba. Riproporre dunque in chiave jazzistica i ‘nostri’ standard ha significato per noi ripercorrere insieme alcune tappe fondamentali della nostra formazione e della nostra evoluzione artistica, partendo proprio dalle comuni origini ed esperienze. Con sole due eccezioni in realtà: il brano San Pedro en El Espinal, che è un tema classico colombiano, dedicato al nostro amico Alvaro Aterhotua e la celebre canzone di Armando Trovajoli Roma nun fa’ la stupida stasera, che rappresenta un omaggio alla nostra città di adozione, reinterpretato alla nostra maniera. La seduta di registrazione del disco è stata effettuata in studio con del pubblico presente nella stessa stanza di ripresa. Una sorta di live in studio, in stile ‘buona la prima’, per mantenere il carattere spontaneo e qualche ‘perfetta’ imprecisione”.




Line-up
Javier Girotto, sax e flauto

Natalio Mangalavite, piano, tastiere e voce.

DOMENICA 2 GIUGNO 2019
ARTIDEE BIG BAND – DIRETTA DA CLAUDIO PRADO’
HARD BOP

La Artidee Big Band nasce nel 2015 con un organico formato da professionisti, e giovani musicisti emergenti. Sin dall’inizio il gruppo si è dimostrato molto affiatato e dopo poco tempo ha iniziato a fare concerti nei club o in alcuni festival. La qualità esecutiva degli strumentisti, sotto la guida sicura e competente di Claudio Pradò, grande arrangiatore e direttore di orchestra del panorama jazzistico italiano, si è evoluta in maniera costante permettendo al gruppo di raggiungere alti livelli. Il repertorio dell’orchestra è costituito da arrangiamenti e ripercorre con efficacia le varie età del Jazz: dal Jazz classico di Count Basie e di Cole Porter al Jazz degli anni ’60 con Nat Adderley, Mingus, Bobby Timmons, Ahmad Jamal, Charles Mingus, Wayne Shorter. Il tessuto ritmico-armonico permette di esaltare le capacità solistiche degli strumentisti, lasciando ampio spazio all’improvvisazione.

Prima del concerto il Format “Roma non fa la stupida stasera”, serata che prevede un intrattenimento musicale e teatrale con il Trio Monti ed i Fuorisync. Testi e regia di questo spettacolo sono di Maurizio Francabandiera, ottimizzazione Antonella Venanzi. Cinque domeniche in cui non mancheranno tanti ospiti a sorpresa tra comici, attori e artisti.

Line-up
Danielle Di Majo – Sax Alto 1
Luisiana Di Filippo – Sax Alto 2
Roberto Leoni – Sax Tenore 1
Franco Brandi – Sax Tenore 2
Anna Impellizzeri – Sax Baritono
Luca Iaboni – Tromba 1
Ivan Memmo – Tromba 2
Luca Celon – Tromba 3
Adriano Russo – Tromba 4
Elisabetta Mattei – Trombone 1 Saverio Lizzani – Trombone 2
Lucio Francano – Trombone 3
Edoardo Ravaglia – Piano
Maurizio Perrone – Contrabbasso
Franco Fogli – Batteria