David Riondino, Diodato e Sergio Rubino all’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini


OFFICINA DELLE ARTI PIER PAOLO PASOLINI

venerdì 15 e sabato 16 novembre

Canzoniere, la poesia torna in scena
da Maria Grazia Calandrone a Eduard Escoffet, da Nilson Muniz a Lello Voce,
una rassegna sulla forza e la vitalità della poesia performativa

presenta David Riondino

lunedì 18 novembre

Diodato e Renzo Rubino: due voci a confronto

Venerdì 15 e sabato 16novembre l’HUB culturale di Officina Pasolini Regione Lazio, il laboratorio creativo di alta formazione coordinato da Tosca, Massimo Venturiello e Simona Banchi, ospita due serate dedicate alla poesia con musica dal titolo Canzoniere, la poesia torna in scena. Seconda edizione di una mini-rassegna promossa da Squilibri e dedicata alla poesia performativa in tutte le sue varie declinazioni, vedrà sfilare sul palco tantissime personalità tra poeti e artisti. Un cast di respiro internazionale, con ospiti d’onore, la direzione artistica di Lello Voce e un presentatore d’eccezione come David Riondino.

Poesia da leggere con le orecchie e da ascoltare con gli occhi. L’intento che anima la rassegna è quello di riportare la poesia dove abitava prima del suo lungo esilio nei generi letterari, quando era una disciplina orale, fondata sul ritmo e la musicalità e impensabile senza l’abbraccio di una comunità e il calore di una comunicazione diretta. La poesia nasce infatti come musica, non già accompagnata dalla musica, e durata, ritmo, suono e lingua sono tutte le sue forme. Almeno prima che avvenisse quanto già Giacomo Leopardi deprecava come la funesta separazione della musica dalla poesia e della persona di musico da quella di poeta.

Si inizia venerdì15 alle 21:00 con Barba Corsini, il duo formato dal musicista Pope e dalpoeta catalano Eduard Escoffet, autentico nomade della poesia che ha portato le sue parole scabre e taglienti sui palchi di mezzo mondo, e si prosegue con il giovanissimo Gabriele Stera, vincitore di premi nazionali e internazionali, e con Jeremy Zahouati, musicista francese in grado di snocciolare con incredibile intensità parole che pulsano come elettronica e suoni che spiegano meglio di tante parole. Tra i fautori a livello internazionale della cosiddetta spoken music, Lello Voce e Frank Nemola, accompagnati per l’occasione dal basso parlante di Andrea Ra, allestiranno una nuova Piccola cucina cannibale (titolo di un loro libro con CD) alla ricerca di nuove forme poetico-musicali capaci di interpretare la contemporaneità. Per una serata a dir poco ricca di suoni che trasudano parole e di parole che respirano musica, si esibiranno ancora Maria Grazia Calandrone con il giovanissimo batterista Arturo Casu, e, come ospite d’onore, Giovanni Fontana, punta di diamante della poesia sonora, non solo italiana, artista visivo e sperimentatore instancabile nonché raffinatissimo teorico della vocalità.




Sabato16, sempre alle ore 21,la seconda giornata della rassegna si aprirà con il brasiliano Nilson Muniz, poeta, attore televisivo e performer dallo stile inconfondibile che, con il suo flusso verbale, magmatico e travolgente, sarà accompagnato dal musicista portoghese Guilherme Granato. Si proseguirà con Monica Matticoli e Miro Sassolini, chemescoleranno le loro voci e le loro parole fino al punto in cui la voce si stacca dalla parola, Gabriele Frasca assieme a Roberto Paci Dalò, affilerà le lame della metrica e della composizione elettronica, e Adriano Padua, che con DJ Fuzzten farà cavalcare ai suoi raffinatissimi endecasillabi le pulsazioni hip hop. Ospite d’onore di questa serata conclusiva Lamberto Pignotti, tra i più grandi autori di poesia visiva e performativa, uno dei maestri internazionali della sperimentazione poetica.

A condurre le due serate, come una sorta di Virgilio in una terra poco conosciuta in Italia ma ormai di altissima frequentazione all’estero, David Riondino, autore di grande versatilità e molteplici curiosità, tutt’altro che a digiuno su questioni di metrica e poesia, da Boccaccio alla decima latino-americana.

Canzoniereè anche la collana dell’editore Squilibri dedicata alla poesia con musica che, periodicamente, si fa dunque anche evento, incrociando il teatro e affidando alla performance dal vivo la comunicazione di tutte le sue forme e di tutti i suoi contenuti.

Ancora musica lunedì 18 novembre ore 21:00 con due giovani talenti tarantini, Diodato e Renzo Rubino. Affacciatisi sul palco di Sanremo prima con Fabio Fazio e poi nel primo festival targato Claudio Baglioni, i due cantautori sono i protagonisti di Diodato e Renzo Rubino: due voci a confronto, una serata ricca di musica (sono previste esibizioni live) ma anche piena di racconti di musica. I due artisti, intervistati da Tosca e Chiara Di Giambattista, saranno infatti protagonisti di un confronto ravvicinato in cui parleranno del rapporto che hanno con la loro arte e con la loro professione.

PROGRAMMA

15 e 16 novembre ore 21:00

Canzoniere, la poesia torna in scena

con: Maria Grazia Calandrone e Arturo Casu, Lello Voce e Frank Nemola con Andrea Ra; Eduard Ecoffet e Pope; Gabriele Stera e Jeremy Zahouati; Gabriele Frasca e Roberto Paci Dalò, Monica Matticoli e Miro Sassolini; Nilson Muniz e Guilherme Granato; Adriano Padua e DJ Fuzzten

Ospiti d’onore: Giovanni Fontana e Lamberto Pignotti

Presenta: David Riondino

~

18 novembre ore 21:00

Quel mare in comune

Diodato e Renzo Rubino: due voci a confronto

Conducono Chiara Di Giambattista e Tosca

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti

È possibile riservare i posti scrivendo in privato alla pagina Facebook di Officina Pasolini lasciando nome, cognome e numero di posti desiderati.

I posti saranno riservati soltanto fino a trenta minuti prima dell’inizio dello spettacolo.

Teatro Eduardo De Filippo – Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Allo spazio si accede attraverso l’accesso di Viale Antonino di San Giuliano, angolo via Mario Toscano (zona Ponte Milvio)

Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini

Coordinatore generale Tosca