Il programma dei concerti a ‘Na cosetta dal 18 al 24 maggio


‘Na cosetta
presenta
‘NA COSETTA LIVE

Lunedì 18 maggio ore 22:00
OPEN SWING LAB

Martedì 19 maggio
DOG BYRON

Mercoledì 20 maggio
ore 19:00
GUIDO CATALANO A ROMA
Reading del poeta torinese
ore 22:00
‘NA COSETTA JAZZ
Jam session con Leonardo De Rose e Alessandro D’Anna

Venerdì, sabato e domenica ‘na cosetta partecipa all’iniziativa “Pigneto Città Aperta”

Venerdì 22 maggio
MATTEO CASTELLANO

Sabato 23 maggio
Patamu LIVE presenta i suoi artisti: Erica Romeo, Roberto Billi e molti altri

Domenica 24 maggio
VINCENZO SALAMONE

via Ettore Giovenale, 54 Roma
– Ingresso gratuito –

‘Na cosetta propone musica live tra canzone d’autore, rock e jazz. In questa settimana, oltre ai consueti appuntamenti con l’Open Swing Lab a ritmo di swing del lunedì e la jam session del mercoledì, l’art bistrot ospita il reading del torinese Guido Catalano, i poeti lo definiscono un cabarettista, i cabarettisti un poeta; al suo sesto libro, Catalano gira l’Italia in un tour infinito, raccogliendo consensi e amore lungo tutto lo stivale. Nel weekend, per la rassegna “Pigneto Città Aperta”, sul palco di ‘na cosetta ci saranno numerose iniziative: dal concerto di Matteo Castellano venerdì sera, a Patamu LIVE, piattaforma on-line che offre agli artisti servizi gratuiti di tutela dal plagio, che animerà il sabato sera dall’aperitivo a tarda notte con diversi artisti sul palco, fino al cantautore palermitano Vincenzo Salamone sul palco del bistrot domenica sera.

Lunedì 18 maggio ‘Na cosetta diventa OPEN SWING LAB, l’unico originale “gruppo di studio” degli stili del jazz classico e dello swing.

Un appuntamento fisso, ogni lunedì sera, dedicato a tutti i musicisti di qualsiasi estrazione e ai ballerini di lindy hop. Il salotto del bistrot, animato da musicisti e ballerini, si trasforma in un grande laboratorio dove il jazz – suonato e raccontato – riscopre una delle sue declinazionazioni più antiche: la danza. Open Swing Lab è infatti più di una jam session, si tratta di una vera e propria scuola di musica a palco aperto. Direttore dei lavori, il sassofonista Giorgio Cùscito, consacrato durante l’ultima edizione del Roma Jazz Festival ambasciatore dello swing a Roma, con lui sul palco Gino Cardamone alla chitarra e Giuseppe Talone al contrabbasso. Dopo il primo set, il trio diventa open swing lab e partecipano alla musica nomi noti del panorama jazzistico e ballerini di lindy hop, pronti a cimentarsi nella scoperta di un nuovo linguaggio.

Primo set

Giorgio Cùscito – sax tenore

Gino Cardamone – chitarra

Giuseppe Talone – contrabbasso

Secondo set: OPEN SWING LAB

Lindy hop Area!

Martedì 19 maggio Dog Byron è un cantastorie. E anche un gruppo. Ama i suoni grezzi del Grunge e la profondità del Blues. Viaggia tra Roma e Parigi e lungo la strada, in occasione dell’uscita della sua cover di Natural Blues, trova anche il supporto della celebre pagina americana “The Seattle Grunge Scene”. Nel 2012 supporta gli storici Bush nel loro tour italiano. Nello stesso anno, vola al London Independent Film Festival per la Nomination del videoclip di Summer Afternoon Lullaby. Le sue canzoni passeggiano saltuariamente nei programmi TV Rai, nei cortometraggi, nel film Carta Bianca (Colonna sonora originale di Max Trani, Premio distribuzione indipendente RIFF 2013, nomination David di Donatello 2014/2015). L’11 Aprile 2014 esce Eleven Craters, primo album in studio (dopo l’EP omonimo del 2011). Il primo singolo “Cool” , insieme al suo videoclip, esce in esclusiva per Rolling Stone. Cool è anche in nomination alla sezione cortometraggi dei Nastri d’argento 2015. A Maggio 2014 Dog Byron è in Tour con il cantautore folk americano Micah P. Hinson, calcando alcuni tra i più suggestivi palchi italiani. A Gennaio del 2015 si chiude in casa e registra “Camino session” per raccontare la dimensione intima e acustica che lo caratterizza. Dog Byron è un’idea di Max Trani.

Mercoledì 20 maggio

ORE 19:30 GUIDO CATALANO

Si torna a giocare in solitaria nella Capitale. Un reading dal meglio, dal peggio, dal non ancora mai scritto della produzione catalaniana. Con una spiccata propensione all’amore.

Che uno non si capacita di come ci stia tutto questo amore dentro un uomo solo.

Il torinese Guido Catalano, torna sul palco di ‘na cosetta con i suoi reading divertenti e commoventi, appassionati e personali. I poeti lo definiscono un cabarettista, i cabarettisti un poeta; al suo sesto libro, Catalano gira l’Italia in un tour infinito, raccogliendo consensi e amore lungo tutto lo stivale.

(AUTO)BIOGRAFIA

“Sono nato alle 8.50 del mattino del 6 febbraio del 1971. A 17 anni ho deciso che volevo diventare una rock star. Poi ho capito che forse non ce la facevo e ho ripiegato su poeta professionista vivente che c’erano più posti liberi. Sono tre anni che non ho una fidanzata e quindici che non ho un gatto. Ho scritto sei libri di poesie. Gli ultimi due, editi da Miraggi edizioni, hanno venduto circa 18,000 copie anche se gli addetti ai lavori non ci credono.

Spesso gli addetti ai lavori sono degli imbecilli.

Tengo letture pubbliche in tutta Italia in un tour infinito ma non sto diventando ricco.

Per essere un poeta son troppo di buon umore.”

Guido Catalano

* Evento organizzato con il supporto in associazione esterna del Poppyficio.com

ORE 22:00 ‘NA COSETTA JAZZ è ormai un appuntamento fisso del Bistrot. Alessandro D’Anna e Leonardo De Rose invitano sul palco diversi artisti dando vita a una jam session che vede protagonisti numerosi jazzisti della capitale e non. Ospiti d’onore della settimana: Antongiulio Foti al pianoforte e Leo Cesari alla batteria.

AntonGiulio Foti – pianoforte

Leonardo De Rose – contrabbasso

Leo Cesari – batteria

Venerdì 22 maggio MATTEO CASTELLANO: Una chitarra al centro di tutto, all’origine di ogni brano, o quasi. La voce, barcollando dal fondo del lungo Matteo arriva sghemba e arresa a suggerire un mondo di zitelle in attesa, innamorati lunghi, che continuano a sognare davanti ai due di picche, aspiranti suicidi che rimandano costantemente, arlecchini morti di sonno, condannati alla festa continua. Un mondo tenero e terribile (Tnt) che Matteo evoca con le sue canzoni come un cinema dal vivo.




BIOGRAFIA

Matteo Castellano nasce a Fossano e li cresce ascoltando la musica che più lo influenzerà: Pëtr Il’ič Čajkovskij e Francesco Salvi. Ascoltando la sempre rivoluzionaria “Like a rolling stone” decide di darsi alla chitarra e da subito scrive tante canzoni. Nel 2005 pubblica l’ album demo “I funghi velenosi” contenente “Una zitella al neon”, “Madrepadre” e “Burroughs #1”. Inizia intensa attività live. Partecipa a Premio Tenco Ascolta, M.E.I.Preceduto dal singolo “Per morire con più stile” e dal lavoro di preparazione con Hairi Vogel esce nel 2011 il disco “Ezio” per la Kalakuta Recpublic Studio. Continua la collaborazione con il percussionista Pepperino Leone.

Partecipa al concerto per l’Emilia dopo il terremoto del 2013.

Attività live in tutta Italia particolarmente Puglia e Sardegna. Video di “Non lo so” di Olga Aime. Hai Paura Del Buio a Torino, Traffic Festival. Nel 2015 firma le musiche originali del documentario “La gente dei bagni” di Stefania Bona e Francesca Scalisi (già registe del suo video “Un po’ per i tuoi occhi”) con Mammo Inaudi al basso e Sol Ruiz ospite cantante sul brano “Via Bianzè”.

Sabato 23 maggio Patamu LIVE presenta i suoi artisti: Erica Romeo, Roberto Billi e molti altri.

Una serata molto speciale tutta targata Patamu, la piattaforma on-line che offre agli artisti servizi gratuiti di tutela dal plagio e che da poco ha avviato Patamu LIVE, il nuovo servizio per l’autoriscossione del diritto d’autore completamente alternativo alla SIAE.

Si parte già dall’aperitivo con un incontro con Adriano Bonforti, il fondatore del progetto Patamu.com ed esperto di diritto d’autore e cultura libera, e con gli artisti di Patamu che racconteranno le loro esperienze e le metteranno a disposizione del pubblico.

Poi una pausa per permettere al pubblico di rifocillarsi, e alle 21.30 si riparte, questa volta con la musica di Patamu LIVE e i contributi di giovani artisti emergenti.

Dalle 22.30 salgono sul palco i due artisti Patamu special guest della serata:

Erica Romeo >> Musicista, cantante e compositrice, ha iniziato a comporre musica all’età di 16 anni e non si è più fermata. Ha mosso i suoi primi passi musicali tra Torino, Roma, Dublino e Milano, portando sempre con sé il suo gatto e la sua chitarra. Come artista Patamu ha inaugurato la collaborazione tra ARCI e Patamu LIVE. Il suo brano “Little Corner” è stato selezionato dalla Ibanez per il video promozionale “I love my Guitar” prodotto da Mogar Music e distribuito in Italia, Francia e Portogallo.

http://www.ericaromeo.com/

E a seguire:

Roberto Billi >> cantautore folk-rock dall’anima gitana che entra nel salotto musicale di ‘na cosetta con la sua musica sognante. Una performance in versione acustica Accompagnato da una formazione intima, lo storico fondatore de “I Ratti della Sabina” porta sul palco il suo nuovo progetto solista da cui ha realizzato 2 dischi e tratto altrettanti spettacoli tratrali. Il cantante e fondatore della storica formazione “I Ratti Della Sabina”, presenta in trio acustico il suo progetto solista dedicato al folk-rock e alla musica d’autore, con una nuova formazione e un repertorio completamente inedito. A breve uscirà con un nuovo disco, vicino ai principi delle creative commons e del copyleft, che è già stato tutelato dal plagio grazie ai servizi della piattaforma Patamu.com e verrà pubblicato in collaborazione con la stessa.

http://www.robertobilli.it

Domenica 24 maggio Vincenzo Salamone appartiene alla scena underground palermitana, in continuo fermento, è un cantautore dalle note pungenti ed ironiche. Sagace e pieno di passione per la vita, nei suoi testi racconta d’amore e di impegno sociale, della stupidità dell’uomo e delle sue spinte verso l’alto. Vincitore assoluto della Biennale MarteLive 2014 per la sezione musica alle selezioni regionali siciliane, si aggiudica la finale nazionale tenutasi a Roma. Pochi giorni fa, Il 12 maggio, è il suo primo lavoro ufficiale, con la collaborazione di Indie Sounds Better, “IL PALLIATIVO”
Anticipato dalle anteprime esclusive su Repubblica TV del videoclip del singolo “IL GATTO DI GIORGIO” e dell’intero album su Deezer. Dieci ritratti frutto di uno spirito d’osservazione acuto di chi è cresciuto tra libri e quinte teatrali (il padre professore di lettere, regista e attore teatrale).

“Il gatto di Giorgio” è il primo videoclip, realizzato da Bright Crew, per rappresentare un disco che ha come principale ambizione quella di svegliare le “menti incrostate” delle giovani generazioni che si ritrovano a dover combattere per ritagliarsi un posto nel mondo.
Melodie accattivanti e ritmate a fare da contrasto, in cui spiccano sonorità balcaniche mescolate a suoni tradizionali e a pulsioni dalle contaminazioni blues e folk, su cui si staglia la vocalità di SALAMONE: teatrale, irruente, espressiva.

https://www.facebook.com/salamoneofficial?ref=hl
https://www.youtube.com/watch?v=2ZISkGBq36Q
http://video.repubblica.it/edizione/palermo/il-gatto-di-giorgio-videoclip-di-salamone/199357/198406

‘Na cosetta è un bistrot nato per iniziativa di Luca Bonafede (già chef e socio del Fanfulla), di Angelo Cocchini (barman storico del Necci), Chiara Ioele e Stefano Cicconardi (proprietari dell’agenzia di comunicazione Kook). I soci, tutti trentenni, hanno scelto di creare un locale in grado di proporre e sperimentare nuovi abbinamenti tra socialità, ricercatezza enogastronomica e live show. A pochi mesi dall’apertura, il bistrot ha già ospitato numerose formazioni live muovendosi tra jazz, soul&funk e cantautori italiani e internazionali.

‘Na Cosetta

via Ettore Giovenale, 54 Roma

06.45598326

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/nacosetta

Aperti in primavera “tutti i santi giorni” Dal lunedì al venerdì dalle 10:00 a notte fonda. Sabato e Domenica dalle 17:00 a notte fonda. Ingresso rigorosamente gratuito.