Trame: gli anziani di San Basilio raccontano il quartiere grazie all’arte. Il 5 giugno Valerio Mastandrea inaugura la rassegna di film sulle periferie nel nuovo cinema all’aperto


TRAME_Trasmissioni di Memoria
L’arte e gli anziani del quartiere raccontano San Basilio

Il 5 giugno Valerio Mastandrea inaugura la rassegna di film sulle periferie nel nuovo cinema all’aperto costruito da Rub Kandy

Il progetto “TRAME_Trasmissioni di Memoria” è pronto ad aprire le porte di San Basilio con appuntamenti imperdibili legati all’arte e al cinema. Il progetto ha preso il via a febbraio e s’inserisce nell’ambito dell’invecchiamento attivo, promuovendo processi di scambio e la riappropriazione del territorio attraverso la memoria, l’arte e la narrazione. CEMEA del Mezzogiorno Onlus in collaborazione con l’Associazione Culturale WALLS, ha scelto il quartiere di San Basilio per proseguire il lavoro di riqualificazione già avviato grazie a progetti come Sanba, per rendere tangibili i segni lasciati dal passaggio del tempo nel territorio e nella memoria collettiva, attraverso opere e interventi di arte pubblica partecipata che racconteranno la storia del quartiere. Protagonisti sono gli utenti del Centro Anziani di San Basilio e del Bocciofilo Ville di Roma che sono stati la voce narrante del quartiere attraverso fatti storici ed esperienze personali, raccontando le trasformazioni di un territorio che continua a cambiare. Gli anziani sono stati accompagnati in questo viaggio nei ricordi e nella comprensione del proprio ruolo, dal team di psicologi clinici NOEO, che attraverso incontri settimanali hanno stimolato la ricerca di argomenti comuni e rilevanti che hanno permesso agli artisti selezionati di tradurre con il linguaggio composito dell’Arte Pubblica le storie di una comunità.
Gli artisti selezionati per Trame sono Rub Kandy, Giulio Bonasera e Valerio Muscella che rispettivamente attraverso arte relazionale, illustrazione e fotografia restituiranno a San Basilio la sua storia e i suoi protagonisti, guidati dalle necessità della comunità nella quale sono stati accolti durante questi mesi.

RUB KANDY
Proprio dal vuoto lasciato dalla scomparsa del cinema a San Basilio, chiuso e mai riaperto oltre trent’anni fa, nasce Piccolo Cinema San Basilio, l’opera di Rub Kandy che prevede la costruzione di un cinema all’aperto auto-organizzato. Il cinema ospiterà una libera rassegna di film sulle periferie con tre appuntamenti per tutti e interamente gratuiti, di cui gli anziani sono stati i direttori artistici selezionando i titoli d’interesse per il quartiere. Gli appuntamenti con il Piccolo Cinema di San Basilio sono presso Stazione Sanba (Via Morrovalle incrocio Via Cagli) alle 20.30.

Venerdì 5 giugno
L’odore della notte (1998) Regia di Claudio Caligari
Interverrà alla proiezione l’attore protagonista Valerio Mastandrea




Sabato 13 giugno
Et in terra pax (2010) Regia Matteo Botrugno e Daniele Coluccini
Interverranno alla proiezione gli attori Germano Gentile, Michele Botrugno, Ughetta D’Onorascenzo

Venerdì 19 giugno
L’onorevole Angelina (1947) Regia Luigi Zampa
La proiezione sarà presentata dal Centro Anziani di San Basilio
Per vedere il teaser di Piccolo Cinema San Basilio clicca qui

GIULIO BONASERA
E se questi film ci raccontano la vita in periferia, in quella di ieri e di oggi, le opere di Giulio Bonasera ci mostrano la realtà di San Basilio. Partendo dai ricordi positivi racchiusi in Passato, scopriremo la percezione del territorio degli anziani oggi con Presente, fino a imprimere sui muri del quartiere le speranze e l’augurio per le prossime generazioni con l’opera Futuro. Durante il workshop sul disegno di Giulio Bonasera, gli anziani del Centro Anziani di San Basilio hanno compreso e assistito al processo creativo che precede la realizzazione di un’opera e costruito con l’artista il significato racchiuso in ognuna delle tre illustrazioni che saranno affisse per San Basilio dal 5 al 19 giugno, giornata conclusiva del progetto. Saranno gli anziani stessi i portavoce del messaggio contenuto in esse, attraverso video racconti collegati tramite QR Code a ognuna delle illustrazioni.

VALERIO MUSCELLA
L’esperienza vissuta dal fotografo Valerio Muscella all’interno del Bocciofilo Ville di Roma ci condurrà in una piccola comunità all’interno della comunità di San Basilio. I volti che hanno caratterizzato la sua scoperta del territorio e della sua memoria collettiva, sono stati impressi in una serie di ritratti e scatti di vita quotidiana che daranno corpo a una mostra allestita all’interno del bocciofilo stesso che apre le sue porte e i suoi ricordi. Sabato 13 giugno dalle 17.30 daremo il benvenuto a tutti gli abitanti del quartiere e a tutta la cittadinanza al Bocciofilo Ville di Roma in via Recanati 44 per inaugurazione della mostra Bocciofilìa di Valerio Muscella.
Al termine di Trama tutte le sue fasi e i suoi protagonisti saranno raccontati all’interno di un documentario visivo che si aggiunga alle testimonianze delle buone pratiche che promuovono l’invecchiamento attivo.

Il progetto è nasce da un’idea di CEMEA del Mezzogiorno Onlus in collaborazione con l’Associazione Culturale WALLS ed è realizzata con il supporto di Regione Lazio, Roma Capitale, Municipio IV di Roma, Assessorato Sviluppo delle Periferie Infrastrutture e Manutenzione Urbana, Zètema Progetto Cultura Associazione Culturale UNRRA CASAS, Centro Anziani di San Basilio di via Pergola, Bocciofilo Ville di Roma, Istituto Comprensivo via Belforte del Chienti, Istituto Comprensivo via N.M. Nicolai, Istruzione Secondaria Superiore “Von Neumann”.