GRANDE SUCCESSO ALL’INAUGURAZIONE DELLA RASSEGNA “Testaccio Swing Friday”. Il direttore artistico Piji punta sullo swing!


D’improvviso alla Moderna di testaccio sono tornati gli anni 30!  Ieri sera grandissimo successo di pubblico per l’inaugurazione di “Testaccio Swing Friday”, rassegna swing, curata dal direttore artistico nonché cantautore electroswing Piji. Ogni venerdì la Moderna di Testaccio, sita in Via Galvani 89, si trasforma in un punto di approdo sia per lo swing di ascolto che per lo swing da ballo, come è accaduto ieri sera quando, decine e decine  di “lindyhoppers”,  hanno invaso la pista da ballo, dando vita a figure e  acrobazie:  dal charleston al Lindy Hop, dallo Shag al Balboa. La musica è stata affidata al pianista, sassofonista e “Ambasciatore” Giorgio Cùscito e alla sua  “Ambasciata dello Swing a Roma” formata ieri sera da Daniele Cordisco (Chitarra e Cancelliere) , Federica Michisanti (Contrabbasso e Relazioni con l’Estero) e  Giovanni Campanella (Batteria e Agente Diplomatico).  Dopo gli ultimi grandi successi del Roma Jazz Festival e del Capodanno romano in Via dei Fori Imperiali con lo Swing Circus Vintage Party, che ha visto Giorgio Cùscito con la sua Swing Valley Band nel palco di Largo Corrado Ricci, il grande musicista è stato infatti insignito del titolo di “Ambasciatore dello swing a Roma”, dalla comunità dei lindyhoppers romani e dal Roma Jazz Festival stesso. L’ambasciata dello Swing a Roma è un progetto aperto. Aperto a tutti gli “stati generali” dello swing romano, ovvero a tutti coloro che suonano, cantano, ballano e amano lo swing in generale. La magia dei Lindy Hop con i loro abiti colorati anni 30 e  le acconciature  vintage ha coinvolto il numeroso pubblico visibilmente divertito! Contemporaneamente, sul maxi schermo del locale, è stato proiettato un film in bianco e nero del 1959, una pietra miliare della commedia americana: “A qualcuno piace caldo”. Una scelta assolutamente in tema con la serata in tutto e per tutto “swing”! Durante la serata “l’asilo politico” non è stato concesso solo ai lindyhoppers, ma anche allo scrittore Michele Fianco che ha raccontato qualcosa di più del suo libro, uscito proprio ieri in formato E-Book su Amazon dal titolo, neanche a farlo apposta: “Swing”. Un altro intervento  è stato quello del Blogger Mario Sabatino che ha spiegato la genesi e la filosofia del primo sito mai apparso in italia interamente dedicato al Lindy-Hop: www.lindyhop.it.
Il fenomeno swing-mania è in continua espansione afferma il direttore artistico Piji:   “Sarà che lo Swing fu la musica del New Deal, la musica che spingeva l’America fuori dalla Grande Depressione del ’29, forse la musica che nella grande crisi odierna, speriamo ci porti fortuna anche qui in Italia, nel 2015 – Crisi o non crisi lo Swing a Roma è ripartito alla grande”.




cuscito_o

PROSSIMI APPUNTAMENTI:
Nel prossimo appuntamento di venerdì  20 febbraio sarà in scena la canzone swing, lo swing italiano per antonomasia: un omaggio a Renato Carosone con la scoppiettante band de I Carosoni.

Venerdì 20 Febbraio
I CAROSONI
Alessandro Contini: voce
Primiano Di Biase: pianoforte
Massimiliano Pischedda: contrabbasso
Francesco Bonofiglio: batteria
Luca Rizzo: sax e clarinetto
Franco Santodonato: tromba e flicorno

I CAROSONI spiccano nel panorama musicale italiano perché hanno saputo reinterpretare lo spirito giocoso e leggero del maestro RENATO CAROSONE, con sincerità artistica e una buona dose di autoironia. Già da subito, la band ha chiara in mente quell’idea che trova le radici negli anni ’50, nell’eredità incancellabile del padre della canzone jazzata, riprendendone i fili, le trame musicali ed espressive. In poco tempo I Carosoni diventano band di culto nei migliori locali italiani, piazze e festival importanti tra cui il RAVELLO FESTIVAL grazie alle numerose ed entusiasmanti esibizioni dal vivo, arricchite da ammiccanti deja vù sonori e invenzioni musicali graffianti e divertenti. Il talento dei sei musicisti, veri giocolieri della musica, condito dalla consapevolezza di fare dell’ottima musica, si traduce in quella che è un’interpretazione a tratti cabarettistica, a tratti di struggente malinconia, in uno spettacolo di grande energia e di emozioni allo stato puro.

Mentre Il 27 febbraio sarà la volta di “Piji electroswing quintet”, a cui è stato chiesto di vestire i suoi più abituali panni del cantautore “electroswing” oltre a quelli di direttore artistico. Nel corso del concerto, nello schermo “cinema” de La Moderna sarà presentato il videoclip del nuovo singolo di Piji, “Cervello in fuga”, a cui l’intera serata è dedicata. Il primo ciclo di “Testaccio Swing Friday” si chiude il 6 marzo con lo charme di Miss Faro, che con i suoi Daddies metterà in scena uno spettacolo di swing americano inoltrandosi nel periodo storico in cui lo swing si trasformava in altri generi musicali. Tutte le serate saranno “dancers friendly”.

LA MODERNA TESTACCIO (Roma)
Cucina Cocktail Pizza
Via Galvani 89
Ingresso gratuito
È gradita la prenotazione 06 575 0123