I Love Comico 2015: grandi appuntamenti a Villa Ada con Rezza-Mastrella, Francesca Reggiani e Riccardo Rossi (dal 30 agosto al 1 settembre)


Continua l’estate in nostra compagnia grazie al ricchissimo cartellone di spettacoli proposti quest’anno per la kermesse più comica della capitale.

I love comico ospita infatti domenica 30 agosto Antonio Rezza e Flavia Mastrella nello spettacolo Fratto_X.

Lunedì 31 agosto, dopo il successo della prima serata, Francesca Reggiani in Francesca Reggiani Show, con la partecipazione di Gianluca Giugliarelli.

Martedì 1 settembre poi altro grande ritorno quello di Riccardo Rossi in “L’amore è un gambero”.

domenica 30 agosto

ANTONIO REZZA e FLAVIA MASTRELLA in “FRATTO_X”

di Flavia Mastrella e Antonio Rezza

con Antonio Rezza

e con Ivan Bellavista

(mai) scritto da Antonio Rezza

habitat di Flavia Mastrella

assistente alla creazione Massimo Camilli

disegno luci Mattia Vigo

organizzazione generale Stefania Saltarelli

Il telecomandato gira in cerchio: la spensieratezza non ha luogo. Entra la ferraglia con la pelle appesa. E con la voce forte. Si gira e se ne va. Urla da lontano parole piene d’eco. Torna e se ne va. L’eco ammutolisce. Un taxi perduto è un lamento mancato, disperazione in cerchio con autocritica fasulla, vittimismo di regime, modestia tiranna e tirannia del consueto. Tutto ciò che si assomiglia va al potere. E Rocco e Rita a fare uno il verso non dell’altro ma dell’uno. A imitar se stessi c’è sempre da imparare. Ma chi imita se stesso è la cancrena nell’orecchio di chi ascolta. E marcisce l’ambizione. L’ansia non è uno stato d’animo ma un errore posturale. Forma e demenza non viaggiano mai sole. Tra le dune di un deserto, uccelli migratori volano felici sulla testa di due uomini sereni, lievemente turbati dall’arroganza del potente di turno, essere antropomorfo con le braccia malformate dal compromesso elettorale. La cultura è fatta a pezzi da chi ama sceneggiare. E poi la voce di uno fa parlare l’altro che muove la bocca per sentito dire. E si lamenta del suo poco parlare con la voce che lo fa parlare. Litiga con la voce che lo tiene al mondo. Applausi a chi ha ben poco da inchinare. Rarefatta dalla santità, Rita da Cascia oltraggia la provenienza, si ama non per sentimento ma per residenza: siamo sotto un fratto che uccide, si muore per eccessiva semplificazione. Il lottatore di sumo desume che dedurre è un eccesso. Sindoni a confronto con cartoni animati redentori. Guerrieri di ritorno da niente e specchi carnefici a mettere parole in bocca allo specchiato.

Note di Antonio

Si può parlare con qualcuno che ti dà la voce?

Si può rispondere con la stessa voce di chi fa la domanda?

Due persone discorrono sull’esistenza.

Una delle due, quando l’altra parla, ha tempo per pensare: sospetta il tranello ma non ne ha la certezza.

La manipolazione è alla base di un corretto stile di vita. Per l’ennesima volta si cambia forma attraverso la violenza espressiva. Mai come in questo caso o, per meglio dire, ancora come in questo caso, l’odio verso la mistificazione del teatro, del cinema, della letteratura, è implacabile. Il potere sta nel sopravvivere a chi muore. Noi siamo pronti a regnare. Bisognerebbe morire appena un po’ di più.

Note di Flavia

L’habitat Fratto_X è un impeto da suggestioni fotografiche. Le immagini raccontano la strada che corre e l’impossibilità di agire. Scie luminose si materializzano con l’inquietante delicatezza dei fiori visti da vicino. Come anche Fratto_X è un ideogramma, insegue la leggera freschezza vibrante del tratto e il colore saturo dell’immagine in 3d. Una distesa di pelle calda organizza figure antropomorfe, sommerse dalla carne e dalla carnalità, vittime disponibili alla persuasione di massa. L’inutilità permea e comprime i personaggi che si affacciano da un divieto X. La Sedia, mezzo mutante color azzurro, pelle e ruggine, è presa in prestito dal teatro di narrazione. Il Telecomandato geneticamente alterato e il Miracolo dell’urbanizzazione sono sculture mobili dipendenti. La carcassa del guerriero viene riproposta come presenza epica solo nella forma e nell’atteggiamento.




COSTO BIGLIETTO

Poltronissima: 18 € 2 € diritto di prevendita

Poltrona: 13 € 2 € diritto di prevendita

Libero: 10 € 1 € diritto di prevendita

Minori accompagnati: 8 € 1 € diritto di prevendita

lunedì 31 agosto

FRANCESCA REGGIANI in “Francesca Reggiani Show”

con la partecipazione di Gianluca Giugliarelli

Lo spettacolo di Francesca Reggiani è una divertentissima satira sull’amore e sull’attualità, analizzati comicamente in tutte le loro possibili sfaccettature, ma anche attraverso le loro incredibili capacità che hanno, oggi più che mai, di compenetrarsi e influenzarsi reciprocamente.

Dai tagli alla spesa pubblica, ai tagli alla persona fisica…in un Paese diviso tra Pil e sex appeal, tra import ed escort… fino ad analizzare le lacerazioni interne di tutte quelle donne che, pur di trovare un uomo che corrisponda alle proprie aspettative, sono disposte a cambiare religione, a imparare mantra nepalesi, a farsi aprire il terzo occhio, il quarto chakra, il settimo sigillo… pur di stappare il “tappo” di solitudine che le attanaglia.

Queste sono solo alcune delle domande che Francesca Reggiani si pone: l’amore è veramente una cosa meravigliosa? La condizione di single è veramente quella da preferire? La chirurgia estetica fa miracoli? E se “il vostro principe” si ostina a non diventare “azzurro”, non pensate sia il caso di cambiare rospo?

Lo spettacolo è un caleidoscopio di monologhi e personaggi (alcuni reali, altri inventati dall’attrice) che attraverso le loro battute e le loro riflessioni danno la possibilità a Francesca Reggiani di restituire allo spettatore un ritratto perfettamente veritiero della società contemporanea di fronte alla quale oltre a resistere, resistere, resistere, è anche giusto ridere, ridere, ridere…

COSTO BIGLIETTO

Poltronissima: 25 € 2 € diritto di prevendita

Poltrona: 20 € 2 € diritto di prevendita

Libero: 13 € 2 € diritto di prevendita

Minori accompagnati: 8 € 1 € diritto di prevendita

martedì 1 settembre

RICCARDO ROSSI in “L’amore è un gambero”

di Riccardo Rossi e Alberto Di Risio

Senza amore non si vive. Siamo tutti d’accordo. Non esiste una persona al mondo senza un amore da raccontare, che sia stato il primo o l’ultimo fa poca differenza: ci ha fatto ridere, ci ha fatto piangere, ma è stato amore, ed è rimasto scolpito per sempre nei nostri cuori perché ci abbiamo investito la parte più vera di noi, quella che più ci appartiene. D’amore si parla tutti i giorni in tutti i luoghi tra tutti noi. E Riccardo Rossi nel suo nuovo spettacolo ci “spiega” i trucchi per affrontare al meglio tutte le fasi di una storia sentimentale, tutte le avventure che un amore deve affrontare per sopravvivere a se stesso!

Tutte le esperienze che abbiamo passato e che ci accomunano nelle storie d’amore sono legate dal fil-rouge dell’esperienza: la prima dichiarazione, la telefonata che non arriva, la prima seduzione vera, da adulti, la prima convivenza, gli inevitabili “tradimenti”, le vendette e il primo matrimonio cui spesso ne segue un altro, il secondo, quello vero! E solo l’esperienza del passato, ripercorrendo tutto a marcia indietro, come farebbe appunto un gambero, ci fa capire come l’amore vero è quello che si ricorda, quello che “ti ritorna in mente” l’unico che ancora ci fa tremare la voce e brillare gli occhi.

Con la consueta elegante ironia che lo contraddistingue, Riccardo Rossi stila il suo personale e imperdibile manuale d’amore. Perché senza amore non si vive.

Senza questo show nemmeno!

COSTO BIGLIETTO

Poltronissima: 18 € 2 € diritto di prevendita

Poltrona: 13 € 2 € diritto di prevendita

Libero: 10 € 1 € diritto di prevendita

Minori accompagnati: 8 € 1 € diritto di prevendita

 

INGRESSO

Via di Ponte Salario, 28, Roma

ORARI SPETTACOLI

Inizio ore 21:30

PREVENDITE

www.ticketone.it

Info 349.24.30.386

ORARIO BOTTEGHINO

Dal 20 Luglio, tutti i giorni dalle ore 18:00 alle 22:00